A spasso in Provenza



Provenza, una meta per tutti i gusti. Siete alla ricerca di una destinazione abbastanza economica ma glamour allo stesso tempo, dove la natura convive con la città e perché no, il mare è a due passi, e volete anche visitare un piccolo Principato? La vostra risposta è la Provenza, bellissima regione francese nel Sud del paese. 

Non è un caso che Henry Matisse e Paul Cezanne abbiamo scelto di vivere qui gli ultimi, lunghissimi anni, della loro esistenza. Sapete che Henri Matisse prese in prestito le parole del celebre poeta Charles Baudelaire, con cui diede il titolo a un suo quadro (una marina con bagnanti per la precisione)? E a noi ci sembra una buon modo per descrivere questa regione: Lusso, calma e voluptà. Proviamo a descrivere questa regione con questi tre aggettivi.

Il lusso del Principato di Monaco - Ferrari rosse fiammanti, griffes e un nuovo e sempre diverso modo di vivere. Il Principato di Monaco, guidato dalla beneamata famiglia Ranieri, è il luogo (molto vicino alla Provenza, pur essendo indipendente e sovrano) dove ognuno può fare capolino per un secondo e, se lo vuole, lasciarsi catturare da uno stile di vita assolutamente diverso. Si dice che il lusso vero oggi è quello di Abu Dhabi o Dubai. Questo è vero solo in parte: c’è un angolo d’Europa dove la sfrenatezza (anche se controllata), ha avuto sempre il suo must.

 

Nizza e la serenità in riva al mare - La cittadina, prossima alla regione storica della Provenza è nota per essere un piccolo avamposto di rigogliosità nel Mediterraneo. I suoi mercatini (il più famoso di tutti è il noto mercato dei fiori), il centro storico dalle viuzze tortuose ne fanno un luogo gradevole dove trascorrere un weekend tutto l’anno. Le rovine di un castello che non ci sono più sostituite da cascate, il Museo di Chagall. E poi, direte voi? La Promenades Des Anglais, uno dei più belli e celebri lungomare della Costa Azzurra. La parte più frequentata è la Baia degli Angeli: qui si affacciano i migliori ristoranti e boutiques.

 

La calma serafica dell'entroterra in Provenza - A pochi chilometri dalla cittadina di Gordes si trova l’abbazia cistercense di Sènanque, nascosta in una gola. È uno degli esempi più affascinanti di architettura monastica; fondata nel 1148, nasconde al suo interno un bellissimo dormitorio, una bella chiesa e un chiostro altrettanto grazioso. In più i monaci sono molto attivi nel fabbricare qualunque cosa vogliate con la lavanda. A render famosa l’abbazia tuttavia, è il suo aspetto da cartolina: l’esterno grigio e austero (a suo modo), letteralmente risucchiato da un mare color lavanda. Guardare per credere.

 

Voluptà, perché l’occhio vuole la sua parte - Non perdete le cave di ocra che si raccolgono attorno al villaggio di Rousillion, uno dei più belli della Provenza. Di lì il rosso del Sentiero delle Ocre, che si percorre in un’ora di cammino e le Calanques, le scogliere di roccia bianca a picco sul mare, non troppo lontane da Cassis. Dimenticavamo: non mancate di fare un giro a Camargues, un sottile lembo di terra formato da paludi dove navigano tranquilli i fenicotteri rosa. Insomma, vi abbiamo convinto a visitare la Provenza?