Capodanno 2015 a New York. Un sogno che troppo spesso si ferma alle immagini del telegiornale al 1° gennaio, il Capodanno a New York è un'esperienza magnifica che - per chi ne ha la possibilità - vare la pena provare almeno una volta nella vita. La più grande metropoli statunitense, dove tutto è frenesia e movimento, celebra la fine dell'anno vecchio e l'inizio con un rituale antico eppure ogni anno sempre più celebre: la festa a Times Square.

 

 

Nella grande piazza dove confluisce il traffico cittadino, circondata da enormi schermi pubblicitari e palcoscenico naturale per foto, selfie e cartoline la cittadinanza, turisti e locali, guidati dal sindaco e dalle grandi star della musica e del mondo dello spettacolo, attendono l'arrivo della Mezzanotte (quando in Italia sono già le 6 del mattino di Capodanno) con un grande concerto evento. La scena newyorchese quest'anno sarà tutta per Taylor Swift, la cantante del momento che, forte del debutto record del suo nuovo disco 1989 (quasi 1,3 milioni di copie vendute in una sola settimana) intratterrà le decine di migliaia di persone presenti con i suoi più grandi successi, nell'attesa che la grande Ball scenda, secondo per secondo, scandendo così l'arrivo del 2015.

Per chi invece cerchi un'atmosfera diversa, ma altrettanto glamour and chic, l'offerta di locali, ristoranti e Gala dove celebrare il passaggio al 2015 è pressochè infinita: dall'Extravaganza sulla 34esima strada, all'Aspen Social sulla 47esima, ci sono modalità d'ingresso e servizi accessori per tutte le tasche. Considerate, tuttavia, che per la particolarità della serata i prezzi sono maggiori rispetto alla norma: si va da un minmo, generale, di 50-60 dollari fino ai pacchetti VIP, con privé, champagne e servizio esclusivo che non di rado raggiunge gli 800-1000 dollari.

Molto bella anche la possibilità di celebrare l'arrivo dell'anno nuovo a Broadway, assistendo a uno dei numerosi spettacoli che anche in occasione del New Year's Eve non mancheranno di stupire e accompagnare i tanti presenti in città.

Il budget che dovrete disporre per un Capodanno a New York è, nel complesso, abbastanza alto: i voli andata-ritorno (29 dicembre - 3 gennaio) partono da circa 700 euro per un volo con scalo, e raggiungono i 1.000 in caso di volo diretto da Roma o Milano. I pernottamenti in città, soprattutto nelle zone più centrali, partono da un minimo di 200-300 euro a notte, e possono arrivare a oltre 1.000 euro in caso di hotel di prestigio, ma scegliendo soluzioni periferiche o a basso costo (Bed and breakfast, ostelli e via discorrendo) si possono risparmiare molti soldi.

I trasporti all'interno della città saranno l'ultima delle vostre preoccupazioni, grazie all'enorme rete di metropolitana che rimarrà aperta anche durante le primissime ore di Capodanno, permettendovi di tornare rapidamente in hotel dopo aver festeggiato alla grande. Considerate un costo di 2,50$ (circa 2 euro) per ogni singola corsa, e dunque preferirete acquistare la MTA/New York City Transit Pass, una card elettronica e ricaricabile attraverso la quale potrete viaggiare più facilmente ed economicamente, limitando così un altro capitolo di spesa potenzialmente capace di esaurire il vostro budget a disposizione.

 

Parigi è stata di recente nominata la meta preferita dagli italiani per trascorrere il Capodanno. E in fondo, i nostri connazionali non hanno tutti i torti. Dalla Tour Eiffel illuminata a festa, alle scintillanti decorazioni che adornano gli Champs-Elysées, Parigi è la destinazione che maggiormente raccoglie il senso di luminosità e festa per la notte di San Silvestro.

Non per questo, però, dobbiamo orientare la nostra scelta verso un Parigicentrismo dilagante, poiché nella speciale classifica delle dieci destinazioni adatte al Capodanno, ci sono molte città europee (e non solo) che vale la pena visitare, scoprire e conoscere in questi giorni di festa, pur tenendo conto che, secondo i portali specializzati, quasi tutte le mete che andremo a vedere in classifica hanno subito un incremento generale dei prezzi, sintomo forse di un rinnovato afflusso turistico.

 

 

1. Parigi

La meta preferita dagli italiani, come detto, è un trionfo di luci e champagne, per brindare con eleganza e spensieratezza all'arrivo del nuovo anno

 

2. Amsterdam

Imperdibile il Capodanno ad Amsterdam, tra i bellissimi canali illuminati e le innumerevoli occasioni per divertirsi tra locali, discoteche e feste di piazza

 

3. Londra

La metropoli inglese non potrà non stupirvi nella notte più magica dell'anno, con tanto da scoprire e vedere, specie nei quartieri "giovani" come Soho e intorno al Tower Bridge

 

4. Roma

La capitale italiana, con i suoi concerti tra i monumenti e le tante ville, è un luogo ideale per un Capodanno elegante e ispirato alla Dolce Vita

 

5. Vienna

Bellissima, fascinosa e regale, Vienna stupisce durante le feste, tra mercatini e decorazioni, e così anche l'ultimo dell'anno, con tanti appuntamenti per tutti i gusti

 

6. New York

Il count-down in Times Square, con la palla d'alabastro che scandisce i secondi, è sicuramente il modo più conosciuto e iconico per aspettare l'arrivo del 2015

 

7. Barcellona

Tra mare, centro storico e Rambla, Barcellona saprà offrirvi un Capodanno di assoluto divertimento, fino a notte inoltrata e al mattino successivo

 

8. Praga

Guardare i fuochi d'artificio dal Ponte Carlo oppure all'ombra dell'Orologio astronomico, tutto è poesia nel Capodanno di Praga, città più costosa ma non per questo meno bella

 

9. Dubai

Avete mai trascorso il passaggio da un anno all'altro a seicento metri d'altezza? Dubai, e il suo Burj Khalifa, vi aspettano per un Capodanno all'insegna dell'anticonformismo

 

10. Livigno

Tra le Dolomiti splendenti di neve bianchissima, il Capodanno di Livigno si ispira al lusso e alle feste eccentriche, in una doppietta per l'Italia che non può non soddisfare

 

Capodanno nel mondo, all'insegna di particolarità e stranezze che rendono la celebrazione dell'anno nuovo un rituale foriero di "follie", ma anche di allegri e divertenti rituali che ci fanno dimenticare le ristrettezze dell'anno vecchio e guardare con maggiore speranza a quello entrante.

Ecco allora un viaggio tra le celebrazioni di Capodanno più curiose, strane ed eccessive che segneranno il passaggio tra 2014 e 2015. Pronti a festeggiare?

 

 

 

New York

Non potevamo partire che con la Grande Mela. Ognuno nella sua vita ha visto almeno una volta, la scena di un film ambientato a Times Square alle 23.59 (sì, ma del 3 dicembre). E chi ha avuto la fortuna di prender parte a quei momenti vi può dire che è andata esattamente così. Tutto il mondo sembra riunirsi a Times Square durante la notte che annuncia il nuovo anno. Ma la città americana, si sa, è terra dalle mille scelte, per cui, per i poco timorosi, c’è anche un programma a dir poco alternativo. A Voney Coney Island, per esempio, il nuovo anno si saluta bagni e feste nell'Atlantico per il nuovo anno, al Coney Island Polar Bear's Club. Ma non finisce qui. A New York va di moda anche una più classica parata: tra le più originali e solorate senza dubbio la Persian Parade, nata per celebrare il Nowruz, il nuovo anno.

 

Europa

Anche nel vecchio continente il nuovo anno si saluta a suon di bagni i acqua, meglio ancora se fredda. A Venezia ogni anno il gruppo degli “ibernisti” (si, si chiama proprio così), il primo gennaio fa un bagno nelle acque del Lido. Li seguono i cugini alla lontana di Edimburgo, in Scozia. Prima si corre la Fun Run sulla Royal Mile, poi si nuota nel ghiacciatissimo River Forth, e si finisce con un concerto al K T Tunstall. La vicina Londra come al solito mantiene il suo stile, più classico senza dubbio: dallo sfrenato party al Millenium della notte di San Silvestro alla ordinata parata della mattina del Primo dell'Anno. Anche a Danzica, splendida cittadina affacciata sul mar Baltico, il novo anno viene salutato con un tuffo nelle “caldissime” acque del mare: il biglietto per partecipare? Un costume bizzarro.

 

Cina

In Cina, si sa, il Capodanno viene festeggiato un po’ in ritardo rispetto al resto del Mondo, tra il 21 gennaio e il 19 febbraio. In quel periodo dell’anno è d’obbligo vestire in rosso e accendere lanterne colorate (che hanno dimensioni anche giganti). Ne vedrete anche di giganti. Spostandoci in provincie e paesini remoti l’antico folklore fa da padrone: nei villaggi Miao di Xijiang, nella provincia Guizhou, si tiene ogni anno il tradizionale Festival dei Tori.

 

Giappone

Il rito presiede anche alle cerimonie che si organizzano in Giappone: a Tokyo i sacerdoti shintoisti ogni anno organizzano una meravigliosa cerimonia al Santuario Meiji. Circa tre milioni di persone visitano il santuario per pregare affinché il nuovo anno porti salute e ricchezza. Il tutto mentre i fedeli si preparano al “misogi”, il bagno purificatore in acqua fredda.

Nell’atmosfera di Via Veneto, una delle vie più scintillanti e prestigiose del centro di Roma, avrà luogo il il prossimo 31 dicembre il Capodanno 2015 più esclusivo e regale.

Un ultimo dell’anno targato “Dolce Vita” per rivivere i fasti dei tempi felliniani ed il fascino che negli anni ’60 portarono nei club della prestigiosa via le star di tutto il mondo, e un'idea elegante e di particolare interesse per celebrare il Capodanno 2015 all'insegna della "Grande Bellezza" romana.

 

 

Due piani e altrettante aree in cui dilettare il palato con cucina ricercata e la mente con musica dal vivo. Dalle ore 20,00 vi attende il Welcome Drink che farà da apripista ad un succulento menù del gran cenone del Capodanno Restaurant Veneto. Dopo il brindisi di mezzanotte seguirà un programma musicale dance ed il classico cotechino e lenticchie di buon augurio per il nuovo anno.

Il Capodanno Restaurant Veneto 2015 è un evento di particolare interesse, e dunque i posti sono limitati. Obbligatoria, per questo, anche la prenotazione. Maggiori informazioni e i mezzi per prenotare possono essere trovati collegandosi a questo sito.

Quando si fa qualcosa a Capodanno, la si fa tutto l'anno, almeno così recita il vecchio adagio. E così, un po' per scaramanzia e un po' per l'ingenuità che ogni nuovo anno ci porta in dono, cerchiamo idee curiose per riempire il primo giorno dell'anno, tra propositi buoni e concreti (mettersi a dieta, fare una passeggiata) e altri più intimi e personali, sui quali soprassediamo per rispetto dell'altrui pudore.

Insomma, noi di Vita da Turista vogliamo proporvi alcuni consigli utili, una "to-do list" delle cose da fare a Capodanno e che hanno, almeno in parte, una rilevanza turistica, aiutandovi così a riempire le ore che intercorrono dal risveglio post-Veglione all'addormentamento a orari molto anticipati, perché si sa, il 1° gennaio è festa, ma il 2 gennaio si torna a lavoro come sempre!

 

 

Gita fuori porta

Abitudine che rappresenta un mantra per i romani, divertimento elegante per i milanesi, la "gita fuori porta" è un must dell'estate, quando la calura della città si fa insopportabile e cerchiamo rifugio tra colline e laghi. Se il vostro cenone è durato meno del previsto, e siete rincasati a orari civili, potete pensare di svegliarvi alla buon'ora e, approfittando delle strade semivuote e di una calma che regna praticamente solo il primo giorno dell'anno per visitare un luogo che vi ha sempre incuriosito. La scelta è molteplici: dal Lago di Garda a quello di Como per gli abitanti del Settentrione, ai Castelli Romani per i capitolini, fino alle vette dell'Etna per i siciliani e le Cinque Terre per gli amici liguri. Seguite i consigli di una guida o lasciatevi trasportare dall'automobile: scoprirete destinazioni piacevoli e potrete così iniziare un anno all'insegna della... Vita da Turista!

 

Passeggiata sul Lungomare

Mare d'inverno, cantava Loredana Bertè. Per alcuni, il mare è quasi più attraente d'inverno che d'estate, complice lo spettacolo delle onde che si infrangono sul bagnasciuga silenzioso e gli ombrelloni chiusi in attesa di caldi raggi di sole che li facciano schiudere come fiori a primavera. Pura poesia, non trovate? E allora, se la pensate come noi, perché non passare un Capodanno in riva al mare? Dalla Riviera di Cattolica, Rimini e Riccione allo scenografico Lungomare Falcomatà di Reggio Calabria, passando per i lunghi vialoni a palme di Sanremo e senza dimenticare il paesaggio "tropicale" di Termoli, respirerete l'aria ricca di iodio e aspettative del nuovo anno, che chissà, potrà portarvi in crociera o in qualche meta esotica.

 

In giro per musei

Diciamoci la verità: anche quest'anno avete preferito lo stadio ai musei e alle tantissime mostre, suscitando le ire funeste di vostra moglie e non rendendo giustizia ai vostri diplomi e lauree varie. Beh, quando un anno nuovo inizia anche le abitudini possono rinnovarsi. Nonostante i festeggiamenti siano conclusi solo da qualche ora, sono numerosi i musei che prevedono aperture speciali, magari con orari ridotti, per Capodanno. Volete degli esempi? Palazzo Venezia e Villa Giulia a Roma, Villa Adriana e Villa d'Este a Tivoli, l'Anfiteatro Romano di Milano, Palazzo Reale e il Museo di Capodimonte a Napoli, e tanti altri ancora. La lista completa la trovate sul sito del Ministero per i Beni Culturali

 

Città eclettica e dal panorama mondano sconfinato, anche Milano si prepara a celebrare l'arrivo del Capodanno 2015 con un'offerta ampia che tocca tutti i settori e soprattutto permette a locali e turisti di godere di tantissime idee, dal classico concertone in piazza al Veglione a teatro.

Proprio dal teatro vogliamo cominciare la nostra carrellata sul Capodanno 2015 di Milano, e in particolare dal Teatro Filodrammatici, che propone l'interessante Life Changing Experience, uno spettacolo-performance ispirato al Fu Mattia Pascal che, a cavallo tra l'anno vecchio e quello nuovo, promette di farci iniziare il 2015 con uno spirito diverso. Inizio alle 21 con l'aperitivo di benvenuto, poi lo spettacolo vero e proprio, e infine attori e spettatori festeggeranno insieme l'arrivo del 2015. Il tutto viene offerto al prezzo di 45 euro, ridotti a 35 se si decide di acquistare il biglietto prima del 19 dicembre.

 

 

Per chi vuole trascorrere un Capodanno 2015 all'insegna di musica e divertimento, ci sono due proposte che spiccano su tutte le altre: la Discoteca Old Fashion e il Circolo ARCI Magnolia. Nel primo caso parliamo di una discoteca storica della città, che propone il programma "New Year's Eve 2015 - Year of the light", un grande spettacolo di luci che richiama la decisione dell'UNESCO di intitolare il 2015 "Anno della Luce", e che accompagnerà i presenti dalle 19.30 del 31 dicembre fino alle 6 del mattino del 1° gennaio, al costo di 50 euro (buffet, brindisi e classico cotechino+lenticchio). Il Circolo ARCI Magnolia, classico ritrovo alternativo meneghino, proporrà invece uno spettacolo (ancora non ufficiale) nel quale musica indipendente, trasgressione e idee varie daranno vita a una scena di sicuro interesse per quanti già conoscono questo luogo.

Si passa poi alla più classica proposta di piazza: in Piazza Duomo, come del resto ogni anno, si terrà il tradizionale concerto che, dalla prima serata e fino a notte inoltrata permetterà a decine di migliaia di persone di ascoltare i migliori cantanti e gruppi della scena nazionale, mentre a Piazza Affari, davanti il Palazzo della Borsa, ampio spazio alla Notte degli elementi, dove artisti di strada, giocolieri, funamboli e tanti altri ancora si esibiranno in un programma magico che accompagnerà la serata prima del brindisi di Capodanno 2015.

Per chi, infine, vuole trascorrere un Capodanno 2015 all'insegna dell'eleganza e del fashion, la scelta ricade sulla bellissima Villa Borromeo di Cassano d'Adda, dove la serata si dividerà in due parti: il cenone vero e proprio (100 euro, bevande incluse) e il dj set che, dopo il brindisi di Mezzanotte, accompagnerà i tantissimi presenti fino a notte fonda. Presente anche la possibilità di alloggiare nella Villa, per chi sarà poi troppo stanco per rimettersi alla guida e tornare a casa.

Insomma, Milano è pronta per Capodanno 2015. E voi, come passerete l'ultimo dell'anno, e soprattutto dove?

Ieri vi abbiamo proposto alcune soluzioni per festeggiare l'arrivo del 2015 nella cornice metropolitana e moderna di New York. Quest'oggi, invece, per accontentare patriottici e tutti coloro che sono dotati di un budget sicuramente minore, ma che proprio per questo non vogliono rinunciare a celebrare degnamente il Capodanno, ci spostiamo a Roma.

Nella nostra bellissima capitale, che offre durante il periodo natalizio tante attrattive, con mercatini e mostre di tutti i tipi, il Capodanno viene celebrato in moltissimi luoghi, dalle piazze principali ai locali, offrendo così a famiglie, amici, single e turisti l'opportunità di scoprire il lato più festivo dell'Urbe.

 

 

Per gli amanti della musica, iniziamo la carrellata sul Capodanno romano con Amore 015, il grande dj-set che dal 30 dicembre al 2 gennaio riempirà i locali della Fiera di Roma (non lontana dall'Aeroporto di Fiumicino e ben collegata con il centro città) con la migliore musica internazionale, in una sfilata dei generi house, techno, electro e dance capace di soddisfare tutti i gusti. Il biglietto unico di ingresso costa 55 euro, e permette di scegliere tra una delle tre serate.

Manca ancora l'annuncio ufficiale, ma il concerto in piazza sarà l'evento principe della nottata romana. Tante in ogni caso le proposte, "frammentate" tra i luoghi di maggiore frequentazione a Roma come Piazza Navona, Piazza del Popolo, Piazza di Spagna, i Fori Imperiali e il Circo Massimo, dove non mancheranno intrattenimento, spettacolo e tanto divertimento in compagnia.

Per chi preferisce i locali al chiuso, magari temendo nel tempo inclemente, la proposta è tutta da scoprire. Si parte dal Piper, un locale che non ha certo bisogno di presentazioni, e che con questo Capodanno festeggerà i 50 anni di attività. Con un biglietto dal costo di 70 o 50 euro, a seconda del servizio scelto, si potrà festeggiare in un ambiente classico ed esclusivo, godendo anche del nuovo Open Bar aperto proprio per l'occasione.

Ambiente lussuoso e servizio riservato a Casa Novecento, in zona Eur, dove tradizione e modernità si mescolano per offrire un Galà di Capodanno esclusivo. Proposta ancor più "fashion" nella cornice nobiliare di Villa Miani, dove si potrà celebrare l'arrivo dell'anno nuovo con una incredibile vista su Roma, tra il grande cenone, l'open bar e il dj-set fino a notte inoltrata.

Folta anche l'offerta di intrattenimento nei Castelli Romani, dove tantissime ville private, ristoranti e locali di ogni tipo saranno aperti per l'occasione, e si potrà dunque celebrare il Capodanno in grande stile, magari in abito elegante o anche in atmosfere più casual, potendo godere di una posizione privilegiata sulla Capitale e i dintorni.

 

 

Capodanno, croce e delizia di milioni di persone. Grande cenone con parenti, amici, consanguinei e discendenti, o la fuga verso lidi pressochè sconosciuti e male inquadrati? Ogni anno, mentre le vetrine dismettono i prodotti di Halloween e mettono in mostra quelli di Natale, mentre gli americani banchettano col tacchino durante il Thanksgiving, una domanda inizia ad aleggiare tra i freddi venti di novembre: dove andare a Capodanno?

Se anche voi vi siete già posti questa domanda, o stavate incosciamente per maturarla nelle vostre teste, noi di Vita da Turista proveremo a darvi una mano, offrendovi dei consigli adatti per passare un Capodanno all'insegna del divertimento, dei luoghi turistici più belli e, cosa peraltro molto importante in questo periodo, con un occhio al portafoglio. Chi dice che per stare bene bisogna spendere una fortuna? Noi no!

 

 

Montagna, per brindare sotto la neve - I cinepanettoni, almeno quelli meno recenti, ci hanno insegnato che non c'è cliché più riciclato di un Capodanno in uno chalet sulle Dolomiti, tra champagne e caminetto acceso, in compagnia dell'amant... pardon, della moglie! Pellicole a parte, la montagna è una scelta che sicuramente riguarda moltissime persone, attratte dalla magia delle vette innevate, della bellezza di sci e snowboard, ma anche di lunghe passeggiate in centro, dove sorseggiare una cioccolata calda tra una boutique e l'altra, e scatenarsi in discoteca alla sera. Tutto questo è possibile, evitando le mete tradizionali scelte dallo star system, e dirigendosi verso posti meno "VIP", ma sicuramente altrettanto validi. Brunico, "capitale" della Val Pusteria, è una scelta molto valida per chi ama l'ambiente e la serenità di questi luoghi, così come Marilleva è la meta più ambita dagli sportivi irriducibili. Un buon compromesso tra movimento e relax lo offrono Ortisei e Bardonecchia, rispettivamente in Trentino e Piemonte, nelle quali turismo giovane e intrattenimento possono trovare un valido connubio. Tutte queste località offrono alloggi a prezzi accessibili, gastronomie di altissima qualità, e sono facilmente raggiungibili in automobile o in treno.

 

Capodanno in montagna

 

Città d'arte, a caccia di bellezza - Avete mai trascorso la notte di San Silvestro brindando all'anno nuovo in compagnia di decine di migliaia di sconosciuti, sotto l'ombra austera del Duomo di Milano o nella cornice di Piazza del Popolo? Se la risposta è no, forse è la volta buona di farci un pensierino! Roma e Milano, le due più grandi metropoli italiane, offrono sicuramente l'opportunità di passare una nottata, o anche qualche giorno, sentendosi dei turisti privilegiati. Scoprire le bellezze di queste città, ma anche delle colleghe più piccole, come ad esempio Napoli e Firenze, assume ancora più rilevanza in questo magico e vacanziero periodo dell'anno. Tra musei e giardini, il Capodanno è low-cost: tanti infatti i B&B e gli ostelli che offrono camere a prezzi vantaggiosi, magari anche nei paesi limitrofi, mangiando in qualche trattoria o "fraschetta" (queste sì, tipiche della Capitale) e approfittando delle iniziative in piazza per celebrare l'arrivo del 2015 gratuitamente.

 

Capodanno a Roma

 

All'estero con il portafoglio leggero - Dimenticate Londra, con la sua magica Trafalgar Square, e lasciate in soffitta il basco, perché non andremo a Parigi sui trionfanti Champs-Élysées. Le nuove mete "giovani", adatte tanto per l'estate quanto per festeggiare il Capodanno, sono altre. Partiamo dall'elegante e accogliente Bratislava, che negli ultimi anni ha conosciuto un importante incremento turistico. Capitale della Slovacchia, posta a soli 50 km da Vienna, è facilmente raggiungibile in aereo con le principali compagnie low-cost, ma anche in treno, per chi preferisce un viaggio romantico e "slow". Una meta classica, ma in chiave invernale, è Barcellona: passeggiando per la Rambla, ammirando l'architettura gaudista della Sagrada Familia, la capitale catalana è perfetta per chi vuole una destinazione artistica, giovanile, allegra e anche marittima, magari per un coraggioso bagno di mezzanotte; qui i prezzi sono contenuti, vi si arriva con voli frequenti e poco costosi, e le possibilità di mangiare e dormire sono offerte a tariffe vantaggiose. Chiudiamo la nostra carrellata con Praga, una città dal gusto tipicamente europeo, meta prediletta degli studenti liceali, che mescola sapientemente arte e spasso, monumenti e pub, musei e discoteche, il tutto a costi contenuti (in questo caso, tenete bene a mente il cambio: un euro corrisponde a circa 27 corone ceche) e con grande soddisfazione generale.

 

Capodanno low cost a Barcellona