Sabor Andaluso



Nell'immaginario di molti il cuore della Spagna è l'Andalusia e così era anche per me; una terra accogliente a metà tra Africa ed Europa, ricca di Alcazares spesso provenienti dalla dominazione araba di questi territori, di mercatini di spezie, di splendidi paesaggi e di splendidi cibi da degustare!

 

Numero Viaggiatori: 2

Data di partenza: 17/08/2012

Durata: 15 giorni

Luoghi: Andalusia

 

Descrizione del viaggio:

Siamo partiti con un volo Ryan-air che da Roma ci ha portato direttamente a Siviglia, e qua abbiamo trascorso i primi tre giorni del nostro viaggio, lasciandoci ammaliare dalla bellezza di Plaza de Espana, dal suo alcazar, dalla maestosa Giralda che domina la piazza della Cattedrale, per poi perderci nelle viuzze del quartiere di Tirana

Dopo questi tre giorni siamo partiti alla volta di Cordoba, il cui centro storico è un piccolo gioiellino color ocra. Gli Alcazares de los Reyos Cristianos sono meravigliosi, così come l'interno della Mezquita (antica moschea oggi trasformata in chiesa), ed i vicoletti che la caratterizzano. Lasciata Cordoba, prima di recarci a Granada, ci siamo fatti una giornata di trekking nel Torcal de Antequera.

Giunti a Granada ci siamo dedicati alla visita della maestosa Alhambra. Gli interni sono veramente meravigliosi. Granada è stata l'ultima roccaforte araba in terra spagnola e questo si vede chiaramente passeggiando per la città con la sua arte fortemente arabeggiante, i suoi mercatini di spezie. Una passeggiatina merita anche il quartiere gitano, molto particolare con le sue case incastonate nella roccia

Scendendo verso Gibilterra ci siamo fermati a fare un giro a Nerja per ammirare le sue grotte meravigliose. Gibilterra ci ha accolto con le sue scimmiette, con i suoi scorci mozzafiato... e una lunga camminata per visitare tutta la Upper rock reserve. Una cosa peculiare è il suo aeroporto, classificato tra i più pericolosi al mondo, in cui la pista d'atterraggio e di decollo taglia a metà una strada dove passano le macchine... quindi se siete fortunati mentre state per attraversare la pista potrebbe capitarvi di trovare il semaforo rosso e vedere un aereo a pochi metri da voi in fase di decollo. 

Dopo Gibilterra siamo andati a Cadice, città carina sul mare e ci siamo goduti anche qualche giorno di relax. Prima di tornare a Siviglia, e di partire di nuovo, ci siamo fatti un giro anche a Jerez della Frontera, patria dello sherry.

Il cibo andaluso è meraviglioso, a partire dalla loro colazione tipica, la tostada (la mia preferita era la tostada al jamon, buonissima). Per i pasti principali ci siamo fatti sedurre da ottime paellas e da altri piatti tipici. Il posto migliore dove abbiamo mangiato è stato nei piccoli centri abitati vicino Cadice. Un altro posto ottimo per una cena o un pranzo fugace è la Cerveceria 100 Motaditos, un franchising diffuso in tutta la spagna, dove si trova il boccale di birra a 1€ e 100 paninetti (i motaditos appunto) il cui prezzo è tra 1€ e 2€. 

L'Andalusia è bellissima e la consiglio vivamente. Tutte le città sopraelencate meritano di essere viste... a queste volendo si può aggiungere Ronda e la zona vicino ad Almeria, zona desertica e con belle spiagge.