Aliapiedi ... a Dublino - Strade di Belfast



Aliapiedi ... a Dublino - Strade di Belfast David García-Pardo

Il viaggio di Alia continua. Siamo ancora a Belfast, capitale dell'Irlanda del Nord e seconda tappa di questo tour dell'Irlanda. Alia va alla scoperta di questa città "a metà", come sarà lei stessa a raccontarci.

Se vi state chiedendo di cosa stiamo parlando, lo trovate spiegato qui mentre qui trovate gli altri episodi del racconto di Aliapiedi ... a Dublino.

 

 

Ci dirigiamo frettolosamente, per colpa di un cielo sempre più nuvoloso e di un vento sempre più forte, verso la fermata dell’autobus diretto al Gaeltacht Quarter, storica zona di residenza della rivendicativa comunità cattolica, i cui suggestivi murales, vere e proprie opere d’arte, esprimono (ora) sentimenti di pace e uguaglianza, nell'imperitura memoria di agguerriti tempi passati.

Siamo sulla Falls Road, arteria principale di questo quartiere popolare dove, tra umili case di mattoni rossi dalle orgogliose bandiere irlandesi e incomprensibili insegne dalle scritte in gaelico, sembra tuttora viva la tensione, ufficialmente dichiarata conclusa, tra cattolici repubblicani e unionisti protestanti. La storia, a differenza delle immagini dei precedenti, e ben più violenti, murales, non è così facile da cancellare...

Scendiamo dal mezzo di trasporto all’altezza del cimitero della città e, sotto una scenografica pioggia torrenziale che sembra piangere le vive anime dei defunti eroi irlandesi, ci dirigiamo a piedi, o almeno ci proviamo, verso il territorio protestante del Queen’s Quarter, attraversando un non tanto fittizio confine rappresentato dalla grandiosa scultura metallica a forma di sfera denominata The Rise.

Superato questo pretenzioso simbolo del sorgere di un nuovo sole sulla turbolenta storia della capitale dell’Irlanda del Nord, ci rendiamo immediatamente conto di essere passati dall'"altra" parte, come dimostrato dalle bandiere britanniche che svettano orgogliose sui tetti delle poche e umili case di una zona che sembra abbandonata, colpita e distrutta dalle bombe immaginarie, o forse non tanto, del fanatismo politico-religioso. Alquanto sconcertati da questo scenario da Ground Zero dove, anche qui, brillano per la loro assenza tutti quei murales che anni addietro esprimevano i violenti sentimenti locali, riusciamo a trovarne uno, di chiaro stampo nazional-calcistico, dedicato all'orgoglio delle squadre dell’Irlanda del Nord; di tutti gli altri, però, non è rimasta nessuna traccia, o forse è stata volutamente sepolta tra quelle mute macerie circostanti...

 

Il nostro appuntamento con Alia e il suo "Aliapiedi ... a Dublino" è per la prossima settimana, con la sesta puntata. Il libro "Aliapiedi ... a Dublino" è disponibile sul sito Twins Store, oltre che tramite tutti i principali canali di vendita online (Feltrinelli, IBS, Webster).

Il libro"Aliapiedi ... a Dublino" è edito da David and Matthaus S.r.l.

Il blog di Alia Zuffi è aliapiedienfamilia.wordpress.com.

Buon Natale!