Il Natale è passato, ma non la voglia di acquistare; anzi ora con le svendite invernali, si può ben dire che inizia il bello. In realtà quella dei saldi di “fine” stagione è una moda solo italiana, poiché all’estero (Inghilterra e Stati Uniti al primo posto), sconti, offerte e promozioni sono anticipati proprio al periodo natalizio per riservare allo shopping matto e disperatissimo gli affari migliori.

Oggi andremo a scoprire i luoghi di Londra, New York, Madrid e Dubai dove si spende più e meglio, poiché per ogni città c'è un’idea diversa di qualità a buon mercato (quanto a Dubai, beh, non sappiamo proprio come aiutarvi sul risparmio!).

 

 

Barney’s, New York

Per Barney’s è sbagliato parlare di centro commericiale, dato che si tratta sostanzialmente di un tempio del lusso. Elegante e austero, domina Manhattan dal 1923. Specializzato nelle grandi firme, con un occhio di riguardo alla moda italiana. Boston, Chicago, Las Vegas e Beverly Hills sono gli altri luoghi dove potrete trovarlo, ma solo la Grande Mela vi offrirà il fascino dell'originale.

 

Macy’s, New York

Si trova al centro della Herald Square, anche detto “Big American Mall”, per i suoi undici piani di compere, idee e affari. Tutto quello che potete desiderare: centinaia di brand per ogni vostra esigenza. Una dritta? Andate nel reparto sale e clearance, capi marchiati con sconti fino all’80 percento. Imperdibili!

 

Harrods, Londra

Un nome, un’istituzione. Harrods è tappa fissa per tutti, ma proprio tutti. I romantici vanno da Harrods per sospirare sotto l’immagine di Lady Diana e Dodi Al-fayed. I curiosi ma “cheap” per comprare almeno una scatola da tè oppure una delle famose bustine in plastica con l’indimenticabile brand. A tutti quelli che hanno una carta di credito “consistente” lasciamo fare tutto il resto. Non avranno che l'imbarazzo della scelta.

 

Primark, Londra

Al centro di Oxford Street si trova questo piccolo tempietto dello shopping senza sensi di colpa. Primark veste tutto e tutti, compresi simpatici complementi d’arredo. Non esiste cosa che non vorreste avere andando da Primark perché tutto ha un design originale e soprattutto a buon mercato. Una buona notizia? Nel 2015 previste aperture a Venezia, Roma e Milano.

 

El Corte Inglés, Madrid

Sebbene si tratti di una catena di negozi con sedi sparse qui e là in tutta la Spagna, El Corte Inglés trova il suo "store" più rappresentativo a Puerta del Sol, uno dei luoghi turisti per eccellenza di Madrid. In questo negozio che ricorda le ambientazioni di Velvet, la serie TV basata su una galleria di moda anni '50, o il lusso della nostra Rinascente, troverete undici piani di abbigliamento, profumi, accessori e ogni cosa abbiate mai pensato di voler acquistare.

 

Mall of the Emirates, Dubai

Questo centro commerciale vanta della “modica” offerta di 350 negozi per 22 mila metri quadri di spazio. Più tutta una serie di svaghi: cinema, un acquario con murene, squali e pesci tropicali. Ma c’è una particolarità che rende questo posto unico al mondo: una stazione invernale al coperto, con cinque piste da sci; #nonsolodeserto, come direbbero su Twitter.

L'HN Collection Eurobuilding è uno dei più noti hotel di Madrid, una struttura molto riconoscibile (un grattacielo di sedici piani dalla forma a parallelepipedo) nella zona di Chamartín. Dopo un periodo di chiusura per lavori di ristrutturazione, adeguamento e ammodernamento, l'albergo ha riaperto le porte ai suoi ospiti, con una grande novità: la trasformazione in "polo della tecnologia alberghiera", un luogo cioè dove i nerd di tutto il mondo, ma in maniera molto più estensiva chi lavora attraverso la connessione internet, server e computer può sicuramente continuare a essere produttivo anche in vacanza.

 

 

Entrando nell'hotel, infatti, salta subito all'occhio la nuova linea tecnologica: la hall, sovrastata da una volta a botte, è stata "rivestita" da uno schermo in materiale parzialmente trasparente che, con i suoi 300 metri quadrati, rappresenta un record per una struttura alberghiera. All'interno, poi, si trovano sale per conferenze e video-conferenze dotate di sistemi olografici tridimensionali, che garantiscono la presenza a distanza di conferenzieri e partecipanti, prodotti tecnologici realizzati in collaborazione con Microsoft, oltre ovviamente alla copertura, in ogni punto della struttura, di WiFi ad alta velocità (già incluso nel costo del pernottamento).

L'amministratore delegato della NH Hotel, un'azienda che conta molti hotel in tutto il mondo, ha dichiarato: "È una struttura senza precedenti nel settore alberghiero e del turismo grazie all’iniziativa Living Lab e un luogo ideale per l’organizzazione di eventi e convegni, grazie a sale versatili e attrezzate con tutte le tecnologie più moderne oggi disponibili”.

A rendere ancora più incredibile questa struttura, poi, vi sono i servizi "classici" degli alberghi, che vanno dalle stanze a 4 stelle, a diversi ristoranti e bar adatti a tutte le esigenze (cucina spagnola, internazionale, giapponese e via discorrendo), il tutto al prezzo "modico" di 195 euro a notte, colazione esclusa.

Il richiamo spagnolo è sempre fortissimo per i turisti italiani, che vogliono visitare il paese dei "cugini", scoprirne la solarità del suo popolo, le tante attrazioni culturali e turistiche, goderne l'enogastronomia così simile alla nostra, con tante ricette dai gusti meravigliosi.

Per questi motivi, e per tutti quelli che troverete da soli, vogliamo proporvi un'offerta per una vacanza due notti e tre giorni a Madrid, la bellissima capitale spagnola, dove potrete visitare il Museo del Prado, passeggiare in Puerta del Sol oppure ammirare le gesta dei campioni dagli spalti del Santiago Bernabeu.

 

 

Quest'offerta comprende volo A/R dall'Italia (Roma e Milano) e pernottamento presso l'hotel Travelodge Madrid, una struttura 3 stelle situata in Avenida de América, non lontano dall'aeroporto di Barajas e dalla quale, grazie all'ottima rete metropolitana, si può rapidamente raggiungere il centro città.

Cosa non vi abbiamo detto finora? Il prezzo. Anche questo è particolarmente vantaggioso; pensate, con soli 185 euro potrete viaggiare in due, con volo e hotel incluso, e godere così di un weekend indimenticabile a Madrid.

Ecco il link all'offerta, che vi raccomandiamo di cogliere quanto prima possibile!

Caravaggio, Goya, Picasso. Vi aspettano al Prado e al Museo Reina Sofia. Dove? A Madrid, la poco pacata capitale spagnola, forse meno colorata di Barcellona, ma di sicuro non meno divertente. Il Palazzo Reale poi è uno dei monumenti più visitati di Madrid (tra l’altro è ancora residenza dei reali di Spagna), con i suoi interni impreziositi di con marmi, stucchi e legni pregiati. Per il relax vi consigliamo il Parco del Retiro, e poi, che ne dite del Santiago Bernabeu? Se siete appassionati di calcio, è una tappa obbligata e la vostra ragazza vi perdonerà (o forse sarà proprio lei a vedere gli spogliatoi di Cristiano Ronaldo!).

 

 

L’offerta di oggi vi permette di apprezzare tutto questo, e tanto altro ancora, alla modica cifra di 117 euro, con partenza da Pisa venerdì 12 dicembre e rientro il 14. Un weekend per rilassarsi e scoprire il meglio della capitale spagnola. L’Hotel? Puerta de Sol Romos, centrale e in una posizione che lo rende strategico per la vostra vita notturna. Siete ancora indecisi? Allora partite! L'offerta è disponibile su expedia.it.

Una classifica che non potrà non piacervi: le dieci città più low cost d'Europa! Morite dalla voglia di concedervi un weekend in una capitale europea? Siete alla ricerca di una buona idea, magari in previsione del ponte dell'Immacolata o dell'accoppiata Natale-Capodanno? Se non ve la sentite di rinunciare (e fate bene!) e non avete tanti problemi sulla destinazione, potete scegliere quella più economica. Una recente classifica pubblicata da Skyscanner, in collaborazione con alcuni siti turistici europei, viene in vostro aiuto.

Per valutare le dieci città più low cost d'Europa sono stati usati vari parametri per classificare la convenienza delle città: il costo del volo andata/ritorno, il pernottamento più colazione in camera doppia, una cena di tre portate e una bottiglia di birra, probabilmente la bevanda alcolica preferita dai viaggiatori del Vecchio Continente, certo già a buon mercato rispetto al vino. 

 

 

Di seguito trovate il risultato. Dieci città, tutte meravigliose, in ordine di costo. Dalla più economica alla più cara. Se il vostro budget è ridotto, tenetevi nella parte alta della classifica per la vostra due giorni europea! Ah, tutti i prezzi si intendono per due, perché non si viaggia mica da soli!

 

1. Praga - 547 euro per coppia 

La capitale della Repubblica Ceca sbaraglia la concorrenza continentale, staccando la seconda classificata di ben 63 euro. Praga, in particolare, si classifica al primo posto per la cena e la bottiglia di birra, mentre si piazza al secondo posto per l'hotel e scende un po' per il volo, essendo una meta "secondaria" rispetto ai maggiori traffici aerei in Europa.

 

2. Berlino - 610 euro per coppia

Contrariamente a un sentore comune, Berlino è una delle mete più low cost tra quelle prese in esame. In particolare, il pernottamento si posiziona su una media di 110 euro, il prezzo più basso in Europa, ma conquista il secondo posto per la pausa ristorante più caea, con ben 74 euro, contro i soli 28 di Praga. 

 

3. Lisbona - 617 euro per coppia

Pochissima distanza tra la capitale della Germania e quella del Portogallo. Lisbona, infatti, approfitta di un costo-birra bassissimo (1 euro a bottiglia) e di una buona convenienza degli hotel, mentre i voli, similmente a Praga, sono piuttosto costosi, precisamente i quarti più costosi tra le dieci città in classifica.

 

4. Barcellona - 623 euro per coppia

La seconda città più importante della Spagna è anche la prima per quanto riguarda i costi turistici, e benché superi i 600 euro, è la più economica per i trasporti, grazie alle numerose compagnie low-cost e nazionali che la collegano a tutta Europa con prezzi convenienti. Bene anche la birra, mentre i biglietti dei monumenti e gli alberghi sono piuttosto costosi (14,80 per l'accesso alla Sagrada Familia, 207 per il pernottamento).

 

5. Madrid - 645 euro per coppia

La capitale iberica segue Barcellona si circa 22 euro, un aumento dovuto soprattutto al costo del collegamento aereo, ma compensato da alberghi molto più economici (145 a 207) e da monumenti con prezzi "popolari" (10 euro al Palazzo Reale, 14 al Museo del Prado), con possibilità di biglietti e offerte cumulative.

 

6. Londra - 696 euro per coppia

Il fascino di Buckingham Palace e della Tower Bridge potrebbe pesare più del previsto sul vostro budget vacanze. Sebbene, infatti, risparmierete e non poco sull'aereo, qui gli hotel sono tra i più costosi d'Europa, così come l'ingresso alla residenza reale, che costa quasi 25 euro al cambio attuale. Anche la birra, tra le bevande più apprezzate dagli inglesi insieme al tè, costa in media 4 euro.

 

7. Istanbul - 717 euro per coppia

Se pensavate che la Turchia fosse economica, dovrete ricredervi. Con un costo stimato per volo più pernottamento prossimo ai 600 euro, infatti, la più importante meta turistica del paese euroasiatico supera i 700 euro, e si propone dunque come una destinazione non certo low cost, ma per un turista dalla maggiore disponibilità economica.

 

8. Monaco di Baviera - 723 euro per coppia

Anche la "capitale" bavarese entra nel poco esclusivo club delle destinazioni over 700, un salasso che matura grazie agli alti prezzi di voli e alberghi, nonché dei ristoranti (50 euro circa per la cena base), mentre il biglietto d'ingresso alla Torre Olimpica, attrazione ben conosciuta, è il più basso tra le destinazioni in oggetto, con soli 5 euro e 50 centesimi.

 

9. Amsterdam - 825 euro per coppia 

Penultima classificata, o seconda a seconda dei punti di vista, la Venezia del nord è la seconda città d'Europa anche per costo degli alberghi, con la non molto accessibile somma di 307 euro, alla quale debbono aggiungersi 170 euro per il volo e 70 per una cena di buon livello. Bellezza sì, ma a che costo!

 

10. Parigi - 846 euro per coppia

Alla Ville Lumière non basta essere servita da tutte le compagnie low-cost con frequenza quotidiana e prezzi abbordabili, se, classifica alla mano, l'hotel più economico ci costerà 346 euro, e 86 una cena a base di delikatessen francesi. Aggiungiamo poi 15 euro a persona per l'ingresso alla Tour Eiffel, ed ecco che la vacanza da sogno diventerà un incubo... per il portafogli.

Il turista sportivo è quello che cerca, anche in una vacanza, il modo per non rinunciare alla corsa mattutina, o che, spinto da un desiderio irrefrenabile di attivismo, programma la sua vacanza tutta intorno allo sport, anche che non sia da lui personalmente praticato, ma ammirato nelle sue diverse forme.

Così, quella che vogliamo proporvi oggi noi di Vita da Turista è una selezione, dieci città appunto, di luoghi adatti per veri sportivi, sia che vogliano mettersi a confronto con il proprio fisico e sia che vogliano semplicemente camminare sulle orme di leggende dello sport. Un viaggio tra Europa e Sudamerica, tra stadi e campi, dove tutto profuma di coppe sollevate al cielo e record infranti.

 

 

Madrid e il Santiago Bernabeu 

La capitale della Spagna è una città che offre moltissimi spunti turistici. Per gli sportivi, una tappa irrinunciabile è costituita dal Santiago Bernabeu, stadio di quel Real Madrid che ha recentemente sollevato la decima Champions League della sua storia. Si può visitare lo stadio, ma anche il museo annesso. Irrinunciabile la "selfie" a bordo campo.

 

Manchester, la storia attraverso l'Old Trafford 

Parleremo anche di altro, oltre al calcio, ma lasciateci "soddisfare" ancora un po' i lettori maschietti. Visitare l'Old Trafford Stadium di Manchester è un po' ripercorrere la storia stessa del calcio, e soprattutto scoprire le origini del Manchester United, una delle più importanti compagini calcistiche inglesi e mondiali.

 

Londra e la magia di Wimbledon 

Restiamo nella terra di Elisabetta II, ma cambiamo sport. Siamo nella zona sud-est di Londra, precisamente nel quartiere residenziale di Wimbledon. Qui, in SW19, si trova la sede dell'All England Lawn & Tennis Club, un'istituzione del tennis. Il Central Court, con il suo Royal Box e l'erba perfettamente tagliata, è un luogo che tutti gli amanti dello sport della racchetta vogliono visitare almeno una volta nella vita.

 

Parigi e lo Stade de France

Lasciato "abbandonato" dal Paris Saint German, che vi preferisce il più piccolo Parco dei Principi, lo Stade de France di Parigi viene speso utilizzato per le partite di rugby, ed è uno dei più grandi stadi del mondo per questo sport. Insieme ai campi del Roland Garros, definisce la cultura sportiva parigina.

 

 

New York e il Madison Square Garden

Hockey su ghiaccio, pallacanestro e pugilato vi sembrano tre sport assolutamente antitetici? Non a New York, e non per il Madison Square Garden, struttura iconica dello sport newyorchese, che ospita anche concerti e convention. Insomma, un polo multifunzionale che fa parte delle attrazioni della Grande Mela.

 

Los Angeles, la "capitale" della pallacanestro

Avete mai sentito parlare dei Los Angeles Lakers? Sicuramente il nome Jordan vi ricorda qualcosa oltre le scarpe, e il giallo e il viola sono due colori abbinati non a caso? Bene, sappiate che questa è una delle più grandi squadre di basket della storia, e LA è la sua città. Perché allora non unire Hollywood, le spiagge del Pacifico e lo sport in una vacanza da veri sportivi?

 

Rio de Janeiro e il Maracanã

Ufficialmente si chiama Estádio Jornalista Mário Filho, ma tutto il mondo lo conosce col nome del suo quartiere, Maracanã. Lo stadio che fa parte della storia del calcio è stato ristrutturato nel 2013, in vista dei Mondiali dell'anno successivo, dei quali ha ospitato, alla pari dell'edizione 1950 (il celebre Maracanazo), la finale, vinta dalla Germania sull'Argentina.

 

Ascot e l'Ippodromo leggendario

Inaugurato addirittura nel 1711, l'ippodromo di Ascot è il simbolo dell'aristocrazia britannica, dove, in occasione del King George VI and Queen Elizabeth Stakes uomini e donne dell'alta società esibiscono abbigliamenti estrosi, soprattutto il gentil sesso che sfoggia i copricapi più strani e curiosi che ci siano. Sport e moda, un connubio strano ma efficace, almeno ad Ascot.

 

Nazaré, sulle onde più alte del mondo

Il 28 ottobre 2013, nel piccolo comune marittimo portoghese di Nazaré, è stato battuto un record. Carlos Burle, un surfista brasiliano, ha cavalcato un'onda alta 24 metri, la più alta mai "domata" da uno sportivo. E proprio per queste onde colossali Nazaré si è guadagnata ampia e meritata fama tra gli amanti della tavola.

 

Brescia, la Regina del calcio femminile

Calcio femminile, un mondo che in Italia è certamente molto meno conosciuto rispetto, ad esempio, alla Svezia, dove le ragazze del pallone sono seguite tanto quanto i colleghi uomini. A Brescia, però, gioca l'Associazione Calcio Femminile Brescia, la squadra che ha vinto lo Scudetto 2013-2014, e che anche quest'anno è nelle parti alte della classifica. Un bellissimo messaggio di parità sportiva, che ci arriva dalla Leonessa d'Italia.

Sentite parlare di Amsterdam, e lo associate immediatamente al De Wallen? Siete arrivati nel posto giusto, al momento giusto. No, non vogliamo proporvi del materiale NSFW (Not Suitable For Work, acronimo utilizzato per classificare i siti che non dovreste mai aprire dal computer all'ufficio), ma parlarvi dei Piaceri del Turista, dove per piacere intendiamo proprio... quel tipo di piacere!

Non c'è da imbarazzarsi, oppure chiudere in fretta e furia il browser per paura e colleghi e capoufficio vi becchino col "sorcio in bocca", per dirla alla romana, perché noi di Vita da Turista vi offriamo sempre articoli adatti anche alla consultazione pubblica. Semplicemente, quest'oggi vogliamo giocare con un argomento insolito, come avrete capito dalla categoria "Turista non convenzionale" (stavamo per scegliere quella chiamata "Turista curioso", ma davvero, ci è sembrata troppo ambigua!).

Ecco allora, per la gioia di voi turisti alla ricerca di luoghi ed emozioni nuove, alcune delle migliori destinazioni che vi daranno piacere in tutti i sensi, ma soprattutto in quel senso che non dovreste mai nominare davanti a zie e nonne!

 

 

Amsterdam, De Wallen

Partiamo dalla location "a luci rosse" più conosciuta d'Europa e forse del mondo. Il De Wallen (anche chiamato De Walletjes) è un quartiere molto elegante e pittoresco di Amsterdam, la città della trasgressione per definizione, la cui fama si estende, a onor del vero, ben oltre questo ambito. Attraversato da canali che ricordano Venezia, il De Wallen ospita un vero e proprio distretto della sessualità, con sexy-shops, peep show (visione di immagini erotiche ingrandite) e, soprattutto, centinaia di locali nei quali esperte del settore offrono i propri servigi. Nota: la prostituzione nei Paesi Bassi è legale, purché non praticata in luoghi pubblici, dunque è ammessa in stanze, hotel e luoghi privati; alle lavoratrici del settore vengono garantite prestazioni sanitari e tutele previdenziali standard.

 

Reeperbahn, Amburgo

Situata nella zona di St. Pauli, nella città tedesca di Amburgo, la Reeperbahn fa parte della vita notturna di questa grande metropoli, e non offre in realtà le sole attrazioni ascrivibili al mondo erotico, pur essendo queste uno dei motivi che ne hanno decretato successo e fama, in Germania e all'estero. Come nei Paesi Bassi, anche in Germania la prostituzione è legale, ed è regolamentata in modo che chi offre prestazioni paghi le tasse e ottenga un contratto di lavoro, o comunque registri la propria posizione. Oltre alle case di appuntamenti, ai locali di spogliarello e burlesque e sexy-shops, dunque, su Reeperbahn si possono trovare teatri, club e un casinò, configurandosi come un quartiere "a uso misto", e non esclusivamente per il turista a caccia di divertimento.

 

Casa de Campo, Madrid

No, non è un errore e sì, Casa de Campo sta a Madrid come Villa Ada sta a Roma. Stiamo parlando, infatti, di un enorme parco (grande quasi cinque volte Central Park a New York), nel quale si trovano tutta una serie di attrazioni, tra le quali un parco giochi, lo Zoo cittadino, ma anche una bella funivia panoramica che ne collega le estremità, permettendo di ammirare la Casa de Campo dall'alto. Similmente all'Italia e alla Francia, la Spagna non ha una disciplina di regolamentazione della prostituzione, ma non la vieta, fintanto che non sia equiparata a sfruttamento o commercio. Dunque, non è raro incontrare, nella grande Casa de Campo, professioniste (e professionisti) intenti a offrire i propri servizi. Non è certamente il luogo più adatto, ma anche questo fa parte del mondo, a volte molto poco etico, della sessualità.

 

 

Roppongi, Tokyo

Non è insolito associare il Giappone, e la sua capitale Tokyo nello specifico, a un mondo di trasgressioni un po' sottaciute, ma che in fondo sono parte delle fantasie nascoste di diverse persone. Il quartiere di Roppongi, che si trova in zona Minato (lato est della città), è da tempo meta di turisti che vogliono scoprire la interessante e brulicante vita notturna della zona, favorita anche dalla presenza del grattacielo sovrastante le Roppongi Hills. La sua "nuova vita" ebbe origine nel 1890, quando il quartiere ospitò per diversi anni truppe di militari nipponici e statunitensi. Dal 1960 in poi, con l'apertura di discoteche e night club, la sua fama di luogo "per divertimenti" aumentò, ed è rimasta sostanzialmente invariata fino ad oggi, con la presenza di cabaret, locali a luci rosse e via discorrendo.