Alla scoperta della regione dei Grandi Laghi

Tra gli Stati Uniti e il Canada, una zona naturalistica ricca di bellezza e paesaggi da sogno. Assolutamente da visitare per chi ama le esplosioni della natura!



Al confine tra il Canada, il secondo Paese più grande al mondo per superficie, e gli USA, la nazione con la maggiore influenza sul mondo, ci sono cinque meraviglie, cinque gioielli della natura: i Grandi Laghi. Una zona che attira ogni anno milioni di turisti, conquistati non solo dall'enorme estensione (una superficie di 245 mila km circa), ma anche dall'origine glaciale di questi laghi, che ne ha determinato la disposizione e la forma irregolare.

Il Lago Superiore, il Michigan, l’Huron, l’Ontario e l’Eire, sono talmente immensi che sembrano quasi del tutto simili a piccoli oceani, tanto da non poterne vedere le sponde da un lato all'altro. Sono tutti collegati tra loro per mezzo di profondi corsi d’acqua navigabili, che alimentano il fiume di San Lorenzo, bacino che occupa la parte meridionale del Quèbec e dell’Ontario.

 

 

L’itinerario dei Grandi Laghi parte dal Lago Superiore che si divide tra il Canada e gli Stati Uniti. Il più esteso come superficie e il più profondo tra gli altri, è considerato il più grande lago di acqua dolce del mondo e il terzo per volume. Attraverso le cascate del fiume Saint Mary comunica con il Lago Huron, anch’esso situato tra gli Usa e il Canada.

Huron, nome derivante dalla tribù indiana degli Huroni, è il lago d’acqua dolce con il maggiore sviluppo costiero del globo. Al suo interno, oltre alla presenza di diverse isole minori, si trova Manitoulin, l’isola lacustre più grande del mondo, e ricca di paesaggi mozzafiato. Un’altra attrazione imperdibile nel lago Huron è l’isola di Mackinac, dove è possibile visitare un forte militare, situato all’interno di un parco naturale.

Il lago Huron, è collegato a sua volta con il Lago Michigan, mediante lo stretto di Mackinac ad Ovest, e a Sud, tramite il fiume Saint Clair, si collega con il Lago Erie. Il lago Michigan, a differenza degli altri, fa interamente parte del territorio degli Stati Uniti. Sulle sue sponde, affollate di gente d’estate e praticato dai pattinatori sul ghiaccio d’inverno, si affaccia la bellissima città di Chicago.

Il quarto dei cinque è il Lago Eire, tredicesimo al mondo per superficie. Sulle sue coste sud-orientali si affacciano le città di Cleveland, Buffalo e Eire. Purtroppo i bassi fondali ne limitano notevolmente la navigazione, problema che si accentua ancora di più nei periodi di siccità.

Collegato al Lago Eire, per mezzo del fiume Niagara, troviamo il Lago Ontario, il più piccolo tra i cinque, che dà il nome alla più popolosa delle dieci province canadesi: l’Ontario. Il lago, molto importante per le comunicazioni interne nordamericane, pur non essendo navigabile durante i mesi invernali a causa del ghiaccio, con l’arrivo della bella stagione torna ad essere attraversato da battelli e canoe.

Nella regione dei Grandi laghi si possono ammirare anche le splendide Cascate del Niagara, nate in seguito al ritirarsi dei ghiacciai. Le Cascate sono costituite da due parti distinte, divise dal fiume Niagara, entrambe con un’incommensurabile portata d’acqua. Da non perdere è l’incredibile Parco di San Lorenzo, formato da circa mille isolotti, accessibili in auto o in battello, dove è possibile partecipare a esclusive escursioni ed attività acquatiche.