Verso l'Oriente!



Partiamo da Bologna con una gran voglia di staccare la spina e andare alla scoperta di paesi dal sapore magico, quasi mistico!! Passando dalla grande metropoli agli atolli sperduti!

 

Numero Viaggiatori: 4

Data di partenza: 31/10/2012

Durata: 20giorni

Luoghi: Bali, Singapore

 

Descrizione del viaggio:

Siamo partiti da Bologna in 2 coppie di amici, prima tappa Asterdam, per ripartire poi per la volta di Singapore. Dopo circa 15 ore di volo e un po' provati dal fuso orario qui siamo rimasti 2 notti. Nei 3 giorni a nostra disposizione, abbiamo girato in lungo e in largo la città! Dai centri commerciali giganti di lusso alla ruota panoramica più alta al mondo; per andare alla sera nel quartiere più rinomato di Marina Bay, dove siamo saliti per un aperitivo sul famoso hotel con la barca sul tetto. Che emozione vedere la città da lì!! Ci spostavamo facilmente, con la funzionalissima metro; qui regna la puliza, le regole sono ferree, non si può né bere né mangiare, in città si può fumare solo nel raggio degli appositi bidoni... io ho apprezzato molto tutto ciò. Una città estremamente sicura!!

I giorni seguenti abbiamo visitato il quartiere cinese, dove abbiamo consumato un pranzo economico seguendo poi x il quartire indiano e vari templi! La mattina succesiva siamo ripartiti in aereo alla volta di Denpasar Bali. A Bali, esattamente a Seminiak, ci attendeva una villa bifamiliare gia prenotata da casa, con piscina centrale. Subito abbiamo noleggiato degli scooter per spostarci, meta ovvia il famoso locale Kudetà. Lì ci siamo trovati davanti onde impressionanti!! Bravissimi i surfisti australiani, un po' meno i nostri compagni... Bali era esattamente come ce l'eravamo immaginata ... un tempio induista di seguito all'altro e alcuni buddisti; nei giorni seguenti oltre che al mare siamo stati al famoso tempio di Ulu Watu, arrocato su una collina a picco sulle onde del mare e patria di scimmie, vere e proprie ladre!!! Di ritorno il nostro taxista, che x una modica cifra è rimasto con noi tutto il giorno, ci ha portati nella stupenda spiggia di Padang-padang, metà calma come piace a me e metà con le onde come piace a Nicola.

Ultima tappa prima di tornare a Seminiak, la spiaggia con fortissime onde e piena di ristorantini sul mare di Jimbaran. Nei giorni seguenti un po' di relax in zona o con spostamenti fino alla sponda opposta di Sanur, che in fondo non era poi granché, anzi ci è pure costata una multa di ritorno, tanto ogni scusa era buona x spillarci qualche euro!! Lasciamo Bali per proseguire per le isole Gili, la parte del viaggio più attesa da me che amo le spiagge cristalline, mare calmo ancor  meglio in bassa stagione, una stagione con poca gente, ma x fortuna mai una pioggia.

Noi abbiamo scelto Trawangan dove si trovano più ristorantini nell'unica via dell'dell'isola; abbiamo alloggiato da un austriaco che ha scelto di viver li e ci siamo trovati benissimo, in una semplice casetta vicino al mare. Qui le giornate trascorrevano lente all'insegna del relax, al max un po' di snorkeling!! Spesso ci trovavamo giganti tartarughe proprio vicino a riva, che paradiso! Il ritorno e stato un po' sofferto a causa delle giganti onde che sbattevano da una parte all'altra la nostra barca veloce.

Arrivati comunque sani e salvi ci siamo diretti verso l'interno, precisamente nel famoso paese di Ubud!! A parte la delusione nell'entrare nelle camere del nostro albergo alquanto spoche, sembrava di essere in un'altra dimensione, tra mille tempi e centi massaggi!! Con una jeep con autista abbiamo fatto tutti i luoghi di maggior interesse, dalla Monkey Forest alle risaie passando x l'artigianato locale alle classiche rappresentazioni teatrali! Dopo 2 giorni, zaino di nuovo in spalla e pronti x tornare verso Seminiak, dove abbiamo alloggiato in moderni bungalow in campagna e gustato l'ottimo cibo indonesiano oppure sorseggiato ottimi drink nei locali più alla moda sull'oceano.

Abbiamo concluso il nostro ultimo giorno a Bali visitando il famoso tempio di Tana Lot che è raggiungibile a piedi solo qundo c'e la bassa marea, uno spettacolo, tra uomo e natura!! Eccoci quasi al termine di questo lungo giro, 3 ore e siamo di nuovo a Singapore dove passeremo tutta la giornata in attesa del nostro volo la sera stessa. Tra stupore e meraviglia ci perdiamo nelle vie già addobate x le imminenti feste natalizie, anche se con 35 gradi ci fa veramente stano!! E poi in aereo di nuovo fino a Parigi ed eccoci di nuovo a casa, sicuramente non con lo stesso animo di quando eravamo partiti, ma con il cuore pieno di emozioni e di gioie che non dimenticheremo molto facilmente.