VitadaTurista

VitadaTurista

Il mare d’inverno "è un concetto che il pensiero non considera", direbbe qualcuno (vedi alla voce Enrico Ruggeri). Il mare d'inverno è un concetto affascinante, a suo modo romantico, forse nostalgico (passeggiate a dicembre sul bagnasciuga per rendervene conto) ma poco turistico. Non in Irlanda, dove hanno saputo trasformare una risorsa naturale, l’Oceano Atlantico sulla costa Ovest, in un vero e proprio esempio di marketing territoriale. Come? Celebrando l'Atlantic Way, la fascia costiera lunga più di 2.500 chilometri, la più lunga al mondo, considerata da Lonely Planet tra le Best in Travel 2015.

Il prossimo ricorreranno centocinquanta anni dalla nascita dell'Atlantic Way e sarà un anno pieno di eventi, organizzati per festeggiare e celebrare il rapporto tra l’uomo, il mare, l’oceano e la letteratura. D'altra parte un viaggio lungo la Atlantic Way non è soltanto un viaggio di acqua salata che si infrange sulle scogliere e di brezza marina che soffia sul viso. La Atlantic Way è fatta di castelli e di pub. Tanti pub, più di settanta, facilmente raggiungibili, visto che lungo questa strada tutto è segnalato in maniera chiara.

 

 

Tra i punti più interessanti, va segnalata la punta più a nord della Wild Atlantic Way, Malin Head, con le sue scogliere a picco sull'oceano. A Banba's Crown è ancora in piedi una solitaria torre d’avvistamento, costruita per scongiurare un’invasione napoleonica mai arrivata. Un retaggio irlandese di donchisciottesca memoria. 

È imperdibile il Glenveagh National Park, come pure non possono mancare al vostro viaggio i castelli e i manieri solitari: uno dei più belli è quello di Donegal, costruito nel XV secolo.

Ma la Wild Atlantic Way è fatta anche di storici pub: la cantante Enya, per esempio, è una frequentatrice abituale di questi luoghi. Per gli amanti della musica, inoltre, una tappa obbligata è la Leo's Tavern a Meenaleck, dove gli U2 cominciarono a strimpellare a suon di stout.

Musica e birra, castelli e natura: il mare d'inverno in Irlanda può essere davvero molto divertente!

Ansia da selfie? Ci sono posti in cui allora è meglio non andare. Per quanto possa sembrare strano, infatti, nel mondo ci sono alcuni posti in cui i selfie sono vietati. Come vedrete, in alcuni casi si tratta di un divieto comprensibile, in altri, invece, potrebbe sembrare una scelta del tutto immotivata. E forse lo è davvero, ma per questo lasciamo giudicare a voi.

In ogni caso se siete tra coloro che non vedono l'ora di immortalare se stessi (e solo se stessi, a volte) in qualunque luogo si trovino, queste destinazioni forse non sono le più adatte. A meno che non abbiate voglia di realizzare il vostro primo selfie illegale.

 

 

Lago Tahoe, USA

In questo grande lago d’acqua dolce, immerso tra le montagne della Sierra Nevada, non è possibile fare selfie. A rendere vietato il tutto è la presenza, indisturbata, degli orsi, cosa che ha trasformato i rangers da “guardiani del parco” a “censori dei selfie”.

 

New York, USA 

Anche nella Grande Mela, stesso divieto, per lo stesso motivo. Negli b stava diventando una moda pericolosamente presente. Allo stesso modo che sull’Empire State Building: braccio allungato e sorrisi stampati sul davanzale rischiavano di rendere la terrazza angusta e pericolosa. È stato necessario correre ai ripari.

 

Spiaggia di Garoupe, Francia

Selfie vietati per motivi di “salute pubblica” e rispetto ambientale. Uno dei luoghi più belli e affascinanti del Mondo (siamo ad Antibes), rovinato dall’ansia dell’autoscatto. Travelers do it better.

 

Amsterdam, Olanda

Il Van Gogh Museum è controcorrente con la politica social. Non più “vieni al museo, ti attiro con un po’ di sana promozione social”; ma la tutela di quel visitatore su tre che va al museo in contemplazione per le opere esposte, per cui basta selfie se questi disturbano la concentrazione. Evviva la sindrome di Stendhal.

 

La Mecca, Arabia Saudita 

Islam e nuovi media. Un conflitto aperto che porterà a nuovi e sicuramente interessanti sviluppi, laddove la frangente più integralista ritiene che la moda dello scatto (e quindi anche quella del selfie) vada contro il principio musulmano della modestia. 

Il freddo inizia a farsi sentire. L'inverno è ormai davanti alla porta e manca meno di un mese all'ingresso "ufficiale" della stagione fredda. Che ne dite di andare a svernare a Marsa Alam? Con meno di 500 euro potrete approfittare di una vacanza indimenticabile e dimenticare per un po' il freddo e il lavoro. Cominciate a preparare la valigia e non dimenticate di caricare "pinne, fucile ed occhiali": in questo piccolo paradiso del Mar Rosso vi occorreranno, non ne abbiamo dubbi.

 

 

 

Quello che fino a pochi anni fa era un semplice villaggio di pescatori, Marsa Alam appunto, oggi è una delle mete preferite da chi ama lo snorkeling e il diving: la Barriera Corallina non lascerà scampo ai vostri occhi. Ovviamente in compagnia di istruttori e maestri pronti ad accogliere i principianti e i più esperti. Un vero spettacolo della natura è anche la Baia delle Tartarughe, ad Abu Dabbab, un parco naturale protetto dal governo egiziano.

Le basi per una grande vacanza ci sono tutte. Prezzo incluso. Il pacchetto comprende volo A/R con partenza da Milano Malpensa il 29 novembre e ritorno il 6 dicembre. Sistemazione al pluristellato Le Mirage Moon Resort. Tutto a soli 470 euro a persona. L'offerta è disponibile su yallayalla.it.

Tanti auguri, Verrazzano Bridge! Uno degli storici attraversamenti di New York, il Ponte di Verrazzano, ha compiuto lo scorso 18 novembre 50 anni. Questa struttura monumentale, che collega Staten Island e Brookyln superando la foce del fiume Hudson, venne infatti inaugurata il 18 novembre 1964, durante il mandato del sindaco Robert F. Wagner e fu costruita in appena cinque anni su progetto dell'architetto svizzero Othmar Ammann, realizzatore anche del Ponte George Washington, il più trafficato al mondo, che si trova sempre a New York.

All'epoca della sua inaugurazione, il Ponte di Verrazzano (dedicato al navigatore italiano del Cinquecento) era il ponte sospeso più lungo al mondo, e ancora oggi è considerato un capolavoro di ingegneria e progettazione.

 

 

 

Lungo complessivamente 1.600 metri, presenta una luce (la distanza tra i due piloni di sostegno) di 1.298 metri, che si elevano sul mare per circa 70 metri, mentre i piloni sono alti ben 210 metri, come il più alto dei grattacieli di Milano. Diviso in due sedi stradali sovrapposte da sei corsie ciascuna, la seconda delle quali inaugurata cinque anni dopo il livello superiore, è un importantissimo snodo di traffico, al quale si accede previo pagamento di un pedaggio che va dai 4 ai 10 dollari a seconda del mezzo che si guida.

Iconico, e simbolo del rinnovamento continuo della città di New York, il Ponte di Verrazzano viene utilizzato come punto di partenza per l'annuale Maratona, un evento che porta in città centinaia di migliaia di persone tra atleti, dilettanti e semplici turisti, ed è inoltre "attraversato" da tutte le navi che, giungendo via mare nella Grande Mela, si recano verso il porto cittadino, nel New Jersey. Al pari della Statua della Libertà e di Central Park, insomma, il Verrazzano Bridge è uno dei monumenti che rendono questa città un must-visit.

Passate le feste, non sarà passata la voglia di festeggiare! Per questo, ecco la nostra proposta per il periodo subito successivo alle vacanze di Natale: un bel weekend a Roma. Con l'inizio dei saldi, è anche un modo perfetto per dedicarsi allo shopping! Per spendere meno, conviene prenotare subito il treno. Per il fine settimana che va dal 9 all'11 gennaio si trovano ottime offerte, da non farsi sfuggire.

 

 

Roma è sempre affascinante, in qualsiasi mese dell'anno: non perdete la visita a San Pietro e di lì raggiungete Trastevere e Piazza Navona, non più gremita di bancarelle natalizie ma pur sempre piena di stand con caldarroste, cioccolata e artisti di strada. Vi è venuta fame? Allora passate a Campo de' Fiori e al Ghetto: qui non potrete assolutamente rinunciare ai noti carciofi “alla giudia” e ai filetti di baccalà fritto. Una vera delizia per il palato! Nella città eterna potrete soggiornare all’Hotel Casa Le Salle, un residence posto all’inizio dell’antica Via Aurelia: è vicinissimo alla Stazione della Metro Cornelia e è a pochi minuti di distanza dalla Città del Vaticano. Colazione continentale inclusa nel prezzo.

Se l'idea di fare shopping a Roma con l'inizio dei saldi vi intriga, sappiate che costa meno di quanto pensate. Il weekend dal 9 all'11 gennaio potrete pernottare a Roma a circa 37 euro a persona. Offerta disponibile su lowcostholidays.it. Mica male!

La rivista statunitense Forbes, la Bibbia di tutti i Paperon de' Paperoni del mondo, ha stilato una lista degli alberghi più lussuosi del mondo. Fin qui niente di strano: basta avere una buona carta di credito che lo permette (come diceva la famosa pubblicità? Per tutto il resto, c'è Mastercard!). 

Ma avete mai immaginato di dormire sott'acqua, nella profondità negli abissi? Se pensate che tutto ciò non sia possibile, "bastano" qualche migliaio di dollari per ricredersi. Qui si parla di acqua vera, non di materassi ad acqua, che per molti rappresentano l'unica associazione possibile tra l'acqua e l'idea stessa di dormire.

 

 

L'hotel da sogno di cui stiamo parlando è il Poseidon Undersea Resort, è il primo resort sottomarino del mondo e si trova alle isole Fiji.

Aiutiamo la vostra immaginazione. Si inizia prendendo un ascensore che vi porterà a 12 metri di profondità. Una volta accomodati nella vostra suite (ce ne sono 30), noterete che solo una parete spessa di 10 centimetri vi separa dal mondo marino: una parete a cupola, il che vuol dire che la prima cosa che vedrete al vostro risveglio saranno gli squali bianchi che nuotano sulla vostra testa. Per i naturalisti, c'è anche uno speciale bottone che permette di nutrire direttamente la fauna marina.

Il romanticismo raggiunge vette inesplorate di notte, quando è possibile spegnere tutte le luci e "illuminare il mare". Il costo? Abbastanza sostenuto, d'altra parte si parla di Forbes: 12 mila dollari a settimana. Chissà, potrebbe essere un’idea per un viaggio di nozze.

Una settimana bianca, magari fuori dall'Italia, è proprio quello che ci vuole per dare quel tocco in più all'inverno. Certo, ci vorrebbe (come sempre) una soluzione capace di abbinare divertimento, sport e portafogli. Perfetto, allora non potrete perdere questa offerta. La meta scelta è l’Austria, l’Hotel il Boutique Hotel al lago Wörthersee, il più grande lago della Carinzia, poco lontano dalla cittadina di Klagenfurt, un vero scrigno di questa regione montana, circondata da vari e tanti laghetti.

 

 

La stessa Klagenfurt merita una visita; si tratta infatti di una tranquilla cittadina di provincia, con un elegante impianto settecentesco, dalla quale si possono facilmente raggiungere le piste e dedicarsi allo sci. E se la giornata si rivela fin troppo stancante, la soluzione per la sera è farsi coccolare in hotel, con una bella e buona cena di quattro portate. Per i più sportivi, c'è anche un’ora di tennis gratuita alla settimana mentre chi ama il relax può dedicarsi a rilassanti sedute. Un sogno in bianco, che costa solo 179 euro per persona.

L'offerta completa e maggiori dettagli sono disponibili sul sito travelbird.it.

Quando si pensa alla metro si pensa solo a un punto di passaggio durante il "lungo viaggio del quotidiano": minuti passati in piedi, passeggeri in attesa sulle banchine, volti che probabilmente non incontreremo mai più. Una riposta umanizzante all'alienazione da metropolitana risale alla Belle Epoque, in Francia, con Hector Guimard e la sua celebre metropolitana di Parigi con motivi floreali.

Oggi altri architetti hanno fatto la stessa scelta di pensiero. Se la metropolitana deve essere il luogo dove un lavoratore o uno studente  residente in una grande metropoli passa il 5% circa della sua vita, perché non fare in modo che questo tempo sia impiegato nel modo più rilassante (e artistico) possibile? Ecco, quindi, alcuni esempi tra quelli sparsi in giro per il mondo.

 

 

Kievskaya, Mayakovskaya And Park Pobedy Stations, Mosca, Russia

 

Forse l’epoca sovietica qualcosa di buono l’avrà pur creato. La metropolitana di Mosca è un concentrato di imponenza ed eleganza: colonne classiche, grandi coperture voltate, mosaici e affreschi alle pareti.

 

Bund Sightseeing Tunnel, Shanghai, Cina

Divertimento assicurato per i più piccoli: una metropolitana che attraversa un fiume e raccorda due quartieri cittadini. La bellezza di questa architettura urbana sta nel suo essere pensata come un tunnel 4D. Vivrete dei veri e propri effetti da cinema: angolazioni che cambiano, colori futuristici e fluo.

 

Rådhuset Station, Stoccolma, Svezia

La metro di Stoccolma vanta il primato di essere la galleria d'arte più lunga del mondo. In questo caso “quantità” fa rima anche con qualità. Ognuna delle 140 stazioni della metro è stata affidata alla creatività di artisti contemporanei, con ambientazioni spettacolari e stili di nuova generazione. Vi si apriranno ogni volta scenari diversi e avrete voglia di prendere sempre un altro treno!

 

Metropolitana di Madrid, Spagna

La capitale spagnola vanta anch'essa un piccolo primato: la sua linea metropolitana è la seconda più estesa d'Europa, dopo quella dell'inarrivabile Londra, ed è la sesta nel mondo. In più è perfetta perché in pochi minuti collega l'aeroporto principale con il centro della città, rendendo ancora più comodo ogni viaggio a Madrid!

 

Formosa Boulevard Station, Kaohsiung, Taiwan

Talmente bella che tante coppie di giovani sposi la hanno scelta come location alternativa per il loro matrimonio. Una cupola in vetro di 30 metri di diametro che copre una superficie di 2 mila metri quadrati per 4 mila pannelli! Uno spettacolo di architettura moderna che non ha paragoni. E possiamo sentirci fieri del fatto che è frutto del genio tutto italiano di Narcissus Quagliata.

Il Natale, si sa, quando arriva arriva. E per molti sarebbe meglio se arrivasse mentre si è su una spiaggia. Succede a Rio de Janeiro dove il Natale è davvero la festa del calore e dei colori. Il calore è quello delle temperature (caraibiche ed estive) mentre i colori sono quelli, caldi anch'essi, di una bandiera che è uno stile di vita.

Anche se non c'è il freddo, per il Natale Rio de Janeiro si veste a festa ma lo fa a suo modo: le vetrine sono rosse ma lo stile è sempre quello carioca.

 

 

Nell’emisfero australe il 25 dicembre è piena estate e dopo aver fatto shopping tra le barbe di Babbo Natale tutti si riversano in spiaggia. Copacabana e Ipanema sono ovviamente le mete preferite da turisti, quelle dove si possono incontrare bikini mozzafiato e donne in abito tradizionale bianco che, sul far della sera, accendono candele votive all’interno delle chiese principali della città. Ogni metropoli che si rispetti, poi, deve avere il suo albero di Natale; a Rio de Janeiro potrete trovarlo, grande e illuminato, al quartiere della Lagoa.

La magia più grande arriva a Capodanno, quando la baia di Ipanema si riempie di barche e pontili da dove guardare gli spettacolari fuochi d’artificio della notte di San Silvestro.

Una tradizione tutta brasiliana è quella di vestirsi di bianco e fare così, vestiti, il bagno in mare, il primo dell'anno, spingendo piccole barchette di paglia e carta. È un modo per rendere propizio il nuovo anno, un rito che risale alle antichissime tribù indigene che la colonizzazione europea non è riuscita a spazzar via.

Divertimento e tribalismo, tradizione e trasgressione: è la magia carioca, anche a Capodanno.

Natale low cost, ma viaggiando. Sembra una contraddizione ma non è affatto così. Con un po' di impegno si può andare in vacanza a Natale, senza spendere un capitale. Anzi, addirittura risparmiando. Prendete nota dell'offerta che stiamo per farvi, perché vi assicuriamo che è davvero imperdibile. Anzi, stavolte le offerte sono tre e sono una più bella dell'altra. Quale preferite? Budapest, Praga o Amsterdam?

 

 

Ogni città ha i suoi motivi per essere visitata. Il problema è scegliere, soprattutto quando ci si trova di fronte a offerte del genere. Per esempio Natale a Budapest può tradursi in un Natale alle Terme, ma con tutto il piacere di trovarsi in una delle città più coinvolgenti d'Europa, che in inverno raggiunge apici di bellezza. E che dire di Praga? Il suo fascino è inconfondibile. E poi, volete mettere passeggiare sul Ponte Carlo mentre tutt'intorno cade morbida la neve... Infine Amsterdam, una delle capitali più gettonate d'Europa, classica meta di "giovani ribelli" ma perfetta anche per un romantico Natale di coppia.

Insomma, le idee non mancano. Quanto costa? Meno di 130 euro a persone, con volo A/R da Bergamo, Milano o Fiumicino e tre notti nella capitale scelta. Ci state ancora pensando? Ecco l'offerta, la trovate su travelbird.it!