Blu Antartide



Amo conoscere il nostro pianeta. Amo la Natura e la Civiltà umana. Tra i miei tanti sogni, ve ne era uno sin da bimba. Andare in Antartide: "lì dove l'anima tocca l'infinito...". Ci sono andata e la mia anima ha potuto volare per spazi infiniti tra i ghiacci e le dolci creature del grande freddo!

 

Numero Viaggiatori: 146

Data di partenza: 27/12/2012

Durata: 12 giorni

Luoghi: Penisola Antartica

 

Descrizione del viaggio:

Blu Antartide... La mia anima si è finalmente librata tra spazi infiniti dove lo sguardo non riusciva a raggiungere una fine. Sono stata in Penisola Antartica tra dicembre 2012 e gennaio 2013. Sapevo che andare in Antartide avrebbe colpito per sempre il mio cuore. Eppure non c'è nulla ... dicono in tanti. Invece c'è il suono puro della Natura. Ho camminato tra i pinguini, creature dolcissime e intelligenti. Con la nave abbiamo navigato tra le più belle sculture che la nostra mente possa immaginare: gli Iceberg. Hanno le forme più strane e i colori vanno dal bianco al celeste al blu al verde!

Ho visto la Natura in tutta la sua potenza e bellezza.

In Antartide non ci sono ristoranti, né bar ... nulla. C'è il suono del Creato. Si va con le navi. Io sono andata con l'Explorer della National Geographic. Non ci sono pericoli, sulle navi si mangia bene ... ma purtroppo non sono viaggi a buon mercato.

Fare un viaggio in Antartide vuol dire amare questo pianeta, ma riconosco che bisogna risparmiare un bel po' prima di poterci andare. Molti miei amici sono andati lì. Ci siamo confrontati e sembra che la scelta mia e di mio marito sia stata la migliore in termini di qualità totale. Sulla nave e a terra siamo stati sempre accompagnati da scienziati di cui molti lavorano per National Geographic.

Conclusioni: è un viaggio unico nel suo genere. Direi che è pari solo all'Egitto, anche se i due viaggi hanno peculiarità diverse. In Egitto si ammira l'operato umano e si rimane senza fiato davanti ai templi e alle piramidi. In Antartide si ammira una Natura incredibile.