VitadaTurista

VitadaTurista

I festival musicali in Italia, specialmente d'estate, rappresentano un panorama vastissimo e ricco di interessanti offerte, che spaziano nei generi e anche nei prezzi, i quali rispondono, bene o male, a quasi tutte le fasce di prezzo, rendendoli dunque appetibili a giovani, adulti, studenti o lavoratori che essi siano.

Oggi, Vita da Turista vi porta, con un giusto anticipo (sapete com'è, prenotare prima del tempo vi permette di trovare ancora posti disponibili a prezzi "umani") alla scoperta dei festival musicali della prossima estate italiana, in un tour da nord a sud tutto sulle sette notte. Pronti a... rockeggiare? 

 

 

Vasto Siren Festival

Vasto è una cittadina abruzzese, affacciata sull’Adriatico. Dopo la visita al Castello Caldoresco, ci consigliamo un tuffo in mare, tra spiagge molto ben attrezzate ma non ancora claustrofobiche come quelle della riviera romagnola. Se poi tutto questo lo farete dal 23 al 26 luglio prossimo, sappiate che c’è il Vasto Siren Fest, una bella realtà attiva ormai da qualche anno. La line up? Verdena, in tour per la loro ultima uscita Endkanz, e James Blake, pupillo della soul elettronica internazionale.

 

Hydrogen Festival, Piazzola sul Brenta (PD)

Vi piace il brit pop, ma non disdegnate l’elettronica? Allora dovete andare a Piazzola sul Brenta, dove vi aspettano Noel Gallagher e i Chemical Brothers, oltre a Ben Harper e Lenny Kravitz. Ma non finisce qui, con il pop di Anastacia. Tutto questo tra giugno e luglio, e già che ci siete, buttate anche un occhio alla splendida Villa Contarini.

 

Rock in Roma

Nella cornice dell'Ippodromo di Capannelle, alle porte di Roma, il Rock in Roma si conferma anno dopo anno come uno degli appuntamenti musicali più ricchi e variegati del mondo italiano. Il cartellone 2015, poi, punta a quantità e qualità eccezionali: da Robbie Williams ai Muse, passando per Fedez e Stromae, fino ai Chemical Brothers (e tanti altri), l'appuntamento capitolino merita davvero una visita.

 

Pistoia Blues Festival

Atmosfere ricercate, al limite tra jazz e rock. Questa è la ricetta che propone la cittadina toscana, nota non solo per i pulpiti trecenteschi di Giovanni Pisano nella Chiesa di sant’Andrea. Ad animare questa edizione del Pistoia Blues Festival saranno i Darkness (ve lo ricordate il noto motivetto a chitarre sonanti in mezzo alle montagne?), Munford&Soon e i Dream Theater. Chiudono due mostri sacri: Santana e Sting. Dal 1 al 24 luglio.

 

Sonisphere, Milano

Milano e Rho non saranno famose solo per l’Expo. O almeno non a luglio. Vi piace il metal? Bene, si parte il 2 giugno con i Metallica, Faith No More, Meshuggahe Gojira. Line up in corso d’opera, altri aggiornamenti in arrivo.

 

Lucca Summer Festival

Nel mese di luglio del 1998, anno della prima edizione, sono stati Bob Dylan e Joe Cocker ad inaugurare questo festival che ormai è diventato uno dei più importanti in Italia e non solo. Programmazione sempre di qualità, dove quest’anno si segnalano di nuovo Bob Dylan, insieme a Francesco De Gregori il 1 luglio; si prosegue il 5 con John Legend. Elton Jhon e Robbie Williams si esibiranno rispettivamente l’11 e il 23 luglio. Chiudono il 28 Snoop Dogg e Marcus Miller.

Sabrina Musco, aka "Freaky Friday, Fashion Blog", è stata a Copenaghen con #InterfloraExperienceTour, un concorso in collaborazione tra Vita da Turista, Interflora Young, RUM JUNGLE e Visit Denmark.

Con il suo occhio attento alla moda, lo stile e il design, ci ha raccontato la sua esperienza danese, fatta di emozioni e sensazioni, linee, colori e forme, in un arcobaleno unico che sicuramente ci farà venir voglia di scoprire Copenaghen, ancora e ancora.

Copenaghen è fra le capitali europee più cool. E’ elegante ed ha uno stile impeccabile, parliamo di moda, design e idee innovative. Ogni pretesto è fonte di idee per valorizzare la città. E’ sufficiente un cantiere per i lavori in corso per creare un #happywall internazionale sul quale comporre il proprio messaggio attraverso caselle colorate da aprire, un’idea social che raccoglie già oltre 7.000 fotografie solo su Instagram, così come una parete multicolore da fotografare.

Ed è così che la capitale danese diventa davvero cool, con la sua capacità e creatività di reinventarsi e valorizzarsi. Lo stile è elegante e curato, le danesi indossano sempre un capo in pelliccia, che sia un gilet o un cappotto, lunghissimi capelli biondi e make-up naturale.

Uno dei mezzi di trasporto più utilizzato è la bicicletta che, qui in Danimarca, si declina con tutte le comodità, a partire da cestelli più grandi in vimini o legno, fino a dei veri e propri carrelli con cuscini per portare i bambini, in una sorta di mini carrozza.

Tutta la città è super attenta ai dettagli, le coperte che i locali forniscono per gustare un cocktail all’aperto sono in pendant con i fiori che vengono messi su ogni tavolino, così da creare un particolare effetto cromatico da un cafè all’altro. Stroget è la strada commerciale pedonale più lunga del mondo ed è sicuramente qui che comincia ogni tour dedicato allo shopping.

Insomma, per chi cerca una location da visitare unica, e non vuole però rinunciare alla bellezza della moda e dello stile, Copenaghen è una meta adattissima, che riesce a soddisfare anche l'occhio e il gusto più esigenti. 

Sabrina Musco

 

Qui potete leggere il "resoconto di viaggio" del Travel Blogger Alessandro Marras, che con il suo occhio turistico ci spiega, racconta e narra le bellezze di Copenaghen.

 

Il fascino della lentezza e di un treno che scorre piano. Questo è quello che in queste giornate di primavera molti vogliono riscoprire. E non serve poi andare troppo lontano per scoprire itinerari che sanno di altri tempi.

Stiamo parlando dei percorsi sulle ferrovie storiche d'Italia, che hanno davvero un fascino unico, frutto di un recupero storico-industriale di opere d'altri tempi. Sono ferrovie dismesse per i trasporti ordinari, ma rivalutate a fini turistici. Vediamo quali, e ammiriamo il loro fascino.

 

 

Ferrovia della Val D’Orcia, Toscana

È stata chiusa nel 1994 e riaperta appena due anni dopo l’alta vocazione turistica. Si trova a soli due chilometri dalla stazione di Asciano ed è un tuffo nella Val d’Orcia. Si parte dalle note Crete Senesi, con l’Abbazia di Monteoliveto Maggiore, con l’incantevole chiostro e gli affreschi di Luca Signorelli (lo stesso artista del Duomo di Orvieto), con le Storie di San Benedetto.

Il percorso poi prosegue per il Monte Amiata fino ad arrivare a Castiglion d’Orcia. Le tariffe (con partenza da Siena), sono 32 euro per gli adulti e 3 per i bambini fino a 10 anni.  Info su: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ferrovia Palazzolo-Paratico-Sarnico, Lombardia

Il tratto corre staccato ma parallelo alla linea Bergamo-Brescia, e costeggia il fiume Oglio per giungere alla riva meridionale del Lago d’Iseo. Il percorso è anche chiamato “Tratto Blu”, per la presenza del fiume e la vegetazione cui da luogo. Gran parte del paesaggio che potrete vedere dal vostro finestrino è costeggiata dai vigneti di produzione del noto Franciacorta, dove spicca qua e là qualche architettura di rilievo, come la residenza nobiliare di Castel Montecchio.

Il tratto è lungo circa 10 chilometri, e prima di giungere al capolinea passa per l’elegante Borgo di Fosio, per arrivare a Paratico e Sarnico. La prima, una moderna cittadina affacciata sul lago d’Iseo, la seconda un borghetto medievale arroccato sulle sue stradine. Per prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ferrovia Sulmona-Isernia, Abruzzo-Molise

È anche chiamata “La Transiberiana d’Italia”, per il suo camminare ad alta quota e, in inverno, tra paesaggi innevati. Il percorso attraversa ben due Parchi nazionali (Abruzzo, Lazio e Molise e Majella) e le Riserve naturali del Monte di Mezzo e del Monte Genzana, ma non mancano i borghi storici.

Tra questi, ricordiamo Sulmona, famosa per i confetti e per aver dato i suoi natali ad Ovidio, ma anche Pettorano sul Gizio, Pescocostanzo e Pescolanciano, oltre che Isernia, città di partenza. Il biglietto, costa 35 euro per gli adulti e 20 per i bambini fino a 12 anni ed include degustazioni di prodotti tipici. Prenotazioni su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Alessandro e Sabrina sono giunti a destinazione! Dopo l'atterraggio a Copenaghen, e l'immancabile video di presentazione del viaggio Interflora Experience Tour - Destinazione Copenaghen, i nostri due viaggiatori d'eccezione si sono diretti immediatamente in città, per assaporare sin da subito le bellezze della capitale danese.

La prima tappa è stata Nyhavn, l'antico porto costruito nel XVIII secolo, una delle maggiori attrazioni della città di Copenaghen, dove è possibile fermarsi a gustare la classica cucina locale, in locali coloratissimi e pieni di fiori, perché si sa, la Danimarca è un arcobaleno a cielo aperto!

 

 

E proprio la cucina è stata al centro di questo primo giorno di esplorazione per Alessandro e Sabrina, che hanno assaporato i gustosissimi hot dog "alla danese", arricchiti da verdure e salse varie. Ovviamente, però, non si può stare tutto il giorno in panciolle, anche se la bellezza multicolor di Nyhavn ci spingerebbe quasi a farlo!

Ed ecco allora che, insieme all'immancabile visita alla Statua della Sirenetta, i nostri si sono immersi nel mondo del design e del fashion, una cifra immancabile nei paesi scandinavi, ma anche in un percorso nella storia e nelle bellezze di Copenaghen, che non poteva non fare tappa a Strøget , la più lunga strada pedonale di tutta Europa.

Qui, ogni appassionato di shopping troverà la sua piccola (piccola è davvero riduttivo, ma passateci il termine!) Mecca, grazie non solo alle tantissime boutiques dei grandi marchi internazionali, ma anche i negozi che vendono prodotti "Made in Denmark", soprattutto design e arredamento, ma anche piccole chicche, come i tradizionali Danish Butter Cookies, i biscotti al burro adattissimi per colazioni, tè delle cinque e... in ogni momento!

 

Continuate a seguire Alessandro e Sabrina su TwitterFacebook e Instagram

 

 

#viaggidivitadaturista #InterfloraExpTour Day1w/ Freaky Friday, Fashion Blog by Sabrina Musco I Viaggi di Ale Go...

Posted by Vita da Turista on Giovedì 26 marzo 2015

Destinazione Copenaghen è il primo viaggio firmato Interflora Experience Tours. I protagonisti, i nostri testimonial della Danimarca, sono Alessandro Marras e Sabrina Musco, selezionati tra quanti hanno partecipato caricando la foto del loro bacio più bello su Vita da Turista. Alessandro e Sabrina sono pronti a partire e sono pronti a farci vivere con loro le straordinarie atmosfere di Copenaghen, capitale della Danimarca e destinazione della loro esperienza.

Prima, però, ci è sembrato giusto presentarveli e abbiamo voluto fare in modo che fossero loro stessi a raccontarsi. Ecco come si sono descritti. 

 

Siamo Alessandro e Sabrina, rispettivamente travel e fashion blogger e siamo pronti per il nostro prossimo viaggio in Danimarca per raccontarvi attraverso i colori di Copenaghen, i profumi ed i fiori che sceglieremo per condividerla con voi. Ci siamo conosciuti proprio così, in un evento, in un viaggio dedicato ai blogger e adesso, ciò che amiamo di più è condividere i viaggi e farli vivere con noi a chi ci segue.

 

Alessandro non è nuovo a esperienze del genere. È un Travel Blogger e Videomaker. È nato a Bolzano e si è diplomato all'accademia romana di spettacolo “Corrado Pani”, diretta da Pino e Claudio Insegno. Dal 2008 "sono diventato un viaggiatore", come dice lui stesso. Ha collaborato come aiuto regista alla realizzazione di diversi filmati per il programma Rai "Alle Falde del Kilimangiaro" e si è innamorato del mondo. Così è nato il suo sito/blog - www.iviaggidiale.com - dove racchiude tutti i video/episodi della nuova serie e le sue esperienze di viaggio. Di sé dice:

 

Nel mio percorso ho scoperto che i sogni possono diventare obiettivi, il mio sogno era scoprire il mondo e riuscire a trasformare queste esperienze in un lavoro ... ora condivido sui social il mio modo di viaggiare e con i miei occhi e i miei video faccio viaggiare tante altre persone.

 

Sabrina ha 25 anni, è del segno dell’acquario e quello che ama fare di più è "curiosare". In primis nella moda, che ha scelto inizialmente anche come percorso di studi, visto che è laureata in Moda e Costume. Da lì ha aperto il suo blog - www.freakyfridayblog.com - "un venerdì pazzo di quattro anni fa". Ama parlare anche di viaggi, cucina e architettura. Le piace scoprire e poi conservare i ricordi con uno scatto e delle parole. Spesso condivide una parte di questi ricordi sul web, con le persone che possiedono come me questa passione. Il web, infatti, dà la possibilità di avvicinarsi virtualmente anche a persone lontane con le nostre stesse passioni. Da qui si è appassionata al mondo dei social, che studia tuttora, visto che è laureanda in Comunicazione e Marketing web. Dice di sé:

 

Questa passione che fonde insieme moda, fotografia, arte, sperimentazione, viaggi, cucina e scrittura la condivido e la racconto giorno per giorno. Diari di viaggio fatti di emozioni a colori, racconti che profumano ogni giorno in modo diverso.

 

 

Pronti a partire: si va a Copenaghen!

Eccoli qua, dunque, Alessandra e Sabrina, pronti a partire per Copenaghen. La partenza è prevista per giovedì 26 marzo.

Il loro sarà un viaggio all'insegna dell'amore. E non potrebbe essere altrimenti quando di mezzo c'è Interflora Young - www.interflorayoung.it - il nuovo concept di Interflora Italia nato per proporre ai giovani un modo smart per regalare fiori. Ogni giornata di questa "vacanza" molto speciale sarà raccontata attraverso un colore, scelto come "fil rouge" di questo racconto day by day. Saranno Alessandro e Sabrina a raccontarci passo dopo passo il loro viaggio, condividendo fotografie, racconti di viaggio, impressioni e imprevisti: tutto ciò che rende un viaggio unico e diverso dagli altri.

A partire da giovedì 26 marzo li potrete seguire sul sito Vita da Turista e sui canali social: la pagina Facebook Vita da Turista (se non siete ancora fan, mettete subito il vostro Mi Piace) e gli account Twitter e Instagram.

 

 

E poi?

Fra tutte le persone che seguiranno il viaggio, ci sarà qualche fortunato che potrà ricevere direttamente a casa degli omaggi floreali grazie a Interflora: così sarà ancora più facile condividere i profumi e i colori che accompagneranno Alessandro e Sabrina durante i cinque giorni del viaggio. Restate sintonizzati per scoprire se anche voi siete tra i fortunati, seguendo gli hashtag #InterfloraExpTour e #ViaggidiVitadaTurista

.

 

 

Ormai ci siamo: destinazione Copenaghen!

La primavera ci invita a uscire di casa (e dal letargo invernale), scoprire luoghi unici e immergerci nella vastissima offerta culturale dell'Italia. In particolare, oggi noi di Vita da Turista vogliamo portarvi non a Milano per l'Expo, non a Roma per il Giubileo in dirittura d'arrivo, ma in giro per il Bel Paese delle mostre.

Eh già, perché il 2015, forse anche con il contributo (in)volontario dell'Esposizione universale meneghina, sarà un anno denso di mostre ed eventi da scoprire. Ed ecco dunque le mostre più belle che ci offre questa primavera 2015 in Italia.

 

 

Modigliani e la Bohème Di Parigi, GAM – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino

Livornese di nascita, parigino di adozione. Amedeo Modigliani è figura che incanta per la sua storia turbolenta, per le sue donne senza occhi e per un amore incontrastato, quello verso Jeanne Hebouterne, che ritrae sempre bella e malinconica. Intorno alla figura centrale di Modigliani, si presenta l’atmosfera culturale creata dalla “École de Paris”, la corrente che ebbe protagonisti alcuni artisti attivi nel primo dopoguerra, spesso esuli ebrei perseguitati nel loro paese di origine, che si raccolsero intorno ai quartieri parigini di  Montmartre e Montparnasse. In questo frangente, la creazione dei capolavori, si affianca un’esistenza fatta di alcool e miseria che, uniti alla morte prematura, hanno contribuito ad avvolgere il personaggio in un'aura di leggenda. Saranno esposte circa 90 opere, tra cui sessanta capolavori provenienti dal Centre Pompidou di Parigi e da importanti collezioni pubbliche e private d’Europa.

 

Arts&Food, Museo della Triennale, Milano

La città lombarda è regina incontrastata di questo 2015 per via dell’Expo. Arts&Food è la mostra allestita al Museo della Triennale, una selezione di 800 opere che hanno a che fare con il cibo, dal 1851 ad oggi. Pubblicità, cinema, arte e design, con un tema che mostra chiaramente le tangenze con l’evento che da Milano sta avendo il suo eco nel mondo. Quando? Dal 10 aprile.

 

Matisse, Arabesque, Scuderie del Quirinale, Roma

Roma celebra l’artista post-impressionista che ha scelto di vivere gli ultimi anni della sua vita nella ridente Provenza, a Nizza per la precisione, dopo aver viaggiato in lungo e in largo per l’Europa e non solo: Marocco, l’Oriente, l’Africa e Russia. Da questa eredità visiva Matisse apprende un senso della decorazione che riesce poi a traslare nella sua pittura in modo moderno, quasi astratto. Per questo la mostra, prende il titolo di Arabesque. Dal 5 marzo, al 21 giugno 2015.

 

Henri Rousseau, Il candore arcaico, Palazzo Ducale, Venezia

 Uno dei geni “borderline” dell’arte europea tra la fine dell’800 e il futuro e prossimo Novecento, tanto che si dice abbia avuto una sua influenza anche sul grande Pablo Picasso. Rousseau è artista che dipinge con la leggerezza e l’intelligenza di un bambino, ritraendo paesaggi e personaggi in contesti reali ma favolistici allo stesso tempo. Al Palazzo Ducale di Venezia, in Piazza San Marco, fino al 5 luglio 2015.

Il sito SkyScanner ha stilato la classifica delle piste da sci più belle d'Italia, quelle dove sciare non è solo una questione sportiva, ma diventa quasi un'esperienza di buon gusto da turismo invernale.

Anche se, infatti, la stagione sciistica si avvia al termine (se il tempo permette, in realtà, si può sciare in diversi luoghi fino a maggio), c'è ancora tempo per godere di questi "sentieri bianchi", e noi vi sveliamo quali sono i più belli.

Al primo posto ovviamente non potevano mancare le Dolomiti, e in particolare l’Armentarola, in Alta Badia. Cosa fa di questo posto l’eccellenza? Gli otto chilometri di piste, le cascate di ghiaccio ai bordi di queste e l’offerta culinaria. Insomma, sciare sì, ma anche tutto il resto vuole la sua parte.

 

 

Al secondo posto, si posiziona il Ventina, in Valle d’Aosta: tremilacinquecento metri d’alta quota. Il comprensorio sciistico ha uno scenario naturale dominato dall’inconfondibile piramide di granito del Monte Cervino. Un ponte verso l’Europa inoltre, dal momento che è collegato con le piste svizzere di Zermatt e quelle francesi della Valtournenche.

L’offerta è tale che per tutti c’è la possibilità di scegliere il percorso che si adatta di più a preparazione ed esigenze, compresi gli "immancabili" fuoripista. Ai più spericolati Breuil-Cervinia offre la possibilità di praticare il parapendio, il kite sailing, l’air board o gommoni da neve, lo snowbike ed escursioni con la motoslitta. Qui inoltre si scia anche in estate, grazie ai ghiacciai di Plateau Rosa e del Ventina.

Al terzo posto di SkyScanner c’è la Spinale Direttissima di Madonna di Campiglio. E’ chiamata “la regina delle nere”, per i suoi due chilometri e mezzo di angoli tortuosi. Il paesaggio naturalistico è degno di nota: inserito nel parco dell’Adamello, la cui particolarità è quella di ospitare ben 48 laghi. Quelli più famosi, raggiungibili con passeggiate di diversa difficoltà, sono il Lago Nambino, il Ritorto (collegati tra loro dal famoso sentiero dei 5 laghi), il Lago delle Malghette e i Laghi di Cornisell. Non perdete anche le cascate del Matarot, in Vallesinella.

Tenerife da scoprire in offerta. La più grande e conosciuta tra le isole dell'arcipelago delle Canarie è altresì una meta ambitissima dai turisti provenienti da ogni parte d'Europa e del mondo, grazie alla natura selvaggia e incontaminata, e le grandi spiagge adatte ai surfisti.

Tra Las Palmas e San Cristobal, patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, le Canarie offrono dei luoghi unici e meravigliosi, tra i quali spicca appunto Tenerife, che potrete scoprire con l'offerta di oggi, tutta da prendere al volo.

Pensate: con soli 334 euro potrete viaggiare a Tenerife per 7 notti e 8 giorni, con pernottamento e volo incluso, grazie a uno sconto ulteriore del 10% che potrà farvi godere una vacanza assolutamente di qualità.

 

 

Soggiorno al Bungalows Barranco

Il pernottamento (con possibilità di prima colazione optional) avverrà presso il sobrio complesso del Bungalows Barranco, a 300 metri dalla spiaggia di Tenerife, situato su due livelli e con tanti servizi aggiuntivi. Avrete a disposizione un appartamento per due persone con una camera e letto matrimoniale.

 

Volo A/R da Roma con Easyjet

Nei 334 euro dell'offerta non è incluso solo il pernottamento, ma anche il volo, e per giunta diretto. Grazie alla compagnia low-cost Easyjet, partirete il 17 giugno alle 12:45 da Roma Fiumicino e arriverete a Tenerife Sud alle 16:40. Il volo di ritorno partirà alle 17:20 dall'aeroporto di Tenerife Sud per giungere a Roma Fiumicino alle 23:00.

 

Ecco il link per prenotare su LogiTravel.it

Basilicata, terra di borghi da fiaba e panorami unici. Non è un caso che Mel Gibson ha scelto di ambientare “La Passione” nelle scenografie di Craco, la ghost town lucana, e non è un caso se anche per altri film più leggeri, come “Basilicata coast to coast”, questa piccola regione al centrosud d’Italia ha fatto la sua degna figura, tra anfratti e boschi e borghi che non si direbbero reali.

"Schiacciata" dalla maggiore conoscibilità internazionale della Puglia dei mari unici, della Calabria della cucina piccante e della Campania di Napoli, Caserta e Pompei, la Basilicata offre destinazioni che meritano sicuramente di essere più degnamente (ri)conosciute. Noi di Vita da Turista vi portiamo in alcuni luoghi unici di questa regione.

 

 

Matera

Non si può non partire dalla Città dei Sassi perché questo si presenta come un enorme borgo. I “sassi” sono sicuramente i due punti più noti, divisi in Sasso Barisano e Sasso Caveoso, il primo più patrizio, il secondo più popolare, ma entrambi scavati nella roccia. Nel secondo, di rilievo sono la chiesa di San Pietro Barisano (del XVI-XVII secolo), interamente scavata nella roccia e il complesso della Madonna Delle Virtù e San Nicola Dei Greci: si trovano su Via Madonna delle Virtù costituiscono un complesso monastico formato da decine di grotte su due piani. Matera inoltre nel 2019 sarà Capitale europea della Cultura, il che vuol dire che vi sarà un’operazione di restyling continua, tra eventi, manifestazioni. Stay tuned.

 

Acerenza

Acaerenza è un piccolo borgo che si trova in provincia di Potenza, anticamente chiamata Acheruntia. Questa cittadina si erge sopra un colle di tufo delimitato dai fiumi Bradano e Fiumarella, suo affluente. Il borgo ha oggi un impianto medievale, ma dalle origini antiche. Tra le architetture più significative, ricordiamo la cattedrale dedicata a San Canio. Molto interessante l’itinerario tra le antiche cantine della città, che testimoniano una tradizione vinicola secolare. Infatti, ai piedi del borgo, si estendono vigneti ridenti, con l’uva aglianico, usata per la produzione del noto vino.

 

Melfi

In questa cittadina si trova uno dei castelli più belli e affascinanti del sud Italia. Melfi si trova nell’estremità settentrionale della regione, ed è conosciuta soprattutto come polo industriale. Ma anche il suo borgo merita, un dedalo di viuzze di origine normanna dove spicca la Cattedrale di Santa Maria Assunta, iniziata nel 1076 su commissione di Roberto il Guiscardo e l’imponente cinta muraria che circonda la città. Ma Melfi deve la sua fama all’imponente castello, scenografia anche di pene d’amore, come quelle di Abelarda, prima moglie di Roberto il Guiscardo che qui fu rinchiusa dopo esser stata ripudiata per un’altra donna.

Siete amanti dello shopping e del lusso sfrenato, e anche quando viaggiate cercate dei luoghi all'altezza delle vostre aspettative, che sappiano essere non solo delle mete di relax e "good travelling", ma anche avere quel qualcosa in più.

Insomma, se siete delle persone intuitive, e se leggete Vita da Turista sicuramente lo sarete, avrete capito che stiamo parlando di hotel particolari, da turisti VIP, da turisti che cercano arte, lusso ed eleganza ovunque, anche tra le lenzuola. Oggi vi portiamo a scoprire gli Art Hotel di tutto il mondo, luoghi fascinosi e incredibili che non potrete perdere se cercate una vacanza al top della qualità e che soddisfi le vostre esigenze lussuose (ma non lussuriose!).

 

 

Hotel Missoni, Kuwait

Costruito all’interno del Symphony Center. Cinque stelle (neanche a dirlo) per 169 camere. Oltre a un centro benessere, una zona fitness all’avanguardia e piscina all’aperto c’è un ristorante con cucina italiana. Il tutto “condito” dalle note tinte pastello del famoso brand italiano.

 

Giorgio Armani Hotel, Dubai

Restiamo sempre in Medio Oriente e andiamo a Dubai. Lo stilista Giorgio Armani non ha badato a spese, ed ha aperto il suo ritrovo per turisti extra-lusso nell’edificio più alto del mondo: la torre di Burj Khalifa. Otto piani di hotel, 9 ristiranti lounge e una super boutique monomarca.

 

Tortuga Bay, Repubblica Dominicana

È stato creato appositamente dallo stilista Oscar de La Renta, scomparso lo scorso ottobre, ed è in un certo senso una delle sue "eredità artistiche". La sua particolarità, è quella di ospitare ben 15 villette dove è possibile godere della migliore privacy. Fiore all’occhiello, un campo da golf tra i più belli dei caraibi.

 

Bulgari Resort, Bali

Anche qui la bellezza della moda italiana torna a farsi vedere, in una delle località marittime più conosciute e apprezzate del mondo. Villette affacciate direttamente sull’Oceano due passi dal tempio di Uluwatu. Il punto di forza? Il design italiano che si fonde con le idee di artisti balinesi.