Los Angeles, la città dei sogni



Hollywood, Santa Monica, il fascino delle star mondiali... Los Angeles è una di quelle città che prima o poi devi visitare. Io per fortuna ci sono stato più volte, ma il primo viaggio resta indimenticabile perché si porta dietro tutta l'attesa di una meta che sicuramente ha qualcosa di speciale rispetto a tante altre. Poi è stata la mia prima volta negli Stati Uniti, altro elemento che ha reso questa vacanza (a cavallo tra dicembre 2012 e gennaio 2013) un ricordo che non cancellerò mai.

 

Descrizione del viaggio

Sono partito assieme ad un mio amico, lui grandissimo appassionato della vita americana e quindi ancor più elettrizzato di me all'idea di godersi lo spettacolo di Los Angeles. Qui il primo consiglio che mi sento di dare. Qualora decidiate di andare negli Stati Uniti attraverso un viaggio che prevede almeno uno scalo, scegliete di farlo in Europa per poi atterrare direttamente nella città dove state andando. Questo perché, vista l'enorme estensione degli States, il volo interno potrebbe rappresentare un'altra sfacchinata che si aggiunge alla già pesante tratta dall'Europa.

Nel mio caso da Roma ho fatto scalo ad Atlanta per poi proseguire verso Los Angeles: una faticaccia, ve l'assicuro. Molto meglio quando, come nelle successive volte, ho fatto scalo in Europa (Londra, Zurigo o Francoforte). L'impatto, appena usciti dall'aeroporto, è stato splendido. Si respira un'aria particolare. E' tutto grande: spazi, cartelli, strade...Noi avevamo affittato un piccolo appartamentino a Century City, in un posto 'strategico' a due passi da Wilshire Boulevard, una delle arterie principali della città che conduce direttamente a Santa Monica, direzione mare.

Stanchi per il volo e un po' scossi dal 'jet lag' ci siamo comunque messi subito in movimento.. Los Angeles non poteva aspettare! West Hollywood, Beverly Hills (dove il mio amico, fan dell'omonima serie ha invano cercato alcuni luoghi chiave del telefilm) e poi verso le colline di Hollywood dove risiedono molti grandi attori in ville da mille e una notte. Clima perfetto, una sorta di primavera italiana, con la differenza che era fine dicembre!

Los Angeles è una città che ti cattura più per l'atmosfera che per la bellezza in sé delle sue strade. Monumenti (pochi) e luoghi di interesse tendono più verso lo show business e hanno poco a che fare con quel concetto di 'storico' (musei, piazze, palazzi) che abbiamo solitamente come riferimento nei nostri viaggi turistici. Rodeo Drive col Beverly Center Shopping Mall sono il Paradiso (carta di credito permettendo, anche se il cambio euro-dollaro un po' ci agevola) per gli amanti dello shopping.

Nei giorni a seguire, tra le prime tappe abbiamo scelto gli Universal Studios. Interessanti, abbiamo visto lo storico set di 'Ritorno al Futuro 1', poi quelli di 'Desperate Housewives', 'Notting Hill' e tanti altri ancora. Sempre a proposito di 'Ritorno al Futuro', tra le varie attrazioni carina quelle che ti consente di simulare un viaggio nella mitica Delorean al fianco di Michael J. Fox. Del cibo beh, che dire, non siamo proprio quelli che all'estero vanno a cerca dell'italiano di turno.

Zero pasta, solo hamburger, patatine (alla faccia della salute) e golosità varie. Mi hanno sorpreso i dolci, buonissimi e pesanti, come del resto quasi tutto quello che si mangiano gli americani. Dimenticavo... Coca Cola a litri! L'atmosfera natalizia è davvero carina. In giro nei centri commerciali ci sono sempre canzoncine tipiche, il traffico è più caotico che mai. A livello di trasporti ci siamo sempre mossi o in macchina o con uno dei comodi autobus (anche se eravamo praticamente gli unici stranieri) che percorrono tutta Wilshire Boulevard.

Immancabile una visita al Chinese Theatre, sede della cerimonia degli Oscar, con le impronte di attori, cantanti e celebrità varie. Poi Santa Monica (ma l'acqua era troppo fredda per un bagno), Muscle Beach, tutto il lungomare dove la gente fa sport. Approfittando del bel tempo, in uno dei due fine settimana in cui siamo stati a L.A siamo andati a visitare Santa Barbara. Dista poco più di 150 km circa, non molto anche in considerazione della comodità garantita dalle enormi Freeways! Posto tranquillo, costeggia il mare e vi si possono trovare negozi per souvenir oltre agli immancabili fastfood, Non c'è molto da vedere, ma per una passeggiata rilassante è ideale. Preparatevi, al ritorno in Italia vi sembrerà di essere stati davvero in un altro mondo... la sensazione è strana, ma ne vale la pena!