Cinque ragioni per innamorarsi di Belgrado

Itinerari, curiosità e bellezze della capitale della Serbia



Belgrado is the new black. Potremmo sintetizzare così, usando una frase che è molto diffusa nel linguaggio "internettiano", la recente passione internazionale per la capitale della Serbia, una città che sta conquistando sempre più successo e apprezzamenti in ottica turistica, grazie alla sua maggiore apertura ai traffici europei (e non solo) e a un'offerta culturale, notturna e ambientale che ha pochi eguali.

Una città dove fino a venti anni fa si combatteva una sanguinosa guerra civile, è oggi un piccolo paradiso che guarda all'Unione Europea e al contempo si costruisce fama di città giovanile, moderna e modernizzata, dove ci si può divertire a ogni ora del giorno e della notte, scoprire tante attrazioni e organizzare una vacanza adatta, davvero, a tutti i gusti e qualsiasi tipo di turista, dai neodiciottenni al loro primo "viaggio da soli" fino alle famiglie con prole al seguito.

Dalla musica alla gastronomia, passando per tradizioni tutte serbe, oggi vi raccontiamo i cinque motivi per i quali vi innamorerete di Belgrado, e appena tornati a casa, vi ritroverete già a prenotare il vostro prossimo viaggio!

 

 

Splavovi, i locali notturni sul fiume

Di giorno Belgrado è una città placida, con i suoi abitanti impegnati in attività che definiremmo comuni, come è consuetudine nelle capitali europee (e non solo). Di notte, però, basta percorrere le strade che costeggiano la Sava e il Danubio per accorgersi di qualcosa di insolito, anzi, di un vero e proprio mondo "notturno". Stiamo parlando degli splavovi, i tradizionali locali notturni costruiti su delle chiatte galleggianti sul fiume. Tantissimi, colorati e ricchi di musica per tutti i gusti, gli splavovi offrono musica e intrattenimento fino a notte inoltrata, ma anche aperitivi e attività durante il giorno.

 

Il palcoscenico musicale attivo

Per chi segue il mondo dell'Eurovision Song Contest, associare Serbia e musica non è una casualità. Il paese infatti, sin dall'antichità classica, ha sempre ospitato una tradizione musicale ricca e molto vasta, dai suonatori di gusle (uno strumento a corda) alla più recente Novokomponovana, un genere turbo-folk che è molto diffuso nei Balcani. Ovunque vi troviate a Belgrado, insomma, la musica sarà vostra fedele compagna di viaggio.

 

La tradizione culinaria della Serbia

Ricca di sapori provenienti dall'Europa centrale e dall'est, quella serba è una cucina "di commistione e incontro", che risponde ai palati più raffinati con decisione. Dai buonissimi sarma, involtini di carne e riso avvolti nella verza, ai burek (sfoglie ripiene di formaggio), passando per i dolcissimi ćevapčići, rimarrete stupiti dai gusti e, soprattutto, dall'economicità dei ristoranti di Belgrado.

 

Skadarlija, il quartiere più antico della città

Come il Gamla Stan a Stoccolma o Montmartre a Parigi, anche lo Skardarlija a Belgrado è un quartiere che è al contempo zona e attrazione turistica. Tra le botteghe degli artisti locali, che sembrano disegnare uno scenario da fine XIX secolo, alle tradizioni zingare e alla presenza di suonatori di strumenti musicali, visitare Skadarlija vi permetterà di conoscere l'anima più pura e tradizionale di Belgrado, e di amarla ancor di più.

 

Parchi e natura a macchia d'olio

Uno dei tanti aspetti che emerge guardando Belgrado, magari dall'alto prima di atterrare, è il verde. Passeggiare lungo il Danubio, e ammirare la bellezza del lungofiume alberato, oppure ritrovarsi a camminare nel parco di Kalemegdan, la bellissima fortezza costruita nel Settecento, oppure in quello di Kosutnjak, il bosco-urbano nel quale si trovano anche strutture sportive aperte al pubblico. Insomma: natura e sport, tutto a Belgrado!