Estate, crisi permettendo, fa rima con vacanza. Se avete programmato il vostro volo con easyJet, però, fate attenzione alla novità introdotta dalla compagnia low cost inglese in tema di bagaglio a mano. A partire dal 2 di luglio, infatti, easyJet ha deciso di ridurre le dimensioni 'garantite' (ovvero sicuramente imbarcate nelle cappelliere o sotto il sedile) dai 'vecchi' 56x45x25 cm a 50x40x20 cm.

In pratica, chi vuole potrà comunque continuare ad avere come riferimento le misure standard, ma col rischio - qualora il volo risultasse particolarmente carico (la compagnia viaggia ormai su una percentuale di 'load factor' del 90%) - di vedersi sistemare il bagaglio nella stiva con relative sconvenienza pratica (impossibilità di servirsi si oggetti personali durante il volo) e attesa al ritiro una volta giunti a destinazione.

 

 

Al momento, come sottolineato da easyJet tramite comunicato stampa, non è prevista alcuna modifica tariffaria e non ci sono quindi sconti per i passeggeri che si vedranno caricare il bagaglio nella stiva. Le uniche eccezioni riguardano invece i titolari della carta Plus e coloro che hanno acquistato biglietti Flexi Fare, posti Up-Front o Extra Legroom, entrambi non oggetti (ma con un solo bagaglio a disposizione) della novità appena introdotta.

La notizia arriva proprio in un periodo particolarmente 'caldo' in tema di bagagli e valigie. Airbus ha infatti lanciato sul mercato la nuova valigia intelligente 'Bag2Go', dotata di ricevitore Gps per poter essere sempre localizzata e capace - attraverso un'applicazione IPhone - di comunicare in tempo reale al possessore l'eventuale superamento del peso consentito nonché informazioni su possibili aperture non autorizzate e danni vari.

Ma le utilità della valigia intelligente non finiscono qua. E' già attivo un sensore di codice a barre (QR code) in grado di comunicare con la compagnia aerea facilitando le operazioni di ckeck-in, mentre in un futuro prossimo sempre Airbus intende aggredire il mercato (già esistente) della 'presa in carico porta a porta' del bagaglio attraverso tariffe inferiori (da 25 a 8 euro) di quelle attualmente in vigore.

Fonte: ansa.it

Il turismo arabo in Italia non è solo un affare di nababbi e sceicchi che, cortei al seguito, si recano nelle meravigliose boutique del lusso italiano oppure entrano dei palazzi del potere per uscire con partecipazioni in società chiave. Lo dimostra l'ingresso di Etihad in Alitalia, ma anche e soprattutto la decisione di Emirates di aumentare ulteriormente la già ampia offerta di voli tra l'Italia e lo scalo internazionale di Dubai.

La notizia, che è passata piuttosto in secondo piano, merita una certa attenzione. Sapevamo già, infatti, che la compagnia di bandiera di Dubai serviva le tre più importanti destinazioni turistiche italiane, ovverosia Roma, Milano e Venezia, con un'offerta piuttosto completa (2 voli al giorno su Roma-Fiumicino, 3 voli al giorno su Milano-Malpensa e un solo volo su Venezia-Tessera), ma nel periodo compreso tra il 26 ottobre e il 1° dicembre prossimo questa offerta verrà ulteriormente potenziata, soprattutto su Milano che si prepara, dal 30 aprile al 30 ottobre 2015, ad accogliere oltre 20 milioni di visitatori per l'Expo 2015.

 

 

L'aeroporto Leonardo di Vinci di Roma accoglierà tre voli, contro i due giornalieri attuali: il terzo sarà un volo notturno, che partirà alle 3:35 da Dubai e atterrerà, ritardi permettendo, alle 7:35 a Fiumicino, e sarà servito dal Boeing 777. Rimarranno immutati gli orari degli altri due voli, quello in arrivo alle 12:40 e alle 19:45, serviti dal gigante dei cieli, l'Airbus A380, con un aumento di passeggeri trasportati settimanalmente nell'ordine del 20%.

Novità anche per Malpensa, che da dicembre accoglierà finalmente l'A380, in uno dei tre voli (probabilmente quello della mattina), il che permetterà alla linea aerea di trasportare, nello scalo varesino, quasi 2.000 passeggeri in più per ogni settimana (per un totale di 96.000 passeggeri in più ogni anno). 

La decisione è stata comunicata da Thierry Antinori, vicepresidente di Emirates con delega al settore commerciale, che ha spiegato come l'upgrade sulle rotte di Roma e Milano sia un "contributo al potenziale turistico delle città italiane", e risponda a un'offerta ancora maggiore sia per coloro che partono dall'Italia, e usano Dubai per raggiungere numerose destinazioni nel mondo, e sia per chi vuole arrivare in Italia, o anche partire verso New York, dato che Malpensa offre un volo Dubai-Milano-New York, molto adatto alla clientela business.

I viaggi in aereo possono essere stancanti, molto stancanti, specie se si viaggia verso mete lontane. Quanti di voi, almeno una volta, non hanno sognato di volare in prima classe, con le hostess sempre a disposizione, una poltrona che si trasforma in un letto completo e pasti di altissima qualità? Le compagnie aeree arabe, Emirates in testa, hanno già da tempo introdotto delle vere e proprie "cabine", con tanto di porte per maggiore privacy, e addirittura bagni con doccia, per rinfrescarsi e arrivare all'atterraggio più sereni e rilassati che mai. 

Etihad, la compagnia che di recente ha acquistato il 49% di Alitalia, ha pensato però di proporre, ai turisti VIP, un lusso ancora maggiore. Sui nuovi A380 della compagnia, infatti, saranno disponibili delle vere e proprie stanze, come in un albergo, che saranno dotate ciascuna di un proprio maggiordomo, scelto tra personale altamente qualificato e addestrato presso le migliori scuole britanniche, come l'Hotel Savoy di Londra.

 

 

Tra i dodici maggiordomi dei cieli ci sarà anche Roberto Lietti, 32 anni di Albavilla, in Lombardia, che ha superato per primo il rigidissimo corso del signor Sean Davoren, ed è stato assunto da Etihad per questo nuovo e curioso posto di lavoro. Per Lietti, un'occasione incredibile di dimostrare il proprio valore come maggiordomo, e per portare nei cieli un pizzico di classe tutta italiana. 

Questo personale altamente qualificato, che viene chiamato dalla compagnia aerea di Abu Dhabi "flying butlers" (i maggiordomi volanti) è composto per ora da sole dodici persone, tutti rigorosamente uomini e in marsina come nella migliore delle tradizioni, che saranno chiamati a soddisfare ogni richiesta di coloro che, per un servizio all'altezza di un hotel cinque stelle, saranno disposti a spendere fino a 16.000 dollari per un volo sola andata.

 

Da oggi prenotare un volo online sarà molto più semplice grazie alle nuove funzionalità lanciate da TripAdvisor; recensioni di compagnie aeree e punteggi consentiranno agli utenti di visualizzare in maniera chiara e concisa le migliori opzioni disponibili e di scegliere così il volo ‘perfetto’, o quasi!

Il famoso portale di recensioni online, fino ad oggi incentrato sugli hotel, strutture ricettive e servizi turistici di vario genere, si lancia sui viaggi aerei, un settore nel quale lamentele e complaints non mancano di certo, ma che sul web non offre grandi risorse in termini di opinioni e giudizi, se non quelle reperibili qua e là tra forum e classifiche.

Secondo quanto rilevato da un sondaggio, condotto proprio da TripAdvisor, il 46% degli italiani ha espresso una notevole difficoltà a reperire informazioni online relative ai servizi offerti a bordo degli aeromobili dalle varie compagnie aeree.
L’indagine ha inoltre evidenziato l’importanza, per il 91% degli intervistati, di utilizzare siti di ricerca voli per comparare i prezzi.
Per il 92% dei partecipanti al sondaggio è invece fondamentale poter visualizzare le tariffe più basse su un unico sito.



Con l’obiettivo di fornire ai viaggiatori una maggiore trasparenza sulle compagnie aeree e i loro servizi, TripAdvisor ha introdotto all’interno del portale una piattaforma che accoglie le recensioni sulle esperienze di volo; per una migliore fruizione delle informazioni e un’esperienza di navigazione più veloce e intuitiva ha nel contempo riprogettato la funzionalità relativa alla ‘ricerca voli’.

Nel concreto la novità mette a disposizione degli utenti maggiori dettagli su ciò che realmente offre un vettore aereo, al di là di tariffe più o meno convenienti.

Accedendo al modulo ‘voli’, oltre alla possibilità di comparare e ricercare i prezzi più bassi, sarà possibile consultare la sezione ‘recensioni’ che, sulla base del sistema ‘flyscore’, fornisce all’utente un punteggio qualitativo generale, espresso come sempre attraverso i celebri pallini verdi su una scala che va da 1 a 10.
Il ‘rating summary’, collocato immediatamente al di sotto del rating generale, fornisce invece nel dettaglio le valutazioni inerenti ai singoli servizi:

  • spazio per le gambe;
  • comodità dei posti;
  • intrattenimento in volo (Wi-Fi, TV, film)
  • assistenza clienti;
  • rapporto qualità/prezzo;
  • pulizia;
  • efficienza di check-in e imbarco;
  • cibo e bevande.

La sezione è ovviamente corredata anche dalle recensioni, positive e negative, rilasciate dai singoli utenti sulle principali compagnie aeree globali.

La nuova funzionalità sulle recensioni dei voli sarà accessibile in  48 Paesi e in ben 29 lingue diverse.

Siete stanchi di dover svuotare le bottiglie d'acqua all'ultimo momento, prima dei controlli di sicurezza in aeroporto, perché non potete trasportare più di 100 ml di liquidi? Non ce la fate più a viaggiare senza la vostra crema idratante preferita in formato maxi? I giorni cupi del "terrorismo liquido" stanno per finire (nel giro di un paio d'anni), grazie a un nuovo tipo di scanner che permette di distinguere tra acqua ed esplosivo, tra liquidi innocui e pericolosi. Se questa soluzione sarà adottata, sarà finalmente abolito il divieto emesso nel 2006 e applicato da pressoché tutte le compagnie aeree del mondo.

Cobalt Insight 100 è il nome di questo nuovo prodotto, realizzato dall'azienda britannica Cobalt Light Systems. Lo scanner è già inserito nei sistemi di controllo di ben 64 scali aeroportuali europei, il più importante dei quali è il London Heathrow, una delle principali "porte d'accesso" del vecchio continente. Questa macchina, dalle dimensioni piuttosto ridotte e assolutamente sicura, scansiona le bottiglie di plastica che contengano fino a 3 litri di prodotto e ne riconosce la composizione con uno scarto di errore inferiore all'1%. In questo modo, lo scanner è in grado di "capire" se il prodotto è pericoloso o se può essere portato a bordo della stiva senza problemi.

 

 

Nonostante il Cobalt Insight 100 sia uno strumento già piuttosto affidabile, l'azienda ha annunciato l'introduzione, entro il 2016, della versione -300, che grazie al miglioramento del sistema di scansione potrà capire anche cosa si cela nei contenitori in metallo, come le lattine e le tradizionali "fiaschette" che spesso si usano per trasportare liquori.

Dagli Stati Uniti sono arrivate critiche sulla reale affidabilità del prodotto, mentre la Commissione Europea ha assicurato che il divieto verrà messo in discussione e, qualora questo prodotto risultasse davvero efficace, addirittura eliminato nel giro di un paio d'anni, permettendo un evidente miglioramento evidente nella qualità del viaggio e risparmiando tante noie quando si preparano le valigie.

Pagina 2 di 2