Weekend Giardini Naxos



Bellissima parte di costa orientale della Sicilia dove predominanti sono i rilievi montuosi su cui sono abbarbicati dei caratteristici borghi, il più importante dei quali è Taormina. Da Taormina, oltre al bellissimo panorama costiero notturno e diurno, è possibile ammirare anche il Vulcano più alto d'Europa, l'Etna, chiamato pure "Mongibello" dai siciliani, attualmente in fase di eruzione.

 

Numero Viaggiatori: 3

Data di partenza: 21/03/2014

Durata: 2 giorni

Luoghi: Castelmola, Giardini Naxos, Letojanni, Taormina

 

Descrizione del viaggio:

Un weekend all'insegna di incantevoli paesaggi costieri e montuosi ha caratterizzato il nostro viaggio, grazie al quale abbiamo potuto godere anche di un po' di tranquillità dettata dall'appagamento dei cinque sensi: la vista, innanzitutto, ha goduto ammirando la bellezza dei paesaggi; l'odorato con il profumo di zagare e di mare in contrasto con quello di zolfo nell'aria proveniente dalle esplosioni laviche; il tatto ovvero il contatto con le spiagge del posto formate in gran parte da sassolini più o meno grossi levigati dal mare; il rumore o meglio lo sciabordio delle onde che si infrangevano nella battigia e negli scogli; il gusto infine con il sapore delle pietanze mediterranee tra pomodori secchi, olive e formaggi, il vino alla mandorla, il cannolo siciliano e il gelato al pistacchio.

Appena arrivati, dopo cena, siamo andati a visitare il lungomare di Giardini Naxos che si estende per circa 3 km e alterna spiagge libere a strutture ricettive (lidi) ed è ricco di ristoranti e pizzerie. La conformazione originale della spiaggia è di ghiaia, ma artificialmente è stata "prodotta" una lunga distesa di sabbia. Il giorno seguente, siamo andati a visitare Castelmola, paese piccolo e ben conservato che si trova sulla cima di un cocuzzolo a strapiombo sul mare. È un antico borgo fra i più belli d'Italia sulla cui piazza esiste un belvedere che offre una splendida vista sulla costa ionica e sulla città di Taormina, sul mare e sulla costa Calabra. Nel pomeriggio abbiamo ammirato la riserva naturale di Isola Bella (Isula Bedda in siciliano), un'isola la cui esigua distanza dalla costa a volte, a causa della marea, si annulla, rendendola una penisola. È chiamata anche la "perla del Mediterraneo". La sera è stata la volta di Taormina versione "by night", tutta illuminata e dalla cui piazza abbiamo potuto ammirare oltre al paesaggio costiero illuminato anche le colate laviche del vulcano Etna. Infine domenica mattina abbiamo visitato le spiaggie estese di Letojanni su cui si disputavano delle gare di motocross.

Oltre alla cucina tipica mediterranea abbiamo gustato pietanze a base di pesce frescoPer visitare tutti questi posti è meglio utilizzare un abbigliamento pratico e leggero e soprattutto delle scarpe comode e sportive. Per raggiungere Taormina con i mezzi propri bisogna lasciare l'auto negli appositi parcheggi a pagamento Lumbi e Porte di Catania. Il costo è di circa 3 euro l'ora. È stata veramente una bella mini vacanza!