Siete mai stati a Londra? Se la risposta è no, oppure se l'avete già visitata e volete riscoprirla, ma senza spendere troppo, sappiate che abbiamo trovato l'offerta che fa al caso vostro, e che vi permetterà di visitare la capitale britannica, per 6 giorni, con soli 299 euro!

L'offerta ci arriva da TravelBird, noto (e affidabile) portale di online travel booking, che ci propone una interessante combinazione di volo + hotel, con interessanti aggiunte e soprattutto con un rapporto qualità-prezzo davvero competitivo, tra le quali la romantica Crociera sul Tamigi, per scoprire Londra da una prospettiva diversa e unica.

 

 

Il soggiorno - Una volta giunti a Londra, dove sarete colti dalle bellissime atmosfere del Tower Bridge e del Palazzo del Parlamento, con il suo imponente Big Ben, potrete alloggiare al Great Dover Street Apartments, situato nel centrale quartiere di Southwark, nei pressi della stazione Elephant & Castle della Tube.

L'offerta prevede la sistemazione in camera doppia, dotata di armadio, scrivania, frigorifero e bagno privato con doccia annessa. 

 

Il volo - 299 euro, volo incluso! E sì, perché nell'offerta odierna è anche compreso il volo con Ryanair, nota e affidabile compagnia low cost, che vi permetterà di arrivare all'Aeroporto di Londra Stansted, ottimamente collegato col centro città, partendo da Roma Ciampino, Milano - Orio al Serio, Pisa o Bologna, a seconda della vostra preferenza.

Se volete approfittare di questa offerta, ecco il link diretto alla pagina di prenotazione su TravelBird. Buon viaggio!

Londra da scoprire con un'offerta che vi farà venir voglia di preparare subito le valigie. Dalla bellissima prospettiva di Buckingham Palace, residenza ufficiale di Elisabetta II, passando per la storica Trafalgar Square e il monumento all'ammiraglio Nelson, per poi immegersi nel British Museum e le sue straordinarie opere d'arte provenienti da tutte le parti.

E poi Hyde Park, per rilassarsi all'ombra mentre il sole di maggio riscalda il cielo della City, ammirare il Tamigi dal nuovo pavimento in cristallo che corre a quaranta metri d'altezza sul London Bridge, e magari fare una capatina a Wimbledon, il tempio del tennis dove riecheggiano i trionfi di Pete Sampras e Roger Federer. Insomma, Londra è davvero una città adatta a tutti i gusti, e quest'offerta fa altrettanto!

 

 

65 And Annex hotel in offerta per 3 notti

 

L'offerta che vi proponiamo oggi arriva direttamente da LogiTravel.it, un portale affidabile e sicuro per le vostre prenotazioni di voli e hotel, e propone un alloggio in camera doppia presso il 65 and Annex, un elegante hotel in stile "Victorian House" situato sulla Shepherds Bush Road, nella zona di Hammersmith, a poca distanza da ben stazioni della Tube, la metropolitana londinese.

Alloggerete in un tipico B&B inglese, con trattamento di pernottamento e prima colazione, e soprattutto con tanti servizi disponibili. L'hotel, infatti, è dotato di WiFi gratuito, bagni privati con asciugacapelli e ferro da stiro, oltre alla caffettiera e teiera per rilassarvi e di televisione.

 

 

 

In volo da Roma a Londra

 

L'offerta non finisce qui! Nel costo di 203 euro, infatti, è incluso il volo A/R da Roma, rotta servita dalla nota compagnia low-cost Ryanair. La partenza è prevista dall'aeroporto di Ciampino, il 9 maggio alle 17.30, e l'arrivo allo scalo di Londra Stansted alle 19.15 ora locale.

Il ritorno avverrà sempre da Stansted, con partenza del vostro volo alle ore 19.40, e con rientro previsto a Roma Ciampino alle ore 23.15. Nel costo del biglietto è inclusa la possibilità di trasportare due piccoli bagagli a mano, e non sono previsti costi aggiuntivi per pagamenti con carta di credito.

 

Ecco il link diretto all'offerta sul sito di LogiTravel.it

Non è detto che gli amanti della lettura non possano coniugare la loro passione con i piaceri del viaggio. Anzi. Sparse per il mondo esistono ancora oggi le case dove importanti autori hanno vissuto e dove hanno prodotto alcuni dei loro lavori più importanti e conosciuti. 

 

 

Una grande casa per un grande poeta vate

Partiamo dall’Italia, terra di scrittori e di poeti. Sulle rive del Lago di Garda emerge maestoso il complesso del Vittoriale dove Gabriele D'Annunzio visse gli ultimi anni della sua vita. La casa-museo di D'Annunzio, la Prioria, si trova all'interno di quello che è un insieme molto ampio e ricco di edifici, piazze, teatri e giardini. I suoi interni sono formati da una serie di stanze dai nomi simbolici, tra le quali spicca la Sala del Mappamondo, la biblioteca in cui sono conservati più di 30000 volumi raccolti dall’autore nel corso della sua esistenza. 

Nella parte più alta del parco del Vittoriale, detta Monumentale, si trova invece il Mausoleo dove è custodita  la tomba del poeta.

L'edificio ospita, inoltre, due musei dedicati alla figura dell'artista. Il Museo D'Annunzio Eroe è dedicato alle sue imprese militari, mentre il Museo D'Annunzio Segreto raccoglie oggetti personali e privati come vestiti, scarpe, le vesti che faceva confezionare per le sue donne, gli oggetti da scrivania e i suoi gioielli.

Sono tuttora presenti due delle ultime automobili possedute da d'Annunzio nel corso della sua vita, tra cui la Fiat T4 con la quale fece il suo ingresso a Fiume.

 

La Londra di Dickens...e Dickens a Londra

In una zona tranquilla di un sobborgo di Londra visse il grande romanziere inglese Charles Dickens. Vicina alla City e alle vie lungo il Tamigi (dove Dickens conduceva le indagini per i suoi romanzi),  la casa in cui risedette solo un paio d’anni fu un porto sicuro dove vennero scritti o completati alcuni dei suoi lavori più famosi, tra cui Oliver Twist

Attualmente la bella residenza londinese contiene un museo che è una tappa obbligata per gli estimatori di oggi dell’autore: conserva infatti le rare prime edizioni dei libri di Dickens, i suoi manoscritti, le lettere personali. Il tutto in un’atmosfera che sembra essere rimasta ferma nel tempo, grazie alla presenza di gran parte del mobilio originale.

I miserabili non vivevano a Place des Vosges, ma il loro autore sì

Victor Hugo è uno dei maggiori autori francesi, e la sua casa non poteva che trovarsi a Parigi, nella famosa Place des Vosges. I Miserabili, il suo capolavoro, venne scritto tra queste mura, che furono anche teatro di incontri letterari ed intellettuali del tempo: Hugo usava spesso, infatti,  invitare qui figure come Balzac e Dumas.

La Maison espone alcuni dei manoscritti di Hugo, testimonianza del suo lavoro, ma anche dipinti e disegni che lo raccontano a 360°. Emozionante quello del suo funerale, al quale parteciparono circa 3 milioni di persone in segno di profonda stima.

 

Francoforte, terra di...dolori

La casa che diede i natali a Wolfgang Goethe si trova a Francoforte. Fu quasi completamente distrutta durante la seconda guerra mondiale, ma è stata ricostruita secondo il suo progetto originale.

Il suo studio presenta ancora lo scrittoio originale, sul quale vennero alla luce capolavori come I dolori del giovane Werther. Costituisce solo uno dei pochi elementi rimasti dell'arredamento originale, ma di certo riveste un'importanza assoluta.

Proprio accanto alla casa ha sede il Museo Goethe, che ospita anche una bella collezione di dipinti di autori tedeschi, i quali testimoniano la stretta relazione che l'autore manteneva con la cultura visiva del tempo e con i pittori di Francoforte come Friedrich.

 

Una casa da brivido per il re dell'horror

Ben diverso è invece lo spettacolo che offre la casa di uno dei principali autori horror contemporanei: Stephen King. Si trova a Bangor, nel Maine, in quello stato che l’autore ha reso protagonista di molti dei suoi libri come Insomnia e Dolores Claiborne, facendogli assumere delle sembianze spettrali e da brivido. È un edificio rosso con un giardino e una cancellata in ferro battuto decorata – com’è giusto che sia – da teste di drago, ragni, ragnatele e pipistrelli. La giusta dimora, insomma, per un re del terrore.

 

Il Natale è passato, ma non la voglia di acquistare; anzi ora con le svendite invernali, si può ben dire che inizia il bello. In realtà quella dei saldi di “fine” stagione è una moda solo italiana, poiché all’estero (Inghilterra e Stati Uniti al primo posto), sconti, offerte e promozioni sono anticipati proprio al periodo natalizio per riservare allo shopping matto e disperatissimo gli affari migliori.

Oggi andremo a scoprire i luoghi di Londra, New York, Madrid e Dubai dove si spende più e meglio, poiché per ogni città c'è un’idea diversa di qualità a buon mercato (quanto a Dubai, beh, non sappiamo proprio come aiutarvi sul risparmio!).

 

 

Barney’s, New York

Per Barney’s è sbagliato parlare di centro commericiale, dato che si tratta sostanzialmente di un tempio del lusso. Elegante e austero, domina Manhattan dal 1923. Specializzato nelle grandi firme, con un occhio di riguardo alla moda italiana. Boston, Chicago, Las Vegas e Beverly Hills sono gli altri luoghi dove potrete trovarlo, ma solo la Grande Mela vi offrirà il fascino dell'originale.

 

Macy’s, New York

Si trova al centro della Herald Square, anche detto “Big American Mall”, per i suoi undici piani di compere, idee e affari. Tutto quello che potete desiderare: centinaia di brand per ogni vostra esigenza. Una dritta? Andate nel reparto sale e clearance, capi marchiati con sconti fino all’80 percento. Imperdibili!

 

Harrods, Londra

Un nome, un’istituzione. Harrods è tappa fissa per tutti, ma proprio tutti. I romantici vanno da Harrods per sospirare sotto l’immagine di Lady Diana e Dodi Al-fayed. I curiosi ma “cheap” per comprare almeno una scatola da tè oppure una delle famose bustine in plastica con l’indimenticabile brand. A tutti quelli che hanno una carta di credito “consistente” lasciamo fare tutto il resto. Non avranno che l'imbarazzo della scelta.

 

Primark, Londra

Al centro di Oxford Street si trova questo piccolo tempietto dello shopping senza sensi di colpa. Primark veste tutto e tutti, compresi simpatici complementi d’arredo. Non esiste cosa che non vorreste avere andando da Primark perché tutto ha un design originale e soprattutto a buon mercato. Una buona notizia? Nel 2015 previste aperture a Venezia, Roma e Milano.

 

El Corte Inglés, Madrid

Sebbene si tratti di una catena di negozi con sedi sparse qui e là in tutta la Spagna, El Corte Inglés trova il suo "store" più rappresentativo a Puerta del Sol, uno dei luoghi turisti per eccellenza di Madrid. In questo negozio che ricorda le ambientazioni di Velvet, la serie TV basata su una galleria di moda anni '50, o il lusso della nostra Rinascente, troverete undici piani di abbigliamento, profumi, accessori e ogni cosa abbiate mai pensato di voler acquistare.

 

Mall of the Emirates, Dubai

Questo centro commerciale vanta della “modica” offerta di 350 negozi per 22 mila metri quadri di spazio. Più tutta una serie di svaghi: cinema, un acquario con murene, squali e pesci tropicali. Ma c’è una particolarità che rende questo posto unico al mondo: una stazione invernale al coperto, con cinque piste da sci; #nonsolodeserto, come direbbero su Twitter.

Selfie è la parola (se non del decennio), quantomeno dell’anno. Fare un selfie non è solo una moda, ma un bisogno quasi fisiologico: vedere se stessi sul profilo di qualcosa che si vorrebbe ricordare.

Peccato che, spesso, la vista di quel “qualcosa che si vorrebbe ricordare” è oscurata dal nostro volto, che prende tutta l’area dello schermo in primo piano. Ma niente paura, sono nati i bastoni per questo! In ogni caso, anche in fatto culturale, qualcuno li adotta come strategia di marketing (iniziative come “Take a pic”, oppure “Selfie al Museo”, parlano chiaro), altri cercano di impedirli, o quantomeno di limitarne l’uso perché di intralcio, ad esempio, ai visitatori di un museo.

 

 

E’ quello che ad esempio è successo ad Amsterdam, dove nei musei sono stati vietati i selfie, oppure a Londra o in America, dove si sta cercando di vietare il “selfie stick” per motivi di sicurezza pubblica. C’è un fatto: che da ottobre ad aprile sono stati circa 200 milioni i selfie scattati nel mondo. Qual è la top ten?

Il Tower Bridge di Londra si pone al vertice della classifica con quasi 4 mila scatti. Sarà per l’atmosfera brumosa che lo circonda al mattino, oppure quella serale, quando è circondato da mille lucine luminose. Pochi sanno, tra un selfie e l’altro, che il ponte non è una costruzione medievale ma più recente, edificato a partire dal 1892. In ogni caso si tratta di una delle più famose attrazioni di Londra, nell’immaginario collettivo, seconda solo al Big Ben.

Anche la terrazza sopra il Rockefeller Centre di New York si pone al di sopra delle aspettative. Il Top of the Rock è il luogo migliore, secondo i turisti in visita in America, dove scattare selfie. La vista del Top of The Rock guerreggia a New York solo con quella dell’Empire State Buiding. Potrete salirci grazie a un veloce ascensore. Ma, vista l’entità della zona, che ne dite di preferire una bella foto panoramica? Non ci sarà selfie stick che tenga.

Il Colosseo guadagna ben 4.670 selfie. Sia che lo si guardi da fuori, che dall’interno, non c’è niente da fare: gli antichi sassi dell’antico Anfiteatro Flavio sono uno sfondo adattissimo per la vostro foto-ricordo della vacanza. Un autoscatto (come lo chiamerebbe Gianni Morandi) val bene una vacanza!

Londra è la prima metropoli d'Europa e, dopo New York, la seconda più importante e influente al mondo. Questa città, capitale del Regno Unito e, fino a mezzo secolo fa, di un Impero che si espandeva lungo i quattro punti cardinali, si è trasformata nel corso dei secoli da piccolo centro urbano a laboratorio urbanistico e sociale di estrema dinamicità.

Questi cambiamenti, portati avanti da sovrani (e sovrane) che spesso hanno voluto lasciare una traccia indelebile nella storia, si ritrovano nella monumentalità di spazi ed edifici, dagli edifici occupati dalla famiglia reale ai palazzi del potere, passando per strutture polivalenti che hanno acquistato fama crescente, costituendosi come veri e propri "luoghi da cartolina" per Londra.

 

 

Tower Bridge

Costruito tra il 1886 e il 1894, il Tower Bridge è un ponte sospeso monumentale, che prende il suo nome dalla vicina Torre di Londra. Lo si trova spesso raffigurato in materiale turistico della città

 

Abbazia di Westminster

Uno dei primi edifici gotici della storia britannica, l'Abbazia - consacrata alla memoria di San Pietro - venne costruita nell'XI secolo. Vi si tengono le cerimonie religiose relative alla Corona inglese

 

Buckingham Palace

Nato nel XVIII secolo ma completato solo a inizio Novecento, Buckingham è "The Palace", il palazzo, così chiamato perché residenza ufficiale del sovrano. Con 77mila metri quadrati è tra i palazzi reali più grandi al mondo

 

Cattedrale di St. Paul

Ispirata alla basilica di San Pietro in Vaticano, St. Paul fu progettata dopo l'incendio del 1666 che distrusse Londra. Imponente e austera, è dominata dal profilo della cupola ed è ben evidente l'influenza dello stile barocco

 

Royal Albert Hall

Tra i teatri più rappresentativi di Londra, la Royal Albert Hall prende il nome dal principe Alberto, che ne volle la sua costruzione. Dal caratteristico colore rosso dei mattoni, ospita numerosi concerti e spettacoli

 

Tower of London

Nata come strumento di difesa addirittura intorno all'anno 1000, la Torre di Londra ha conosciuto varie modificazioni d'uso e ampliamenti, ma ha conservato intatti il fascino e la storia che la caratterizzano

 

Palazzo di Westminster e Big Ben

Sede della Camera dei Comuni e della Camera dei Lords, i due rami del Parlamento inglese, il Palazzo e la grande torre civica, o torre dell'orologio (Big Ben), dominano lo skyline londinese

 

Quanti modi conoscete per girare Londra? I mezzi pubblici funzionano benissimo, a piedi si respira meglio l'atmosfera ... e se vi dicessimo che il modo migliore per visitarla è quella di muoversi in skate?

Joey Brezinski è uno skater professionista. Per lui lo skate non è solo una passione ma qualcosa di più. Molto di più. Sarà per questo che ha deciso di girare Londra in un modo alternativo: niente cabs, nessun bus, neppure la celeberrima metropolinata, "The Tube". Soltanto la sua inseparabile tavola! L'idea non è male e se anche voi siete amanti dello skate, da questo video non avete che da imparare...

 

 

Londra è una delle città con il maggior flusso turistico a livello mondiale. Una metropoli che non stanca mai e in continuo rinnovamento. Poco più di un anno fa la città si è rifatta il trucco (e non solo) in occasione delle Olimpiadi e i motivi per farci un salto sono assolutamente aumentati! A Londra il fascino antico della monarchia e dei luoghi che ne sono il simbolo di unisce con una modernità spinta, come forse non ce n'è in altre città europee. Londra è uno, nessuno e centomila. Una città da rivoltare e da girare. Chissà che lo skate non sia davvero il mezzo più veloce per farlo!

 

Londra: una città da non perdere per nessun motivo al mondo. Per chi vuole perdersi in una favola!

 

Numero Viaggiatori: 2

Data di partenza: 15/07/2013

Durata: 3

 

Descrizione del viaggio:

Fantastica, affascinante. Per descrivere la città di Londra non bastano gli aggettivi. Si può scoprire l'essenziale in 3 giorni, come abbiamo fatto noi che abbiamo avuto solo un weekend a disposizione, ma sicuramente ci tornerete... È impossibile resistere al suo fascino!

Primo giorno Big Ben, da vedere. Percorrendo la strada che attraversa il parco e dando da mangiare agli scoiattoli si arriva a Buckingham Palace. Da non perdere i suoi giardini e il cambio della guardia, che si tiene alle 11 in punto. Poi, via verso il centro, anche a piedi attraverso Hyde Park fino a Piccadilly Circus e dintorni. Londra è magica, è una città che ti cattura e ti obbliga a tornare.

Il secondo giorno ecco il Tower Bridge, raggiungibile tranquillamente seguendo la linea gialla della metro. Terzo giorno, infine, dedicato ai misei. Molti sono gratis e tra questi ce ne sono di molto importanti, come l'Historic Museum e la National Gallery (da non perdere), uno scrigno che racchiude opere d'arte di tutti i tempi.

Troppo spesso tendiamo a sottostimare la bellezza delle nostre città. Profili eleganti e moderni, piazze maestose e grattacieli svettanti, tutto nelle città ci racconta un'idea e un progetto speculare, frutto di una mente unica (basti pensare alla Brasilia di Oscar Niemeyer) o di tantissimi architetti e artisti che si sono susseguiti nei secoli (Roma è l'esempio più lampante di questa commistione).

 

Con l'avvento del modernismo architettonico, poi, le città si sono sempre più proiettate verso l'alto, con il risultato di ottenere dei punti di vista privilegiati sugli skyline urbani, ammirando così dall'alto (dei cieli) caratteristiche, particolari e punti di forza che nel nostro mondo "con i piedi per terra" potrebbero sfuggirci, intenti come siamo a vivere in una bolla virtuale dove anche l'angolo più bello è nascosto da schermi e messaggi vari.

Lasciamoci allora trascinare lungo alcuni panorami "allargati" sulle metropoli del mondo, per scoprire e riscoprire le bellezze delle nostre città.

 

Roma vista da Castel Sant'Angelo

La Capitale d'Italia è una delle città più romantiche e iconiche al mondo. Dal profilo austero dell'Altare della Patria al monumentalismo della cupola di San Pietro, tutti i monumenti, grandi e piccoli, disegnano una linea ideale tra cielo e terra

 

New York vista dall'Empire State Building

Dalla storia antica, a quella contemporanea. New York ha perso ormai da decenni il titolo di città più alta del mondo, superata dai mega-skyscrapers di Dubai e della Cina, ma resta una città iconica, capace di stupire ed emozionare, come questo panorama notturno dalla terrazza panoramica dell'Empire State Building

 

Parigi vista dalla Tour Montparnasse

Costruita nel 1889 per l'Esposizione universale, la Tour Eiffel era destinata a essere smantellata dopo qualche mese. Con la lungimiranza dell'epoca, si decise di lasciarla al suo posto, e ora questo grande stelo d'acciaio di 320 metri contribuisce all'unicità del panorama di Parigi, la Ville Lumiére e città dal profilo meraviglioso

 

Londra vista dallo Shard

La "scheggia", così è stato chiamato il grattacielo recentemente inaugurato a Londra e progettato dal nostro Renzo Piano, è un monumento alla tensione verso l'alto. Dall'osservatorio del 72esimo piano si può ammirare Londra in tutto il suo splendore, dall'antico Tower Bridge al Parlamento e Westminster, in una sapiente commistione di antico e nuovo

 

Dubai vista dal Burj Khalifa

Avete mai provato l'esperienza mozzafiato di ammirare il panorama circostante da oltre 600 metri di altezza? Beh, Dubai può realizzare il vostro sogno con il Burj Khalifa che, con 832 metri, è il grattacielo più alto del mondo. Da questo punto privilegiato ammirerete una città nata solo da qualche decennio, ma che si è imposta come nuovo modello architettonico e urbano

Se è vero che i viaggi sono spesso protagonisti dei film, proviamo per una volta a ribaltare i ruoli ponendo il cinema al centro delle nostre idee di viaggio. Come? Individuando, dopo aver volutamente evitato quelli più noti, quattro Festival cinematografici utili per organizzare una visita in altrettante località sparse per il mondo. Tokyo, Vienna, Bruxelles e Londra: queste le quattro mete scelte.

 

 

TOKYO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL

In autunno - quest'anno in particolare dal 17 al 25 ottobre - Tokyo ospita una rassegna relativamente giovane (la prima edizione risale al 1985) ma già capace di conquistarsi l'attenzione di appassionati ed addetti ai lavori. Turisticamente perfetta la scelta della location per l'edizione 2013, visto che l'Isola di Odaiba rappresenta sicuramente, grazie anche alla sua replica della Statua della Libertà, una delle principali attrazioni della città. Ma le bellezze della capitale giapponese non si esauriscono qua. Tra un ciak e l'altro meritano infatti una visita anche la Tokyo Tower (Torre della televisione) che si trova nel cuore di Shiba Park, per non parlare del Monte Fuji, del tempio Sensoji e del caratteristico quartiere di Asakusa.

 

VIENNALE (O VIENNA INTERNATIONAL FILM FESTIVAL)

Vienna, tra le più suggestive capitali europee, richiama appassionati di cinema da tutto il mondo in occasione dell'evento in programma quest'anno dal 24 ottobre al 6 novembre. Quello degli organizzatori è un vero e proprio assist ai turisti, visto che la rassegna va solitamente di scena nei più bei cinema del centro e non solo permettendo ai visitatori di conoscere giorno dopo giorno la 'Città dei musicisti'. Dal cinema alla melodia, la 'Casa della Musica' (museo dedicato alle opere dei vari Mozart, Beethoven etc.) è una tappa fissa assieme alla Cattedrale di Santo Stefano, il Castello di Schonbrunn e il Palazzo imperiale di Hofburg. Stanchi a fine giornate? Una bella fetta di Sacher e si fa il pieno di energia...

 

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA FANTASTICO DI BRUXELLES

Appassionati di cinema meno tradizionali? Amanti del genere thriller, horror o science fiction? Che aspettate, volate a Bruxelles dal 2 al 12 aprile per 10 giorni all'insegna dei film... e delle prelibatezze (culinarie e non) della capitale del Belgio. Il Palazzo Reale, lo spettacolo della Grand Place - coi suoi suggestivi vicoli, tutti pieni di ristorazione di ogni genere - e il curioso Manneken Pis rappresentano l'intermezzo ideale tra una proiezione e l'altra. Gauffre, cioccolate di mille tipi, birre a go go e poi ancora l'Atomium, il Museo di Magritte e il fascino delle istituzioni europee. Ad aprile, poi, come molte città del Nord Europa anche Bruxelles inizia a vivere giornate di luce sempre più lunghe consigliando passeggiate anche serali tra i tanti parchi (come il Bois de la Cambre) della città.

 

LONDON FILM FESTIVAL

Last but not least Londra, già di suo tra le destinazioni più desiderate dai turisti di tutto il mondo è ancor più protagonista dal 9 al 20 ottobre in occasione del London Film Festival. Particolarità di questa rassegna cinematografica è la forte interazione tra i protagonisti (attori, produttori, registi) e il pubblico attraverso una sorta di piccole conferenze stampa organizzate direttamente nei punti nevralgici della city. Così, tra una visita a Buckingham Palace e una passeggiata su Tower Bridge, ci si potrebbe trovare faccia a faccia con una star del cinema mondiale. Ma chi non dovesse avere questa fortuna non si abbatta. Fortunatamente, Londra è la città del Museo di Madame Tussauds: di cera e non in carne ed ossa, ma  qualche VIP lo si incontrerà lo stesso...

 

Pagina 2 di 3