Natale, tempo di regali, da fare e da ricevere (per fortuna!). Per comprare qualcosa di originale, l'ideale sarebbe andare a Copenaghen, dove si trovano dei cadeaux davvero imperdibili. Sì, perché la capitale danese è anche una delle capitali europee del design. Non solo Sirenetta, insomma (a proposito, sapete che quella stata è stata rubata più di una volta?).

È ufficialmente iniziato il countdown natalizio; manca un mese e mezzo e da oggi al 25 dicembre il calendario scorrerà più veloce che mai. Le cose da fare sono tante e molte sono legate a un minimo comune denominatore: comprare i regali, tanti regali! Certo, sarebbe più facile se fossimo a Copenaghen. La capitale della Danimarca, così come tutta la nazione scandinava, punta molto sul design e sui complementi d'arredo. Difficile capire come si sia sviluppata questa "passione" il motivo, forse è solo una questione di destino. Fatto sta che proprio in Danimarca sono nati e operano alcuni dei più validi artisti del settore.

 

 

Opere da ammirare, volumi dalle linee futuristiche e dal sicuro impatto, create da architetti come Hans J. Wegner, il guru mondiale delle sedie d’autore ce neanche Ikea riesce a copiare, oppure Arne Jacobsen, altro demiurgo del “sedere bene”, creatore della famosissima sedia a "uovo". Per il versante "artistico", la tappa imperidibile è il Copenhagen Design Museum, vero e proprio tempo del design, dove potrete fare un ripasso veloce di tutto quello che non sapete e avreste voluto sapere.

Ma fin dall'inizio parliamo di regali. Non possiamo mica regalare un "pezzo da museo"! Certo che no. Per fare acquisti c'è Strøget, la via dello shopping, dove potrete scegliere tra le marche più note. Le tappe irrinunciabili sono due: i grandi magazzini Illum e Magasin, dove troverete i regali più belli e originali perché il vostro Natale sia davvero chic!

Destinazione Copenaghen è il primo viaggio firmato Interflora Experience Tours. I protagonisti, i nostri testimonial della Danimarca, sono Alessandro Marras e Sabrina Musco, selezionati tra quanti hanno partecipato caricando la foto del loro bacio più bello su Vita da Turista. Alessandro e Sabrina sono pronti a partire e sono pronti a farci vivere con loro le straordinarie atmosfere di Copenaghen, capitale della Danimarca e destinazione della loro esperienza.

Prima, però, ci è sembrato giusto presentarveli e abbiamo voluto fare in modo che fossero loro stessi a raccontarsi. Ecco come si sono descritti. 

 

Siamo Alessandro e Sabrina, rispettivamente travel e fashion blogger e siamo pronti per il nostro prossimo viaggio in Danimarca per raccontarvi attraverso i colori di Copenaghen, i profumi ed i fiori che sceglieremo per condividerla con voi. Ci siamo conosciuti proprio così, in un evento, in un viaggio dedicato ai blogger e adesso, ciò che amiamo di più è condividere i viaggi e farli vivere con noi a chi ci segue.

 

Alessandro non è nuovo a esperienze del genere. È un Travel Blogger e Videomaker. È nato a Bolzano e si è diplomato all'accademia romana di spettacolo “Corrado Pani”, diretta da Pino e Claudio Insegno. Dal 2008 "sono diventato un viaggiatore", come dice lui stesso. Ha collaborato come aiuto regista alla realizzazione di diversi filmati per il programma Rai "Alle Falde del Kilimangiaro" e si è innamorato del mondo. Così è nato il suo sito/blog - www.iviaggidiale.com - dove racchiude tutti i video/episodi della nuova serie e le sue esperienze di viaggio. Di sé dice:

 

Nel mio percorso ho scoperto che i sogni possono diventare obiettivi, il mio sogno era scoprire il mondo e riuscire a trasformare queste esperienze in un lavoro ... ora condivido sui social il mio modo di viaggiare e con i miei occhi e i miei video faccio viaggiare tante altre persone.

 

Sabrina ha 25 anni, è del segno dell’acquario e quello che ama fare di più è "curiosare". In primis nella moda, che ha scelto inizialmente anche come percorso di studi, visto che è laureata in Moda e Costume. Da lì ha aperto il suo blog - www.freakyfridayblog.com - "un venerdì pazzo di quattro anni fa". Ama parlare anche di viaggi, cucina e architettura. Le piace scoprire e poi conservare i ricordi con uno scatto e delle parole. Spesso condivide una parte di questi ricordi sul web, con le persone che possiedono come me questa passione. Il web, infatti, dà la possibilità di avvicinarsi virtualmente anche a persone lontane con le nostre stesse passioni. Da qui si è appassionata al mondo dei social, che studia tuttora, visto che è laureanda in Comunicazione e Marketing web. Dice di sé:

 

Questa passione che fonde insieme moda, fotografia, arte, sperimentazione, viaggi, cucina e scrittura la condivido e la racconto giorno per giorno. Diari di viaggio fatti di emozioni a colori, racconti che profumano ogni giorno in modo diverso.

 

 

Pronti a partire: si va a Copenaghen!

Eccoli qua, dunque, Alessandra e Sabrina, pronti a partire per Copenaghen. La partenza è prevista per giovedì 26 marzo.

Il loro sarà un viaggio all'insegna dell'amore. E non potrebbe essere altrimenti quando di mezzo c'è Interflora Young - www.interflorayoung.it - il nuovo concept di Interflora Italia nato per proporre ai giovani un modo smart per regalare fiori. Ogni giornata di questa "vacanza" molto speciale sarà raccontata attraverso un colore, scelto come "fil rouge" di questo racconto day by day. Saranno Alessandro e Sabrina a raccontarci passo dopo passo il loro viaggio, condividendo fotografie, racconti di viaggio, impressioni e imprevisti: tutto ciò che rende un viaggio unico e diverso dagli altri.

A partire da giovedì 26 marzo li potrete seguire sul sito Vita da Turista e sui canali social: la pagina Facebook Vita da Turista (se non siete ancora fan, mettete subito il vostro Mi Piace) e gli account Twitter e Instagram.

 

 

E poi?

Fra tutte le persone che seguiranno il viaggio, ci sarà qualche fortunato che potrà ricevere direttamente a casa degli omaggi floreali grazie a Interflora: così sarà ancora più facile condividere i profumi e i colori che accompagneranno Alessandro e Sabrina durante i cinque giorni del viaggio. Restate sintonizzati per scoprire se anche voi siete tra i fortunati, seguendo gli hashtag #InterfloraExpTour e #ViaggidiVitadaTurista

.

 

 

Ormai ci siamo: destinazione Copenaghen!

Dalla Spagna alla Norvegia c’è chi sceglie il dolce, chi il salato. Chi non rinuncia a nessuno dei due. Stiamo parlando, e forse lo avrete intuito dalla foto in apertura, del rituale irrinunciabile della colazione.

Oggi vogliamo infatti proporvi un piccolo excursus nel mondo delle colazioni in Europa. Sempre gradite quando si è in vacanza: si sa, con lo stomaco pieno è possibile affrontare le lunghe camminate al freddo di Stoccolma o sotto la tenue pioggia di Londra. Basta essere ben equipaggiati, di calorie, e lasciarsi andare ai sapori che troviamo sul posto. Quali? Scopritelo con noi!

 

 

Spagna

Anche i nostri cugini di secondo grado si tengono fedeli alla linea. Preferibilmente a colazione solo dolce, ma all’occorrenza non disdegnano una buona dose di salato. Vanno per la maggiore i gustosissimi churros (rigorosamente inzuppati nel cioccolato caldo), insieme ai orras dolci, a volte fritti e con le tradizionali e sempre gradite pennellate di cannella. Se vi porteranno in tavola i torrijia, sappiate che sono toast, immersi nel latte dolce e successivamente nell’uovo sbattuto. Il vostro fegato non ringrazierà, ma le vostre papille gustative molto probabilmente sì. Versione salata minimalista: semplice pane al pomodoro.

 

Germania e Danimarca

Burro a volontà, con uovo, wurstel e brioches, sempre al burro anche quelle. Particolarmente in Danimarca, dove spopola da quasi cento anni il delizioso Lurpak, un burro che si trova anche in versione leggermente salata, e che ha conquistato i palati non solo dei danesi, ma anche di tante persone in Europa (Italia compresa) e nel mondo.

 

Regno Unito

La Gran Bretagna è la Regina madre della colazione salata. Come potrete mangiare il bacon a Londra nessuno mai. Fritto (e sfritto), in quell’uovo che è meglio non domandare mai da dove viene, ma assolutamente gustoso. Avete mai provato i fagioli al ketchup? Ebbene, ci provano a fare un buon succo di pomodoro; un sei politico, se non altro per l’impegno. A rischio overdose il toast imburrato.

 

Finlandia, Norvegia, Svezia

Se il bacon vi sembra troppo istituzionale, allora provate a dare un’occhiata a cosa succede nei paesi Scandinavi, dove anche a colazione viene servito il prodotto “primo” per eccellenza. Pesce, pesce e ancora pesce, precisamente tonno o aringhe con pane scuro o integrale, accompagnati con succo di mirtillo o agrumi. Un angolo dolce lo guadagnano, soprattutto in Svezia, i semla, deliziosi maritozzi di pasta di mandorle ripieni di panna, e i kanelbullar, rotolini alla cannella ricoperti di zucchero da leccarsi i baffi.

 

Francia

Una sola parola d’ordine: croissant. Certamente più carichi di burro dei nostri, ma con non meno varianti interessanti. Accompagnati con tè o latte, sono il prodotto per eccellenza della gastronomia del "petit dejeneur", come i vicini d'Oltralpe chiamano la colazione. Da provare anche la tarte tatin, una torta di mele rovesciata nella quale la frutta è caramellata da uno strato di zucchero. Buona, no?

 

Grecia

Il protagonista per eccellenza delle colazioni greche è lo yogurt, un prodotto dal retrogusto leggermente amarognolo che però per loro è più che sacrosanto, tanto che, se il nostro rito è fare colazione al bar, il loro è andare a farla in latteria. Yogurt che ovviamente si sposa bene con frutta e cereali, sopratttto in estate. Non dimenticate la feta, il formaggio salato e dal retrogusto particolare che i greci amano “mixare” nelle loro colazioni, variamente abbinata con pane e ciambelle al sesamo. Chiedete caffè? Vi verrà servita una “brodaglia” simil-turca.

Sabrina Musco, aka "Freaky Friday, Fashion Blog", è stata a Copenaghen con #InterfloraExperienceTour, un concorso in collaborazione tra Vita da Turista, Interflora Young, RUM JUNGLE e Visit Denmark.

Con il suo occhio attento alla moda, lo stile e il design, ci ha raccontato la sua esperienza danese, fatta di emozioni e sensazioni, linee, colori e forme, in un arcobaleno unico che sicuramente ci farà venir voglia di scoprire Copenaghen, ancora e ancora.

Copenaghen è fra le capitali europee più cool. E’ elegante ed ha uno stile impeccabile, parliamo di moda, design e idee innovative. Ogni pretesto è fonte di idee per valorizzare la città. E’ sufficiente un cantiere per i lavori in corso per creare un #happywall internazionale sul quale comporre il proprio messaggio attraverso caselle colorate da aprire, un’idea social che raccoglie già oltre 7.000 fotografie solo su Instagram, così come una parete multicolore da fotografare.

Ed è così che la capitale danese diventa davvero cool, con la sua capacità e creatività di reinventarsi e valorizzarsi. Lo stile è elegante e curato, le danesi indossano sempre un capo in pelliccia, che sia un gilet o un cappotto, lunghissimi capelli biondi e make-up naturale.

Uno dei mezzi di trasporto più utilizzato è la bicicletta che, qui in Danimarca, si declina con tutte le comodità, a partire da cestelli più grandi in vimini o legno, fino a dei veri e propri carrelli con cuscini per portare i bambini, in una sorta di mini carrozza.

Tutta la città è super attenta ai dettagli, le coperte che i locali forniscono per gustare un cocktail all’aperto sono in pendant con i fiori che vengono messi su ogni tavolino, così da creare un particolare effetto cromatico da un cafè all’altro. Stroget è la strada commerciale pedonale più lunga del mondo ed è sicuramente qui che comincia ogni tour dedicato allo shopping.

Insomma, per chi cerca una location da visitare unica, e non vuole però rinunciare alla bellezza della moda e dello stile, Copenaghen è una meta adattissima, che riesce a soddisfare anche l'occhio e il gusto più esigenti. 

Sabrina Musco

 

Qui potete leggere il "resoconto di viaggio" del Travel Blogger Alessandro Marras, che con il suo occhio turistico ci spiega, racconta e narra le bellezze di Copenaghen.

 

Li stiamo seguendo con un pizzico di invidia sulle nostre (e le loro) pagine social, e giunti all'ultimo giorno di questo bellissimo viaggio, è giunto il momento di fare un breve recap dell'Interflora Experience Tour, e delle avventure di Alessandro Marras aka I viaggi di AleSabrina Musco aka Freaky Friday Fashion Blog.

Un viaggio nella capitale danese, Copenaghen, coinciso con due temi fondamentali: i colori, e le bellezze della città. I colori dei fiori, offerti da Interflora Young (che ringraziamo per la collaborazione) che hanno segnato il fil rouge (ma anche jaune et blanche, come direbbero qualche centinaio di chilometri più in basso) di questo bellissimo viaggio, e la città, Copenaghen appunto, che Visit Denmark e i nostri viaggiatori ci propongono con competenza, amore e un pizzico di ironia, che non guasta mai!

 

 

Venerdì a base di rosso, come le bellissime rose di Interflora. Una visita al curioso #happywall, un monumento alla felicità e all'amore, ma anche una passeggiata a Nyhavn, l'antico porto, alla scoperta del n°20, l'abitazione dove ha vissuto il favolista Hans Christian Andersen, e dei LEGO, i mattoncini componibili amati da grandi e piccoli di tutto il mondo, e una delle tante cose delle quali il popolo danese va, giustamente, fiero.

 

Copenaghen day 2.La sera é il momento dei nostri racconti, dopo una cena in un locale tipico danese, e con noi un mazzo...

Posted by Vita da Turista on Venerdì 27 marzo 2015

 

Sabato si è colorato di giallo, come le tante barche e le casette "impilate" del porto, ma anche come i primi fiori che, pur timidamente, segnano l'arrivo della primavera danese. In questa giornata festiva, Alessandro e Sabrina si sono "persi" tra i canali della città, a bordo di una barca che li ha portati a scoprire la città da una prospettiva unica e assolutamente straordinaria, ma hanno avuto modo anche di visitare il Black Diamond, il nuovo edificio della Biblioteca Reale, e la Sirenetta, il simbolo della città e della Danimarca stessa. 

 

Copenaghen day 3.Sì é appena conclusa la nostra terza giornata, qui, nella capitale danese e ne siamo ogni giorno più...

Posted by Vita da Turista on Sabato 28 marzo 2015

 

Domenica dipinta di bianco, per i nostri viaggiatori, che vicino alla statua romantica della Sirenetta si sono lasciati ispirare dalle note di All you need is love, una canzone che non ha certo bisogno di presentazioni. Tra soste nei meravigliosi, piccoli e accoglienti locali della città, Alessandro e Sabrina hanno avuto modo di visitare Ronsemborg, il bellissimo castello sede della Famiglia Reale, con i gioielli della Corona (meraviglioso il Diadema di Cristiano IV), ma anche Torvehallerne, il mercato coperto dei fiori e della gastronomia danese. 

 

Copaneaghen day 4Per il nostro quarto giorno nella capitale danese abbiamo deciso di visitare Rosemborg Castle ed i...

Posted by Vita da Turista on Domenica 29 marzo 2015

 

Cosa li aspetterà in questo quinto e ultimo giorno di vacanza a Copenaghen? Per saperlo, e per tutti gli ultimi aggiornamenti sul viaggio, rimanete sintonizzati sulla nostra pagina Facebook

Una settimana in Danimarca, equamente divisa tra la splendida Copenaghen e l'incantevole Odense.

 

Numero Viaggiatori: 1

Data di partenza: 12/08/2009

Durata: 1 settimana

Luoghi: Copenaghen, Odense

 

Descrizione del viaggio:

Arrivata in Danimarca, finalmente, una meta che sognavo da tempo. Ho solo 1 settimana a disposizione ed ho deciso di passare 4 giorni a Copenaghen e 3 giorni a Odense

Il primo giorno, di mattina, ho visitato la fabbrica della Carlsberg, un giro molto interessante :) con birra omaggio alla fine, nel pomeriggio mi sono trasferita al vasto e bellissimo zoo della città che si trova a circa 1 km. dalla Carlsberg. Il secondo giorno dedicato tutto allo shopping e al divertimento: giro per Strøget fulcro dello shopping nel cuore della città e poi al parco dei divertimenti Tivoli, fino alla chiusura!

Il terzo giorno è dedicato alla cultura. Giro dei bellissimi musei della città: The National Museum, Statens Museum for Kunst, e il modernissimo Museo del Design. Per concludere un giro all'incantevole orto botanico. La mattina del quarto giorno è dedicata ad una fuggevole, ma obbligata, visita alla Sirenetta e un giro in barca tra i canali della città, invece nel pomeriggio ho preso il treno e sono andata all'affascinante Museo di arte moderna Louisiana. Il museo ha anche uno splendido giardino affacciato sul mare, da cui si vede anche la costa svedese.

Ed eccomi arrivata ad Odense, la città natale di Andersen e difatti il mio giro inizia proprio dall'Hans Christian Andersen Museum e la sua casa d'infanzia, dove potete ammirare i suoi bozzetti, le sue figurine intagliate, foto d'epoca e respirare un po' del suo mondo. Il secondo giorno è stata una fantastica immersione nel passato, con una visita al Villaggio di Fionia (Funen Village), un museo all'aperto che e' una ricostruzione della vita in un tipico villaggio danese del XIX secolo. A seguire, visto che si trovava sul percorso, un giro allo zoo.

L'ultimo giorno della mia vacanza ho visitato uno dei castelli più belli e affascinanti della Danimarca: il Castello di Egeskov, che si trova a circa 30 km. da Odense. Un posto magico, decine di stanze arredate con mobili antichi e trofei, con un incantevole giardino, che contiene tra l'altro un labirinto che mi ha dato parecchio filo da torcere!

La mia vacanza è finita purtroppo, ma un po' del mio cuore è rimasto in Danimarca ...

Anche se l'estate ormai volge al termine, prendete appunti per il prossimo anno: le casse di tutta Europa vengono mese alla prova da festival che portano sul palco grandi nomi della musica rock pronti a farvi scatenare al ritmo delle loro canzoni più conosciute. Quale migliore occasione per lasciarsi andare al divertimento più sfrenato? E se i vestiti vi sono d'impaccio... ci sono dei posti dove ve li potete anche togliere

 

 

Glastonbury, dove l'Inghilterra si fa rock

Uno dei più importanti eventi musicali in Europa, oltre ad essere uno dei più longevi. Le prime edizioni ufficiali risalgono agli anni Settanta, e sono quelle a cui parteciparono artisti che erano agli inizi della loro carriera, ma che oggi sono delle icone, come David Bowie.

Il festival di Glastonbury, in Inghilterra, da allora si tiene ogni anno. La rassegna musicale ha delle proporzioni davvero immense, e non solo riunisce i migliori gruppi di tutto il mondo, ma offre musica che spazia dal rock alla dance, dal brit pop all'elettronica, fornendo una visione ad ampio raggio del panorama musicale contemporaneo. L'edizione di quest'anno ha visto il suo momento clou nella partecipazione di un gruppo leggendario, i Rolling Stones.

Glastonbury è anche sinonimo di sballo, dato che la manifestazione è ampiamente conosciuta per l'elevato uso di droghe che si fa tra un brano e l’altro. È un’abitudine che sembra derivare dalle origini hippie del festival…

 

Glastonbury

 

L’isola di Wight: un festival, una leggenda

Nell'immaginario collettivo i grandi raduni musicali sono tre: Monterey, Woodstock e… Wight. Creato alla fine degli anni ’60, il festival vide infatti la partecipazione di cantanti e gruppi che al tempo erano sulla cresta dell’onda e il cui successo è rimasto immutato nel corso degli anni, come i Jefferson Airplane, Bob DylanJoe Cocker e gli Who. L'edizione del 1970 è rimasta famosa per essere stata l'ultima grande esibizione pubblica di Jimi Hendrix.

Dopo alcuni anni di mutismo, nel 2002 il festival ha avuto una rinascita che l’ha nuovamente reso uno dei festival più amati. Da quel momento (e solitamente nel mese di giugno) ha portato avanti la tradizione di proporre grandi nomi della musica: Bon Jovi, ColdplayMuse e Bruce Springsteen.

Inutile dire che l’atmosfera che si respira è quanto mai libera e senza alcun freno inibitorio.

 

Isola di Wight

 

La Capitale da (s)ballare

Il Rock in Roma è una manifestazione musicale che si svolge ogni anno presso l’Ippodromo delle Capannelle, ormai considerato una delle massime rassegne sul territorio nazionale. Non è un caso che una delle ultime edizioni abbia registrato più di duecentomila presenze, che hanno riempito uno spazio come quello delle Capannelle che di certo non è di dimensioni ridotte.

La peculiarità del Rock in Roma è prima di tutto la lunga durata:  non si tratta di un evento di uno o più giorni, ma di un arco temporale di circa un mese.

Un altro principio che ispira l’evento è la varietà dei generi proposti, che permette l’incontro di differenti culture musicali: accanto a Franco Battiato e ai Duran Duran si esibiscono gruppi e solisti quali i Dream Theater, gli Skunk Anansie, Slash e i Cranberries. Musicisti, dunque, che si riconoscono per stili molto diversi l’uno dall’altro.

 

Rock In Roma

 

Roskilde libera tutti

Il Roskilde Festival è il più vecchio, grande ed importante festival musicale della Danimarca e ogni anno, dal 1971, offre quattro giorni di musica a tutto volume, una selezione all'avanguardia fatta di musica  indipendentejazz, elettronica e non solo. La gamma di brani e di performers è quanto mai variegata: si va dal pop di Rihanna alla band islandese dei Sigur Ros, famosissima nel mondo indie.

L’evento è organizzato davvero in grande, con 9 stage diversi e con strutture pronte ad accogliere un pubblico di oltre 100.000 persone.

Pensate che ci sia solo musica? La manifestazione è ben più ampia, lasciando spazio ad altre espressioni artistiche come cinema e teatro.

Ma la vera chicca del mega concerto sapete qual è? Una sua ormai radicata “tradizione”, che solitamente si tiene il sabato: una corsa di nudisti attorno al campeggio. Perché fare tanto sforzo e sfidare il senso del pudore proprio e altrui? Perché il vincitore riceve in premio un biglietto per l'edizione successiva del festival! Data l’ampia partecipazione, si capisce che il gioco vale proprio la candela.

La corsa non è tuttavia l’unico momento per girare senza veli, poiché sono molti i ragazzi che si aggirano tra un palco e l’altro senza vestiti. D’altronde, il mese di luglio pare sia caldo anche in Danimarca…

 

Roskilde Festival

Alessandro e Sabrina sono giunti a destinazione! Dopo l'atterraggio a Copenaghen, e l'immancabile video di presentazione del viaggio Interflora Experience Tour - Destinazione Copenaghen, i nostri due viaggiatori d'eccezione si sono diretti immediatamente in città, per assaporare sin da subito le bellezze della capitale danese.

La prima tappa è stata Nyhavn, l'antico porto costruito nel XVIII secolo, una delle maggiori attrazioni della città di Copenaghen, dove è possibile fermarsi a gustare la classica cucina locale, in locali coloratissimi e pieni di fiori, perché si sa, la Danimarca è un arcobaleno a cielo aperto!

 

 

E proprio la cucina è stata al centro di questo primo giorno di esplorazione per Alessandro e Sabrina, che hanno assaporato i gustosissimi hot dog "alla danese", arricchiti da verdure e salse varie. Ovviamente, però, non si può stare tutto il giorno in panciolle, anche se la bellezza multicolor di Nyhavn ci spingerebbe quasi a farlo!

Ed ecco allora che, insieme all'immancabile visita alla Statua della Sirenetta, i nostri si sono immersi nel mondo del design e del fashion, una cifra immancabile nei paesi scandinavi, ma anche in un percorso nella storia e nelle bellezze di Copenaghen, che non poteva non fare tappa a Strøget , la più lunga strada pedonale di tutta Europa.

Qui, ogni appassionato di shopping troverà la sua piccola (piccola è davvero riduttivo, ma passateci il termine!) Mecca, grazie non solo alle tantissime boutiques dei grandi marchi internazionali, ma anche i negozi che vendono prodotti "Made in Denmark", soprattutto design e arredamento, ma anche piccole chicche, come i tradizionali Danish Butter Cookies, i biscotti al burro adattissimi per colazioni, tè delle cinque e... in ogni momento!

 

Continuate a seguire Alessandro e Sabrina su TwitterFacebook e Instagram

 

 

#viaggidivitadaturista #InterfloraExpTour Day1w/ Freaky Friday, Fashion Blog by Sabrina Musco I Viaggi di Ale Go...

Posted by Vita da Turista on Giovedì 26 marzo 2015

Ed ecco la mia Copenaghen, una città davvero unica dove è facile scoprire il piacere di vivere un territorio a misura d'uomo e dove la cultura e la gastronomia si mischiano perfettamente con i divertimenti e i paesaggi urbani.

La sensazione che ti avvolge appena arrivati è l'accoglienza delle persone. La capitale della Danimarca sa darti una sensazione di calore umano nonostante la temperatura sia spesso poco sopra lo 0°. Le persone sono sempre disponibili e presenti per farti sentire a proprio agio. La città è relativamente piccola ed è un piacere esplorarla.

Si nota subito come sia una città briosa, piena di caffetterie, negozi e chi come me ama provare i piatti tradizionali della gastronomia locale, potrà scegliere diversi ristoranti dove poter gustare il meglio dei sapori danesi. Uno tra tutti il Noma. Ciò che io amo però sono i piccoli locali o i chioschi dove assaggiare il classico street food danese; a Copenaghen non ci si può sbagliare, è il regno degli Hot Dog.

Consiglio a tutti fermarsi in un pølsevogn, assaporare un farcito e gustoso Hot Dog accompagnato da cipolle arrostite. Il gran finale è una bottiglietta di latte al cioccolato... solo così avrai vissuto un momento di vera vita danese. Con la pancia piena è un piacere proseguire poi per le vie sinuose e i palazzi reali della città vecchia, passando per Tivoli, Amalienborg arrivando poi al simbolo di Copenaghen, la Sirenetta. Tra le cose che mi hanno colpito ci sono i gioelli della corona di Rosenborg Slot, davvero strepitosi da ammirare.

 

Sembra che il nuovo e il vecchio mondo siano magicamente fusi con armonia dentro questa città. Nella capitale della Danimarca gli edifici all'avanguardia e le costruzioni dal design raffinato si sposano con l'architettura di un tempo. Il modo migliore per vedere tutto questo è salire in sella di una bicicletta, ma tranquilli, anche a piedi è splendido scoprire i diversi luoghi.

Un altra cosa che consiglierei a tutti è provare la magia di un giro in barca tra i canali della città. Iniziare la navigazione partendo dal porto di Nyhavn, un luogo che io reputo veramente magico, per poi scivolare tra le imbarcazioni e le casette colorate verso gli strettissimi passaggi.

Tra un'esplorazione ed un piatto tipico, vi consiglio di provare una pietanza chiamata Smørrebrød. Se amate fare compere tra le vie di Strøget, un isola pedonale dove poter fare shopping proprio nel cuore della città, potrete trovare tanti negozi tipici. All'inizio della via, vicino alla Kongens Nytorv si trova anche un antico rivenditore di birre e sigari, pensate che è il più antico della Danimarca.

Per concludere vi voglio consigliare alcuni dei quartieri assolutamente di visitare. Iniziate da Vesterbro, che un tempo era conosciuto come il quartiere a luci rosse della città. Oggi invece è stato riqualificato ed è un'area piena di bar alla moda, negozi e ristoranti. Vengono organizzate mostre e ci sono diversi locali da scoprire situati proprio su Istegade e Vesterbrogade.

 

C'è poi un altra zona molto interessante, che è proprio la zona del centro città. Qui che ho scoperto il mio scorcio preferito di Copenaghen. Si tratta del colorato porto di Nyhavn, che significa letteralmente porto nuovo ma che in realtà è il porto vecchio della città. Non dimenticatevi di da visitare poi il palazzo reale di Amalienborg oppure i Giardini di Tivoli e ancora da non perdere è l'appuntamento con la celebre Sirenetta. 

Un altra zona da non perdere è quella che porta tra i canali di Christianshavn, nella famosa Città Libera di Christiania.  Esplorare le vie, i cortili, i vicoli del centro, iniziare scoprendo i negozi più tradizionali per finire nei musei e fotografando gli edifici storici, questa è l'essenza di Copenaghen.

Insomma, Copenaghen è davvero una città che sia di giorno che di notte riesce a regalare emozioni e piaceri unici. Parola di travel blogger!

 

Alessandro Marras

 

Qui potete leggere il racconto di Copenaghen di Sabrina Musco, la Fashion Blogger che ci racconta la sua visione "design e stile" della capitale danese

L'appuntamento di Alessandro e Sabrina con la Sirenetta, simbolo per eccellenza della città danese di Copenaghen, è solo l'inizio di una grande e indimenticabile avventura, che noi vogliamo ripercorrere insieme a loro anche attraverso i video che hanno girato. Sono immagini che permettono un po’ anche a noi di vivere le emozioni che loro hanno vissuto in prima persona nel corso della loro esperienza assolutamente unica. Nel video trovate, infatti, tutti i momenti migliori della prima tappa del loro viaggio in Danimarca, realizzato in collaborazione con Go VisitDenmarkPaesiOnLine/Vita da Turista e Interflora YoungRUM JUNGLE.

La prima puntata de I Viaggi di Ale vi terrà incollati per qualche minuto allo schermo, e vi porterà insieme ai nostri due viaggiatori alla scoperta di tutto quello che c’è da vedere e che non potete assolutamente perdere della capitale della Danimarca, per percepire fino in fondo il suo fascino tutto particolare!