Maputo: la città delle acacie



Un viaggio nella capitale del Mozambico. Maputo conserva ancora le vestigia di quando si chiamava Lorenço Marques ed era la capitale della colonia portoghese. Le sue bellezze naturali, la splendida spiaggia, i tanti giardini, si associano a monumenti d'epoca quali la Casa di Ferro, la Stazione Ferroviaria, il Museo di Storia Naturale ed a nuove costruzioni che testimoniano il grande sviluppo che sta vivendo la città.

 

Numero Viaggiatori: 1

Data di partenza: 03/04/2011

Durata: 15 giorni

Luoghi: Maputo, Matola, Diga de los Pequenios

 

Descrizione del viaggio:

Ho volato da Roma a Maputo facendo due scali: a Dubai e a Johannesburg. Viaggio lungo ma confortevole con la linea aerea degli Emirates.

Il nuovo areoporto è bello e funzionale a pochi chilometri di macchina dalla città. Maputo accoglie i turisti con le sue splendide "avenidas", ampi viali fiancheggiati da alberi di acacia, fioriti, nel mese di aprile, di fiammeggianti fiori rossi. Da non perdere assolutamente: la visita alla Stazione Feroviareia e alla Casa di Ferro, entrambe costruite agli inizi del '900 dall'architetto Eiffel (quello della Torre Eiffel di Parigi). Da vedere anche il Museo di Storia Naturale con collezioni uniche di insetti, conchiglie, reperti etnologici ed animali imbalsamati, esemplari della ricca fauna presente nei vari Parchi Nazionali del Paese.

La splendida spiaggia bianca di sabbia finissima e fiancheggiata da palmizi, il lungomare con il mosaico lungo vari metri di un artista mozambicano riproducente la flora, la fauna e la gente del Paese con piccole tessere quadrate brillanti ai raggi del sole, gli splendidi parchi alcuni in riva al mare, la bianca Cattedrale, il caratteristico Mercato del pesce, sono solo alcune delle principali attrazioni della città. 

La cucina locale è ottima, soprattutto piatti di pesce freschissimo appena pescato ma non mancano locali dove si può gustare la pizza e altri piatti italiani, dato che molti ristoratori sono proprio di origine italiana. Il clima è con le stagioni invertite rispetto a noi, per cui quando da noi è estate, lì è inverno. Un inverno comunque mite con temperature che non scendono sotto i 20 gradi. In aprile ho trovato temperature medie di 26/27 gradi mentre nei mesi più caldi, gennaio e febbraio, si superano i 40° L'uso di zanzariere sul letto protegge dagli insetti. Il cambio è molto favorevole, 1 euro corrisponde a circa 40 meticals, che è la moneta corrente ma vengono accettati anche i dollari e le principali carte di credito. Si parla portoghese, ma, soprattutto nei negozi, l'inglese è di uso corrente.

Sono stati 15 giorni stupendi con visite in località vicine molto belle quali Matol e l diga de Los Pequenos, tra l'altro costruita da maestranze italiane. Da ritornare anche per vedere il resto del Paese, i parchi Nazionali e l'Ile de Mozambique che, tra l'altro, è patrimonio dell'UNESCO.