C’è chi pensa che le vacanze siano sinonimo di riposo, e chi ritiene invece che sia il momento giusto per divertirsi senza limiti. Tante le mete che si prestano a questa richiesta, e tanti i modi di vivere le proprie vacanze all’insegna della goliardia più sfrenata. Miami e Ibiza sono le regine della notte (e anche del giorno, a quanto pare!) ma sono in ottima compagnia... che ne dite di fare un salto a Londra o, perché no, a Mosca!?

Quando si pensa al divertimento, si pensa alle discoteche. La discoteca è infatti il luogo del cosiddetto sballo per antonomasia, dove si può ballare, bere e fare qualche conquista (che magari dura l’arco di una notte). Sembra, però, che il concetto di discoteca fine a se stesso a volte non basti: si cercano serate sempre più alternative e che permettano di vivere la notte al limite. A soddisfare la voglia di ballare non solo fino alle prime luci del mattino, ma oltre, sono le discoteche aperte fino a tarda mattinata, se non primo pomeriggio. Bisogna considerare che la legislazione attuale non consente di prolungare l’apertura dei locali oltre un certo orario. Ci sono, però, le dovute eccezioni.

 

 

In discoteca sì, e non solo di notte

Miami, si sa, è una delle patrie del divertimento in America, e ha una scelta di locali molto ampia. Cosa rende la discoteca Space diversa dalle altre? La sua particolarità sta nel fatto che i ragazzi possono entrare per iniziare la loro serata… alle sei del mattino! Può dunque capitare che tu sia appena uscito dal locale dopo una serata di bagordi, e veda sfilare ragazzi che ancora devono dare il via alle danze, che continueranno fino al pomeriggio.

Questo è quanto succede anche all’omonimo Space di Ibiza, altra città rinomata per la presenza di vacanzieri molto giovani e molto dediti alla sacra arte della vita notturna. Anche qui è seguita una regola diversa da quelle delle discoteche tradizionali: pur organizzando ugualmente eventi notturni, anche questo locale ha la peculiarità di aprire all’alba quando gli altri club stanno chiudendo.

Londra è una delle città europee più famose, cosmopolite, trendy e all’avanguardia d’Europa e del mondo ormai da anni, e non poteva mancare all’appello dei posti che offrono divertimento no stop. Il Fabric, una delle discoteche più conosciute della città, spinge agli estremi questa tendenza. Il locale possiede infatti una licenza che gli permette di rimanere aperto 24 ore su 24, proponendo una nutrita serie di attività molto diverse tra loro, che possono dunque rispondere ai molteplici gusti di un ampio pubblico.

 

Dopo la discoteca... caffè. E a tutte le ore!

Discoteche che non chiudono mai, ma anche locali di diverso tipo che seguono la stessa filosofia. Il Bar 30/7 di Mosca è un posto molto elegante e di tendenza per i moscoviti che si trova proprio al centro della città: anche se non si tratta propriamente di una discoteca, dunque, anche lui segue la linea del "24/24H".

Anche l’Egitto si mostra all’avanguardia – e stakanovista – in questo senso: il Fishawi è una delle più vecchie e famose coffee house del Cairo, e insieme all’Harris Café, è aperto 24 ore su 24 per permettere a tutti e a qualunque ora di gustare il tipico caffè egiziano.

In forma come gli atleti professionisti, il sogno di molti vacanzieri alle prese con la prova costume. Spiagge e mete turistiche si affollano nel mese più caldo dell'anno e a Mosca è tutto pronto per la 14esima edizione dei Mondiali di Atletica, dal 10 al 18 allo stadio Luzhniki. Ecco quindi un po' di dritte per non perdersi il meglio della città e per buttare un occhio su Usain Bolt, stella più brillante del panorama dell'Atletica Leggera. 

Quello tra sport ai massimi livelli e vacanza è un binomio ideale. Ecco perché i Mondiali di Atletica leggera che si aprono fra qualche giorno a Mosca sono perfetti per un city break nella capitale russa. Tra l'altro questo è un periodo favorevole anche da un punto di vista climatico, se si considerano i rigidi inverni russi e questi otto giorni rappresentano un'ottima opportunità per visitare una delle città più belle del mondo.

 

 

Partiamo il nostro tour proprio dal centro nevralgico della manifestazione. Il Luzhniki è un impianto storico, un tempo noto col nome di Stadio Centrale Lenin. Se siete in città per i Mondiali, di sicuro lo stadio rappresenta il vostro punto di riferimento principale: meglio così, perché dista poche fermate di metropolitana dal centro, dove si possono ammirare i monumenti che rendono Mosca una città famosa in tutto il mondo: la grande Piazza Rossa, la Cattedrale di San Basilio e il Cremlino.

Ma una vacanza non sarebbe tale senza una buona dose di shopping. Tra una gara e l'altra, i Grandi Magazzi GUM sono il posto migliore per fare acquisti. Sono raggiungibili a piedi dal centro e si trova di tutto. Impossibile resistere. Probabile poi che le strade si riempiano di souvenir dedicati alla manifestazione. Potreste decidere di tornare a casa vestito come un atleta giamaicano! Nel raggio di pochi chilometri dal Luzhniki, è inoltre possibile visitare il complesso dei "Patriarshiye prudy", letteralmente “Gli stagni del patriarca”. Si tratta di una distesa di giardini dove poter trascorrere un piacevole pomeriggio. Per far felici i vostri bambini, che semmai si annoiano durante una lunga gara di lanci del peso, a Mosca non c'è niente di meglio del Gorky Park, vero e proprio Luna park e punto di ritrovo per i giovani.

Tutto questo senza dimenticare i protagonisti di questi otto giorni di sport. I più attesi sono l'uomo più veloce del pianeta Usain Bolt, con la finale dei 100 metri piani prevista per domenica 11 agosto alle 19.50, e l'idolo di casa, Yelena Isinbayeva, campionessa di salto con l'asta che vuole chiudere in bellezza la sua lunga carriera.

PHOTO: © Phil Hillyard