Tutte le bellezze dell'Abruzzo



Benvenuti in Abruzzo, quella regione del centro sud Italia troppo spesso tenuta in poca (e colpevolmente, diremmo noi) considerazione, ma che al contrario offre un paradiso unico di mare, montagna e borghi da scoprire nell'entroterra.

L'Abruzzo, da sempre terra al centro di storiche contese con il vicino Abruzzo, al quale è stato legato in una regione unica, Abruzzo e Molise, fino a non molti decenni fa, si propone al turista standard come un luogo con un appeal turistico molto forte, ma potenzialmente (e purtroppo) espresso in maniera incompleta.

Certo, prima del terremoto di qualche anno fa L’Aquila era un vero fiore all’occhiello in quanto a offerta culturale, e la ricostruzione non è stata ancora completata, con gravi perdite per l'economia cittadina e della città in genere. Tuttavia, ci sono luoghi, come la Fontana delle 99 Cannelle o la Basilica di Santa Maria di Collemaggio, che possono essere comunque ammirati nella loro quasi totale bellezza pre-sisma.

 

 

L'Abruzzo è quello che potremmo definire il gioiello tra il Mar Adriatico e il Gran Sasso. E poi ci sono Vasto Marina e Alba Adriatica, cittadine che, quanto a turismo, competono più che dignitosamente con i boss dell’ospitalità che si trovano poco più a nord: la Riviera del Conero e quella Romagnola.

Lasciatevi incantare, poi, dal fascino medievale di Sulmona, luogo preferito anche dai palati dei più, dal momento che il borghetto è rinomato in tutto il mondo per i confetti, una preparazione adatta non solo agli sposini in procinto di salire all'altare, ma anche ai palati dei golosi.

Non finisce qui: a Scanno, un comune di meno di duemila abitanti in provincia de L’Aquila, vi troverete immersi in un borgo di pietra a mille metri d'altezza, esplorando le bellissime botteghe orafe o godendo lo spettacolo dei fuochi d'artificio che si tiene dopo Ferragosto.

Di luoghi fiabeschi in luoghi surreali: ad Atri, in provincia di Teramo, i Calanchi danno luogo ad un paesaggio quasi apocalittico. Si trovano all’interno della Riserva Naturale Guidata, affrontabile senza difficoltà grazie ai sentieri segnalati che possono esser percorsi a piedi, in bicicletta o a cavallo. I Calanchi formano un paesaggio surreale, quasi lunare diremmo noi. In realtà si tratta di un fenomeno geologico per niente raro che solo nella zona dell'Adriatico italiano ha diverse manifestazioni, ma che qui ad Atri assume questa forma particolarmente aguzza.