Gorlitz, la città dei film da Premio Oscar

Una piccola città al confine tra Germania e Polonia diventata famosa grazie a... Hollywood!



Stati Uniti? No, Germania! Hollywood? No, Gorlitz! La cerimonia di assegnazione degli Oscar si è tenuta solo un paio di giorni fa, e ha visto la vittoria di Birdman, la pellicola diretta da Alejandro González Iñárritu, come miglior film. Tra gli altri premi assegnati, ben quattro (tra i quali quello ai costumi, vinto dall'italiana Milena Canonero) sono andati a Grand Budapest Hotel, la curiosa pellicola girata a Gorlitz, una cittadina della Sassonia, in Germania.

Oggi vogliamo portarvi alla scoperta di questo luogo che, negli ultimi anni, ha visto crescere in maniera esponenziale il suo rapporto con il cinema, tale da guadagnarsi l'appellativo, certamente onorifico ma sicuramente meritato, di Città degli Oscar.

Come dicevamo, Gorlitz si trova in Germania, esattamente al confine con la Polonia, e infatti la città è tagliata in due dal confine tedesco-polacco, con l'altra parte della cittadina, in terra polacca, che prende il nome di Zgorzelec. Tale vicinanza al territorio e alla cultura della Polonia ha reso Gorlitz una delle più importanti località della regione storica della Slesia, pur essendo tuttavia in territorio tedesco.

 

 

Fondata in epoca antica, da alcune popolazioni sorabe, venne poi annessa al Regno di Polonia da Boleslao I durante il X secolo. La sua storia ha visto diversi "passaggi di proprietà", per così dire, che l'hanno portata prima entro i confini polacchi, poi in quelli della Sassonia, e infine entro il territorio della Prussia.

Dopo la fine della Seconda guerra mondiale (durante la quale la città ospitò un campo di concentramento per prigionieri di guerra), Gorlitz venne divisa in due dal nuovo confine tra Germania e Polonia, detto anche Linea Oder-Neiße (dal nome del fiume che scorre in questa zona e che segna parte del confine), ma potè continuare a mostrare le sue antiche bellezze, grazie alla scarsità di danneggiamenti dovuti al conflitto.

Oggigiorno, Gorlitz si presenta come una città dal bellissimo centro storico, adornato di monumenti anche molto antichi, come la grande Frauenturm, o Torre delle Donne, alta 46 metri e costruita nel XIII secolo, così come l'imponente edificio circolare del Kaisertrutz e del Municipio Vecchio. Tra le chiese più belle, si possono poi citare la Frauenkirche, in stile gotico, la Kathedrale St. Jakobus, sormontata da una torre campanaria di quasi 70 metri, e la St. Peter und Paul Kirche, ricostruita in stile gotico a metà del XV secolo e ora di culto evangelico.

Non abbiamo citato, e lo facciamo ora, il suo rapporto così particolare con il mondo del cinema. Qui, infatti, sono stati girate alcune scene di Bastardi senza gloria, che è ambientato in Italia al periodo della Guerra, così come buona parte di Grand Budapest Hotel. Entrambi i film hanno ricevuto almeno un Oscar: Bastardi senza gloria per il Miglior attore non protagonista, Christoph Waltz, e Grand Budapest Hotel per i migliori costumi, la migliore scenografia, il miglior trucco e la miglior colonna sonora.

Insomma, Gorlitz è una città che ci sentiremo di consigliare sicuramente a qualche regista a caccia della preziosa statuetta, ma anche a tutti i turisti curiosi e amanti del mondo del grande schermo che vogliano scoprire una meta nuova e molto piacevole.