La città di Perugia è pronta ad accogliere l’Umbria Jazz Festival 2016, la 44esima edizione di uno degli eventi musicali più prestigiosi del panorama mondiale.

Dall’8 al 17 luglio le strade, le piazze e i teatri del capoluogo umbro saranno invasi dalle coinvolgenti note della musica jazz, e non solo.

Come ogni anno il programma dell’Umbria Jazz Festival si preannuncia ricco di appuntamenti imperdibili che, dal jazz puro a quello più pop, si preparano a deliziare i palati musicali di appassionati e turisti occasionali.

Tra gli artisti in scaletta spiccano i nomi di Mika, Diana Krall, Buddy Guy ed Ezio Bosso.




L’apertura della manifestazione è affidata a Massimo Ranieri, protagonista del primo concerto all’Arena Santa Giuliana, venerdì 8 luglio a partire dalle ore 21.00.
Il cantante/attore partenopeo porterà sul palco la sua ultima produzione ‘Malìa – Napoli 1950-1960’, una rilettura in chiave jazz delle canzoni napoletane.

Attesissima l’esibizione del 9 luglio all’Arena di Diana Krall, la cantante/pianista canadese che ha riscosso enorme successo con il suo ‘Wallflower’.

Prevedibile il sold out registrato per il concerto di Mika; l’amatissima e seguitissima pop star dalle origini anglo-libanesi si esibirà all’Arena domenica 10 luglio a partire dalle ore 21.30.

Tutto esaurito anche per la performance di Ezio Bosso.
Il pianista che ha incantato il pubblico del Festival di Sanremo con la sua musica e la sua incredibile lezione di vita si esibirà al Teatro Morlacchi domenica 10 luglio.

Lunedì 11 luglio toccherà a Buddy Guy, l’icona del blues che ha ottenuto il Grammy nel 2016 per la categoria ‘Best Blues Album’. Location dell’esibizione ancora una volta l’Arena Santa Giuliana.

Tra i nomi inseriti nel programma di Umbria Jazz 2016 anche Pat Metheney & Ron Carter (13 luglio), Branford Maralis Quartet con Kurt Elling e Melody Gardot (14 luglio), e George Clinton (15 luglio).

Sulla scia dell’antica tradizione, secondo la quale l’evento si svolgeva per strada, l’Umbria Jazz Festival propone, come consuetudine, un  ricco calendario di concerti gratuiti.
Tra gli artisti che si esibiranno all’aperto tra i Giardini Carducci e Piazza IV Novembre figurano i nomi di Fred Wesley, trombonista di James Brown e della band di Ike e Tina Turner, Ray Gelato, Pedrito Martinez e Allan Harris.

Anche quest’anno il Berklee Collegej of Music di Boston, la più famosa scuola di musica popolare  americana, consentirà a oltre 200 ragazzi di approfondire il linguaggio del jazz.
A testimoniare ulteriormente l’attenzione della kermesse musicale jazzistica verso i giovani, la quinta edizione del Conad Jazz Contest, un’importante vetrina per i nuovi talenti desiderosi di farsi conoscere dal grande pubblico.

A corredare il programma dell’Umbria Jazz Festival numerosi eventi culturali e tantissimi appuntamenti imperdibili con l’enogastronomia locale.

Tutte le info sul programma (orari, date, location, acquisto dei biglietti ecc.) sono consultabili sul sito dedicato all’evento www.umbriajazz.com.

 

Dopo una breve "leg" europea che l'ha portata ad esibirsi a Londra, Parigi, Bruxelles, Stoccarda, Zurigo e Madrid, Elisa fa ritorno in Italia, per le ultime due tappe del suo L'Anima Vola - Live in the Clubs, un mini-tour che ha visto esibizioni in luoghi più piccoli e "accoglienti" rispetto alle grandezze dei concerti e dei palaghiacci sparsi per il Bel Paese.

Elisa, con la sua voce delicatissima che ha conquistato gli ascoltatori di tutto il mondo, grazie anche alla scelta di produrre molti dei suoi recenti successi in lingua inglese, sarà in scena venerdì 19 dicembre a Napoli, presso la Casa della Musica, mentre sabato 20 dicembre sarà a Roma, presso l'Atlantico.

 

 

Accompagnata da Andrea Rigonat (chitarra), Victor Indrizzo (batteria), Curt Schneider (basso), Christian Rigano (tastiere), Bridget Cady, Roberta Montanari e Lidia Schillaci (cori), Elisa offrirà agli spettatori di Roma, sabato 20, una piacevole sorpresa: insieme a lei, infatti, si esibirà come guest-star Jack Savoretti, il giovane cantante e chitarrista britannico di chiare origini italiane che ha già ricevuto molti elogi dal mondo della musica, che lo paragona a mostri sacri come Bob Dylan e Simon & Garfunkel.

La cantante triestina, oltre ai suoi pezzi d'autore, proporrà i sette singoli estratti da L'Anima Vola, il suo ultimo disco che ha già vinto ben tre dischi di platino, in un concerto che si preannuncia particolarmente interessante e ricco di pubblico.

Piccolo Grande Cinema è il festival delle nuove generazioni che si svolge dal 21 al 30 novembre 2014 presso le tre sale della Cineteca di Milano (Spazio Oberdan, MIC - Museo Interattivo del Cinema, Area Metropolis 2.0).

È il primo Festival in Lombardia dedicato al cinema per l'infanzia e per i ragazzi con film inediti provenienti da tutto il mondo, ma è anche un’occasione per vivere in prima persona l’esperienza cinematografica grazie a laboratori di cinema, film in anteprima, una mostra, eventi speciali e incontri. Due le programmazioni, una per le scuole e una pensata per le famiglie.

 

 

Attesissima la Notte al MIC, durante la quale quindici bambini potranno esplorare il museo del cinema di notte attraverso una caccia al tesoro di ispirazione nordica.

Tanti gli appuntamenti con le anteprime cinematografiche, tra le quali quest’anno spicca Italo, opera prima della giovane regista siciliana Alessia Scarso interpretata da Marco Bocci, che racconta la storia di un cane randagio vissuto davvero nel piccolo comune di Scicli, morto nel 2011 ma rimasto nel cuore di tutti, una vera e propria mascotte che partecipava agli eventi della cittadina e che accompagnava i turisti lungo le stradine della città barocca.

CastelliExperience propone RistoTrekking 2014: due domeniche all'insegna del divertimento e del buon cibo, dedicate a tutti gli amanti dei Castelli Romani. Due gli appuntamenti, con due percorsi diversi che faranno scoprire ai partecipanti alcuni degli scorci e dei panorami più interessanti di questo territorio alle porte di Roma: il 12 ottobre a Rocca di Papa e il 19 ottobre a Nemi.

Entrambe le escursioni di RistoTrekking 2014 sono aperte a chiunque abbia compiuto 14 anni e non richiedono particolare preparazione fisica per poter essere affrontate. Saranno due belle passeggiate, arricchite dalla presenza lungo il percorso di punti ristoro presso i quali degustare i prodotti tipici dei Castelli Romani; ci saranno olio e pane casereccio, verdure grigliate e porchetta, senza dimenticare l'ottimo vino dei Castelli, uno dei fiori all'occhiello del territorio.

 

 

Domenica 12 ottobre la partenza è fissata a Rocca di Papa, alle 9.30. Il trekking si snoda lungo il Percorso delle Faete con sosta alla Madonnella e all'Area Archeologica delle Grotticelle. Dopo un gustoso ristoro, ecco uno dei punti panoramici più belli dei Castelli Romani e non solo, da cui si dominano di due laghi, quello Albano, o di Castel Gandolfo, e quello di Nemi. Si riparte poi lungo la Via Sacra, antica via romana, fino la rientro. La durata complessiva dell'escursione è di circa 4 ore. 

Domenica 19 ottobre si parte invece dal borgo di Nemi, Bandiera Arancione del Touring Club. L'escursione raggiunge Arco della Portella e la Fontana Tempesta prima di "sfociare" sulla storica Via Francigena e da qui alla meritata sosta. Gusto e bontà prima di toccare il punto più interessante dell'itinerario, quello dal quale si gode della vista sui tetti di Nemi. Uno scenario mozzafiato, perfetto per concludere questa divertente passeggiata. Anche in questo caso l'appuntamento è alle 9.30 e la durata complessiva dell'escursione è di circa 4 ore.

Le due escursioni proposte da CastelliExperience sono a numero limitato. È pertanto necessaria la prenotazione che può essere effettuata sul sito http://www.castelliexperience.it/ristotrekking/ oppure contattando CastelliExperience:

  • email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • telefono: 06 94 95 770

RistoTrekking 2014 è il modo migliore per scoprire arte, natura e gusto dei Castelli Romani. Buon divertimento!

415 anni e non sentirli. Anche per questo 2015 si rinnova l'appuntamento con la Fiera Nazionale di Grottaferrata, una tradizione tra le più sentite della zona dei Castelli Romani, a sud di Roma, grazie alla sua storia secolare, al lungo periodo di apertura (ben 9 giorni) e all'ingresso gratuito, novità questa degli ultimi anni.

Per chi vuole immergersi, per qualche ora, nel mondo delle "fiere popolari", dove tantissimi espositori metteranno in mostra (e in vendita, spesso con assaggi e prove gratuite) i propri prodotti, Grottaferrata rappresenta una meta ideale, soprattutto perché distante solo 15 minuti da Roma, e dunque facilmente raggiungibile.

 

 

Anche quest'anno, tutti i visitatori potranno scoprire la grandissima offerta merceologica e attrattiva della Fiera di Grottaferrata, con i prodotti tipici dell'enogastronomia locale e nazionale, ma anche con tanta offerta di artigianato e natura, oltre agli appuntamenti collaterali, tutti dedicati alla cultura, che si uniscono nei due filoni cittadini: quello della Città del Libro, e quello di Ce steva na vota, la festa popolare che già da tempo riscuote molto successo.

Insomma, dal 21 al 29 marzo, i Castelli Romani avranno il loro "centro ideale" a Grottaferrata, per la 415a Fiera Nazionale, un appuntamento da non perdere per tutti gli abitanti di Roma e dintorni, e per chi sarà in zona in questi nove giorni!

Milano - Interessante e notevole mostra quella che si tiene a Milano, nella cornice del Museo Poldi Pezzoli (Via Alessandro Manzoni 12), dedicata alle opere di Antonio del Pollaiolo, l'artista fiorentino vissuto nel Quattrocento che ha apportato un notevole contributo al movimento pittorio pre-rinascimentale.

La mostra, intitolata non a caso Le Dame del Pollaiolo, si produce attraverso l'esposizione di soli quattro quadri, ma dall'importanza straordinaria. Tra essi, infatti, troviamo il Ritratto di giovane donna, che il Pollaiolo dipinse tra il 1470 e il 1472 ispirandosi a una tuttora non identificata nobildonna del milanese, e che è conservato proprio nel Museo. A partire da quest'opera centrale, fulcro della collezione museale, si dirama la mostra, che mette a confronto il messaggio di femminilità, bellezza e nobiltà delle donne raffigurate su tela.

 

 

Gli altri tre quadri fanno parte della collezione dei "ritratti di profilo", attribuiti ad Antonio e Piero del Pollaiolo, e generalmente conservati presso gli Uffizi di Firenze, lo Staatliche Museum di Berlino e il MET di New York. Si tratta, dunque, di un'occasione unica per scoprirli e ammirarli insieme, per la prima volta, nella sede meneghina del Museo Poldi Pezzoli.

La mostra rimarrà aperta fino al 16 febbraio 2015. Il biglietto d'ingresso intero costa 10 euro, 7 per quello ridotto. Ulteriori informazioni possono essere trovate sul sito ufficiale del museo.

 

Sanremoinfiore 2015 è il Carnevale di Sanremo, uno degli appuntamenti più attesi della cittadina della riviera ligure famosa per il festival della canzone italiana e per i suoi coloratissimi fiori.

L’evento si tiene domenica 8 marzo e, alle porte della primavera, rappresenta l’occasione giusta per vivere una bella giornata all’insegna della bellezza e del divertimento.

La cornice privilegiata di quest’evento non poteva che essere il celebre Corso Fiorito di Sanremo, da cui parte tutta la manifestazione e che diventa il teatro della tradizionale sfilata dei Carri Fioriti, è che è l’attuale erede delle sfilate di carrozze fiorite dell'antico Carnevale di Sanremo dedicato alla Dea Flora.

Se vi state chiedendo cosa rende questo Carnevale diverso e, in un certo senso, speciale rispetto a tutti gli altri festeggiamenti 'carnevaleschi' della penisola, noi abbiamo la risposta.

Molti sono, infatti, gli elementi tipici della festa del Carnevale che si possono ammirare anche in quest’occasione, anche se nel Carnevale di Sanremo sono ‘rivisti e corretti’: i tradizionali carri allegorici sono tutti realizzati con i fiori, e sono carri da grandi numeri in quanto per la realizzazione di un singolo carro fiorito si arrivano ad utilizzare dai 20.000 ai 50.000 fiori.

Sin dalla sua nascita, infatti, la sfilata dei carri fioriti è anche intesa come un'elegante vetrina della più bella produzione floricola della città. Altri ancora gli elementi che rendono quello sanremese un carnevale fuori dagli schemi, primo tra tutti il periodo. Vi siete chiesti come mai si festeggia i primi di marzo? Si tratta di un periodo diverso da quello classico, una sorta di Carnevale fuori stagione. Un'altra caratteristica che rende quello sanremese un Carnevale fuori dagli schemi! Non c’è, infine, il contorno di bimbi mascherati e di coriandoli.

Il percorso è accompagnato da bande musicali e gruppi folcloristici, che con musica e colori rendono il Corso Fiorito una vera e propria festa.

"Felice Casorati - Collezioni e mostre tra Europa e Americhe", è questo il titolo della mostra evento che si è aperta nelle sale della Fondazione Ferrero di Alba, in Piemonte, e dedicata al maestro Felice Casorati, nato nel 1883 e scomparso nel 1963, artista di punta del cosiddetto "realismo magico" del Novecento.

 

 

In collaborazione con la Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino, la Fondazione Ferrero ha promosso questa mostra dal grande valore culturale, che proseguirà fino al 1 febbraio 2015, sotto la direzione di Giorgina Bertolino, che da anni studia la produzione di Casorati e il suo particolare legame con i linguaggi pittorici del Novecento, dal quale si è spesso discostato in cerca di un maggiore idealismo pittorico.

La mostra, accessibile gratuitamente tutti i giorni tranne il martedì dalle 15 alle 19 (nei giorni feriali) e dalle 10 alle 19 (nei giorni festivi), rimarrà chiusa il 24, 25 e 31 dicembre e il 1° gennaio 2015, in occasione delle festività di Natale e Capodanno; vi saranno esposti ben quaranta dipinti, molti inediti e mai esposti al pubblico, in quanto la maggior parte provenienti da collezioni private.

Torino - Sarà l'elegante cornice della Biblioteca Reale di Torino (inserita da tempo nella lista UNESCO dei patrimoni dell'Umanità insieme alle altre Residenze Sabaude della fu capitale d'Italia) ad ospitare, fino al prossimo 14 gennaio, la mostra di presepi "Anche qui è nato Gesù".

Si tratta di una interessante collezione di presepi provenienti da tutte le parti del mondo, e quindi con significative differenze stilistiche e di progettazione delle opere, che potranno essere ammirati in una cornice estremamente valida dal punto di vista storico-culturale.

 

 

Tra bracieri di incenso, pescherecci abbandonati e piccoli villaggi, la scena madre della Natività sarà allestita in luoghi, scenari e posizioni insolite e curiose, con l'effetto di creare scompiglio e interesse al contempo nel visitatore.

La mostra sarà visitabile come detto fino al 14 gennaio 2015, negli orari di funzionamento della biblioteca, ovvero dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16, mentre il mercoledì l'orario delle visite sarà prolungato fino alle 18.

Nella prestigiosa cornice di Palazzo Te, monumento simbolo di Mantova, i visitatori potranno visitare, fino al prossimo 6 aprile 2015, la mostra-retrospettiva evento dedicata a Joan Mirò, geniale artista del Novecento che con le sue opere e i suoi metodi innovativi contribuì non solo alla ridefinizione del gusto artistico, ma anche alla sua contemporanea trasformazione in seno ai cambiamenti sociologici e culturali del mondo.

 

 

La mostra, dal titolo Mirò, l'impulso creativo si propone non solo di ripercorrere la vita di Mirò come personaggio e come artista, ma anche di analizzare e per certi versi sviscerare quelle pulsioni artistiche che, anche in età avanzata, lo portarono a realizzare opere ricche di significato, e molte delle quali (cinquantatre, quelle esposte al pubblico) sono state trasportate a Mantova per la mostra direttamente dalla Fundacio Pilar i Joan Miró che si trova sull'isola baleare di Mallorca.

Proprio la Fondazione che fa capo all'artista spagnolo scomparso nel 1983 all'età di 90 anni ha collaborato, insieme al Sole 24 Ore, quotidiano economico-finanziario tra i più diffusi in Italia, alla realizzazione di questo straordinario evento, la cui direzione artistica è stata riposta nelle mani sapienti di Elvira Camara Lopez, già direttrice della Fundacio mallorchina. Il biglietto per accedere alla mostra costa 12 euro (10 ridotto), ed è possibile visitarla il lunedì dalle 13 alle 19, dal martedì alla domenica dalle 9 alle 19 e solo il venerdì dalle 9 alle 23.

La mostra rimarrà chiusa il giorno di Natale, mentre sarà aperta con orario 9-19 il 31 dicembre e 1 gennaio 2015 e con orario 9-23 il 26 dicembre.