Una classifica che non potrà non piacervi: le dieci città più low cost d'Europa! Morite dalla voglia di concedervi un weekend in una capitale europea? Siete alla ricerca di una buona idea, magari in previsione del ponte dell'Immacolata o dell'accoppiata Natale-Capodanno? Se non ve la sentite di rinunciare (e fate bene!) e non avete tanti problemi sulla destinazione, potete scegliere quella più economica. Una recente classifica pubblicata da Skyscanner, in collaborazione con alcuni siti turistici europei, viene in vostro aiuto.

Per valutare le dieci città più low cost d'Europa sono stati usati vari parametri per classificare la convenienza delle città: il costo del volo andata/ritorno, il pernottamento più colazione in camera doppia, una cena di tre portate e una bottiglia di birra, probabilmente la bevanda alcolica preferita dai viaggiatori del Vecchio Continente, certo già a buon mercato rispetto al vino. 

 

 

Di seguito trovate il risultato. Dieci città, tutte meravigliose, in ordine di costo. Dalla più economica alla più cara. Se il vostro budget è ridotto, tenetevi nella parte alta della classifica per la vostra due giorni europea! Ah, tutti i prezzi si intendono per due, perché non si viaggia mica da soli!

 

1. Praga - 547 euro per coppia 

La capitale della Repubblica Ceca sbaraglia la concorrenza continentale, staccando la seconda classificata di ben 63 euro. Praga, in particolare, si classifica al primo posto per la cena e la bottiglia di birra, mentre si piazza al secondo posto per l'hotel e scende un po' per il volo, essendo una meta "secondaria" rispetto ai maggiori traffici aerei in Europa.

 

2. Berlino - 610 euro per coppia

Contrariamente a un sentore comune, Berlino è una delle mete più low cost tra quelle prese in esame. In particolare, il pernottamento si posiziona su una media di 110 euro, il prezzo più basso in Europa, ma conquista il secondo posto per la pausa ristorante più caea, con ben 74 euro, contro i soli 28 di Praga. 

 

3. Lisbona - 617 euro per coppia

Pochissima distanza tra la capitale della Germania e quella del Portogallo. Lisbona, infatti, approfitta di un costo-birra bassissimo (1 euro a bottiglia) e di una buona convenienza degli hotel, mentre i voli, similmente a Praga, sono piuttosto costosi, precisamente i quarti più costosi tra le dieci città in classifica.

 

4. Barcellona - 623 euro per coppia

La seconda città più importante della Spagna è anche la prima per quanto riguarda i costi turistici, e benché superi i 600 euro, è la più economica per i trasporti, grazie alle numerose compagnie low-cost e nazionali che la collegano a tutta Europa con prezzi convenienti. Bene anche la birra, mentre i biglietti dei monumenti e gli alberghi sono piuttosto costosi (14,80 per l'accesso alla Sagrada Familia, 207 per il pernottamento).

 

5. Madrid - 645 euro per coppia

La capitale iberica segue Barcellona si circa 22 euro, un aumento dovuto soprattutto al costo del collegamento aereo, ma compensato da alberghi molto più economici (145 a 207) e da monumenti con prezzi "popolari" (10 euro al Palazzo Reale, 14 al Museo del Prado), con possibilità di biglietti e offerte cumulative.

 

6. Londra - 696 euro per coppia

Il fascino di Buckingham Palace e della Tower Bridge potrebbe pesare più del previsto sul vostro budget vacanze. Sebbene, infatti, risparmierete e non poco sull'aereo, qui gli hotel sono tra i più costosi d'Europa, così come l'ingresso alla residenza reale, che costa quasi 25 euro al cambio attuale. Anche la birra, tra le bevande più apprezzate dagli inglesi insieme al tè, costa in media 4 euro.

 

7. Istanbul - 717 euro per coppia

Se pensavate che la Turchia fosse economica, dovrete ricredervi. Con un costo stimato per volo più pernottamento prossimo ai 600 euro, infatti, la più importante meta turistica del paese euroasiatico supera i 700 euro, e si propone dunque come una destinazione non certo low cost, ma per un turista dalla maggiore disponibilità economica.

 

8. Monaco di Baviera - 723 euro per coppia

Anche la "capitale" bavarese entra nel poco esclusivo club delle destinazioni over 700, un salasso che matura grazie agli alti prezzi di voli e alberghi, nonché dei ristoranti (50 euro circa per la cena base), mentre il biglietto d'ingresso alla Torre Olimpica, attrazione ben conosciuta, è il più basso tra le destinazioni in oggetto, con soli 5 euro e 50 centesimi.

 

9. Amsterdam - 825 euro per coppia 

Penultima classificata, o seconda a seconda dei punti di vista, la Venezia del nord è la seconda città d'Europa anche per costo degli alberghi, con la non molto accessibile somma di 307 euro, alla quale debbono aggiungersi 170 euro per il volo e 70 per una cena di buon livello. Bellezza sì, ma a che costo!

 

10. Parigi - 846 euro per coppia

Alla Ville Lumière non basta essere servita da tutte le compagnie low-cost con frequenza quotidiana e prezzi abbordabili, se, classifica alla mano, l'hotel più economico ci costerà 346 euro, e 86 una cena a base di delikatessen francesi. Aggiungiamo poi 15 euro a persona per l'ingresso alla Tour Eiffel, ed ecco che la vacanza da sogno diventerà un incubo... per il portafogli.

Con l'offerta che vi proponiamo quest'oggi, e che ci arriva direttamente da Expedia.it - uno dei più importanti portali italiani dell'online booking - vi portiamo in una delle città più belle e romantiche del mondo: Parigi!

La Ville Lumière si presenterà a voi con una quantità di attrazioni in grado di oscurare tutte le vostre precedenti vacanze, soprattutto se alla magia della capitale francese associamo il prezzo di questo pacchetto all-inclusive, che vedremo tra poco. Pensate: dalla magnifica Tour Eiffel, costruita su progetto dell'architetto omonimo per l'Expo 1899, fino al Museo del Louvre con la "Gioconda" di Leonardo, passando per il Quartiere Latino e la modernità della Tour Montparnasse, potrete godere una vacanza in un luogo eccezionale.

Con soli 129 euro a persona, infatti, potrete non solo pernottare a Parigi, ma anche arrivarci comodamente in aereo. Siete curiosi di scoprire altro? Continuate a leggere e sicuramente vi verrà voglia di partire!

 

 

Pernottamento all'Appart'City Saint Maurice

La struttura che accoglierà il vostro pernottamento a Parigi, per ben tre notti (trattamento di solo pernottamento, eventualmente estensibile all'atto della prenotazione scegliendo gli altri pacchetti offerti) sarà l'ottimo Appart'City Saint Maurice, in posizione centrale e vicino ai principali mezzi di trasporto pubblico. Ferrovie urbane, la Metrò, ma anche autobus di superficie, il tutto vicino e a portata di mano, grazie al quale la vostra permanenza, giorno e notte, sarà sicuramente un'esperienza piacevole.

 

 

Volo A/R da Milano con Ryanair

Nei 129 euro (prezzo a persona, la prenotazione è valida per 2 persone) è incluso anche il volo andata-ritorno dall'aeroporto di Milano - Orio al Serio (Bergamo, facilmente raggiungibile dal capoluogo orobico o da quello lombardo con i mezzi o in automobile). Partenza l'8 maggio alle ore 6.30 dallo scalo italiano con la compagnia aerea low-cost Ryanair, e arrivo a Parigi - Beauvais (fuori dalla capitale ma molto ben collegato con il centro) alle 8.10.

Il rientro avverrà l'11 maggio, con partenza da Parigi Beauvais alle 8.35 e rientro a Milano - Orio al Serio alle 10.10. Il tutto al costo, come già anticipato, di 129 euro. Sono possibili cambi e modifiche agli orari all'atto della prenotazione, ma vi invitiamo ad affrettarvi perché, con questi costi così contenuti, potrebbero prenotare in tantissimi!

 

Eccovi il link alla pagina di prenotazione di Expedia.it

107 euro è la cifra tonda che vi permetterà di godere di tutto il fascino di Parigi. Volo e Hotel compreso ovviamente.

Tutto questo dove, come e quando? Con un’offerta imperdibile che vi permetterà di trascorrere due notti nientemeno che a cinque minuti a piedi dal famoso Moulin Rouge. Dall’Hôtel Meridional inoltre è possibile raggiungere facilmente la Basilica del Sacro Cuore (il cuore di Montparnasse) e l’Arco di Trionfo; il tutto a meno di due chilometri.

 

 

Preparatevi a salire sulla Tour Eiffel, a fare scorta dei colorati macarons e a panini farciti di baguettes. Dal 16 al 18 gennaio non avrete altro a cui pensare. Volo diretto con partenza da Roma.

Ecco il link a questa offerta, da prendere assolutamente al volo!

Il romanticismo, si sa, è un po' ovunque. Eppure ci sono dei luoghi, soprattutto turistici, dove l'amore sembra esprimersi con maggiore forza, o addirittura città che ci fanno innamorare, o rinsaldare il rapporto già esistente con la persona amata. Per aiutarci in questo senso, We Love Dates, noto sito di incontri e appuntamenti, ha stilato la classifica dei 25 (ridotti a 10) luoghi più romantici del mondo, dove innamorarsi sarà una passeggiata.

Vi diamo qualche anticipazione: la maggior parte delle location si trova in Europa, e non è un caso, perché tra i parametri che hanno determinato le posizioni in classifica c'è soprattutto la bellezza dei panorami e la storia della città, ma anche dati più tecnici, come il numero di appuntamenti registrati in città dagli utenti, il numero di viaggi di coppia (e di nozze) e proprio la preferenza espressa dalle persone registrate al sito. 

 

 

Andiamo allora alla scoperta di queste dieci città, e del motivo per le quali gli utenti di We Love Dates le hanno elette come le dieci città più romantiche al mondo.

Parigi, Francia

La Ville Lumière, già scelta come città migliore per gli studenti, si conferma anche come città romantica per eccellenza. Una passeggiata tra gli Champs-Elysées, magari una cena a lume di candela sulla Tour Eiffel, o camminare sotto la fioca luce dei lampioni tra le stradine del quartiere Latino e una crociera sulla Senna. Tutto a Parigi trasuda amore e romanticismo. 

 

Sydney, Australia

La città del Teatro dell'Opera a forma di vela, dei grandissimi tramonti color rosso fuoco, elegantemente affacciata sul mare e dalle spiagge piene di surfisti palestrati non può che lasciarci incantati. Adattissima a single e coppie giovani, la capitale morale dell'Australia si gode una posizione che è frutto della sua ricchissima offerta sociale.

 

Venezia, Italia

Terzo posto meritatissimo per la "nostra" Venezia, culla del romanticismo e città natale di Giacomo Casanova. Come potrebbe non essere romantica, in fondo, la casa del più grande latin lover della storia? Tra calli e stradine, monumenti imponenti e più riservati, la città è avvolta in un grande e ideale cuore che non può non farci innamorare.

 

Kyoto, Giappone

Il rito dell'Hanami, la celebrazione della fioritura degli alberi di ciliegio, è un appuntamento che si è sviluppato in tante parti del mondo. Vedere la primavera che sboccia a Kyoto, nel Giappone, è però un'esperienza unica. Passeggiare tra i viali, scoprire le bellissime architetture dei templi antichi, non può che darci un tuffo al cuore.

 

Bruges, Belgio

Una delle tante "Venezia di", precisamente quella belga, si conquista il quinto posto nella classifica delle città più romantiche del mondo. I canali sono sicuramente un elemento a suo favore, ma l'architettura antica ben conservata, l'accoglienza e la bellezza degli scenari non possono non incantare.

 

Buenos Aires, Argentina

Capitale dell'Argentina e del tango, ballo sensuale per eccellenza, Buenos Aires si classifica al sesto posto. Il carattere caliente degli argentini, che trasudano amore, passione ed energia vitale, è fonte di ispirazione per le coppie che vogliono ravvivare il proprio rapporto, o per chi un rapporto vuole costruirselo da zero

 

Budapest, Ungheria

Buda o Pest, il risultato non cambia. La prima città ungherese è un grande museo a cielo aperto, quasi una Parigi in miniatura, dove le enormi piazze, la monumentalità di palazzi e musei e la presenza ispirante del Danubio contribuisce a renderla una delle mete romantiche preferite dai turisti di tutto il mondo

 

Dubrovnik, Croazia

Immaginate un luogo dove mare, natura, storia e cultura si incontrano in un abbraccio luminoso, dalle mille sfumature e dal gusto antico e moderno al contempo. Questa è la descrizione sostanziale di Dubrovnik (Ragusa per gli italiani), la bella meta croata che sempre più è scelta da sposini e coppie per una vacanza romantica

 

Firenze, Italia

Come poteva mancare (ed è un record tutto italiano) Firenze in questa classifica? La bella Firenze, patria di Dante e Beatrice, è ancora oggi una meta romantica d'eccellenza. Gli Uffizi, Ponte Vecchio, Piazza della Signoria. Luoghi affascinanti ma al contempo a misura d'uomo che rendono una visita qui un'esperienza sentimentale

 

Praga, Repubblica Ceca

Elegante di giorno, fascinosa di notte. Praga è una sorpresa a ogni passo, tra le bellissime decorazioni del Ponte Carlo e dell'Orologio astronomico, magari passeggiando in riva al fiume oppure lasciandosi guidare dai tram che, con lento procedere, ci guidano in giro. Tutto, qui, sembra studiato a tavolino per farci innamorare

Ci sono hotel che in realtà sono scrigni del peccato, insomma, mete lussuriose. Un po’ come trovarvi nel set di Eyes Wide Shout per capirci. Qui il pernottamento diventa un’esperienza estrosa e a tratti irriverente, adatta per chi voglia togliersi qualche sfizio "osè".

Un esempio? Andate a Parigi, e cercate di prenotare una stanza all’hotel ViceVersa: una struttura a sette piani dove ognuno è dedicato a uno dei sette vizi capitali. Li avete dimenticati? Bene, ripassiamoli insieme: superbia, avarizia, lussuria, invidia, gola, ira, accidia.

Qui non troverete, a mo’ di personificazione, le belve (il leone, la lonza e la lupa), incontrate da Dante nella Divina Commedia. Il top l’hotel lo raggiunge in una cura del dettaglio quasi maniacale, affidato al genio della stilista Chantal Thomass. Ecco quindi che all’interno di queste stanze, ci sono enormi letti a forma di lecca lecca (la gola?), personificazioni di personaggi storici stravaganti. Tutto condotto nella massima cura e attenzione al design. Vi lasciamo solo immaginare cosa potrete trovare nel piano dedicato alla lussuria: qui peccare sarà la cosa più banale che vi possa capitare di fare.

Cambiamo decisamente zona e spostiamoci in medio Oriente, a Gerusalemme. L’Hotel King David è una struttura a dir poco eccezionale: una struttura in pietra calcarea affacciata sulla città vecchia, dove forse il peccato non c'è, anzi, ci troviamo in una "Città Santa", ma la bellezza la fa da padrona.

Arriviamo in Italia, ad Amalfi. Anche qui il lusso capitale è la superbia, la voglia dell’uomo di sfidare la natura: un ascensore scavato nella roccia consente agli ospiti dell’hotel Santa Caterina di accedere direttamente in spiaggia, privata, s’intende. Qui il vizio superbo vi farà fare un bagno nella piscina d’acqua salata a picco sul mare, per finire la vostra giornata nella suite Giulietta e Romeo, con il suo terrazzo a picco sul mare che ricorda la tragedia dei due amanti veronesi.

Quanti di voi hanno visitato la Torre Eiffel, tappa fissa del viaggio a Parigi? Tanti, praticamente tutti. In pochi però sanno che sparse per il mondo abbondano le repliche del fiore all'occhiello di Parigi. Tentativi più o meno riusciti di emulare, per diversi scopi, l'originale francese. Se in molti casi il risultato non è stato dei migliori, alcune sono invece riuscite nell'intento di ricordare il capolavoro progettato alla fine dell'Ottocento dall'ingegnere Gustave Eiffel. Ecco le 9 migliori repliche esistenti al mondo.

 

 

LAS VEGAS EIFFEL TOWER

E' probabilmente la più nota tra le Torri Eiffel non originali. Fa parte del complesso del casino-hotel Paris e domina lo strip di Las Vegas, nel Nevada. Meta di molti turisti, americani e non, è alta 165 metri risultando in pratica una riproduzione in scala 1:2 della versione che si trova a Parigi. Vicino alla Torre, proprio a simboleggiare il tentativo di riprodurre il meglio della capitale francese, si trovano anche le piccole repliche dell'Arco di Trionfo, del Louvre e dell'Opéra Garnier.

 

L'Hotel-Casino Paris, Las Vegas

 

TOKYO TOWER

Famosa tanto quanto la 'collega' di Las Vegas, la Tokyo Tower svetta nel cielo della capitale giapponese, all'interno dello Shiba Park nel quartiere Minato. Tocca i 332 metri (riproduzione più che fedele della Torre Eiffel originale) ed ospita strutture di telecomunicazioni da un lato e un tetto panoramico dall'altro. Di sera, tutta illuminata (il tema della colorazione viene spesso dedicato a particolari eventi o ricorrenze speciali), riesce davvero ad emulare l'impatto visivo dell'originale.

 

Tokyo Tower - Tokyo

 

EIFFEL TOWER OF TIANDU CITY COMMUNITY

Sorge ad Hangzhou, città della Cina orientale. Tra l'altro in buona compagnia, visto che nella stessa cittadina (che evidentemente ha un debole per questo genere di riproduzioni) possiamo trovare anche repliche della Casa Bianca o del Monte Rushmore. E' altra 108 metri, un terzo della Torre Eiffel originale.

 

Eiffel Tower of Tiandu City Community - Hengzhou

 

TORRE EIFFEL GOMEZ PALACIO

Piccola (non raggiunge nemmeno i 60 metri) e praticamente sconosciuta, la replica che sorge a Gomez Palacio, nella regione messicana di Durango, è in realtà una delle copie meglio riuscite. Sarà che è stata donata alla città proprio dalla comunità francese locale ma questa Torre, soprattutto quando è illuminata la sera, rende davvero l'idea dell'originale parigino.

 

Eiffel Tower - Gomez Palacio, Durango

 

EIFFEL TOWER OF WINDOW OF THE WORLD

Molto ben riuscita è anche la torre che sorge a Shenzhen, ancora una volta in Cina, all'interno del parco di divertimenti 'Window of the World' che contiene 130 riproduzioni delle più famose attrazioni del mondo. E' alta 108 metri, tre volte più piccola rispetto alla Torre Eiffel di Parigi.

 

Eiffel Tower of Window of the World - Shenzhen

 

PARIZH 

Il nome di questa località della Russia è tutto un programma. Inevitabile, anche se un po' pacchiano, pensare ad una replica (in scala 1:6) della Torre Eiffel come sede delle compagnie telefoniche locali. Ma si sa, l'originalità non ha confini... 

 

Eiffel Tower - Parizh

  

SLOBOZIA 

Come per la Eiffel Tower of the Window of the World, anche in questo caso parliamo di una costruzione che sorge all'interno di un grande parco giochi. Quella di Slobozia, in Romania, è al pari di quella di Durango una delle riproduzioni (in scala 1:6) architettonicamente più fedeli.

 

Eiffel Tower - Slobozia

  

PARIS IN THE USA

Gli americani, si sa, fanno sempre le cose in grande. Così, non contenti dell'esemplare di Las Vegas, eccone altri due interessanti. Il primo (tra i più piccoli, in scala 1:16) si trova nel Texas, il secondo in Tennessee (1:20). In comune, alla faccia dell'originalità, il nome delle cittadine in cui si trovano le due repliche: Paris.

 

Eiffel Tower - Paris (Texas)

 

TRIFYLLIA 

Molto piccola (circa 18 metri), estremamente semplice, ma anche la Grecia ha la sua Torre Eiffel Si trova esattamente all'ingresso della cittadina di TrIfYllia, nella periferia del Peloponneso.  

 

Trifyllia Tower - Trifyllia

Un monumento di qua, una chiesa di là, la guida che aspetta per cominciare il tour … e "non ci vedo più dalla fame!". Come fare? Quando si è in vacanza e non si ha tempo, la soluzione è lo Street Food, il cibo da strada. Diventato chic dopo "Unti e Bisunti", il programma in onda su DMax con Chef Rubio, lo street food è una colonna portante delle vacanze, soprattutto low cost! 

Perché pranzo e cena non devono per forza prevedere una tavola imbandita, e questo vale ancora meno quando si è in giro a fare i turisti. Se si vuole mangiare bene, magari prodotti tipici e – meglio ancora – a costi e tempi ridotti, bisogna imparare l’arte dello street food. In ogni angolo del mondo è possibile prendere al volo qualcosa da mangiare, che i venditori offrono direttamente in strada.

 

 

Parigi, città della baguette

Che vacanza a Parigi è se non si percorre almeno qualche metro portando una baguette sotto il braccio? Tralasciando per un attimo, però, l’aspetto folkloristico del pane francese per eccellenza, la baguette può essere un’ottima soluzione per placare lo stomaco tra una ‘promenade dans les boulevards’ e l’altra. E non bisogna nemmeno sprecare troppo tempo a cercarne una, perché le panetterie le vendono praticamente a qualsiasi angolo di strada.

 

Riso alla cantonese by night

L’Asia si è da tempo adeguata a questa politica del cibo comodo e veloce da consumare. I noodles, questi spaghettini immersi in una zuppa salata, sono ormai approdati anche in Italia, e sono più che mai diffusi nel Mercato Serale di Miaokou, a Taiwan. Noodles e non solo: il menù di strada prevede delle omelette a base di ostriche, i tipici involtini primavera e, ovviamente, riso a volontà e in tutte le salse.

 

Il gusto della Rambla

Frutta, verdura, pesce e prodotti tipici, primo tra tutti il prosciutto spagnolo. È tutto quello che potete gustare all’interno di uno dei mercati più famosi d’Europa: il mercato della Boqueria di Barcellona. Tanti i vantaggi del mangiare qui: cibo economico e di qualità, location bellissima proprio nel cuore della città, affacciato sulla Rambla, e un’immersione nella vita spagnola di tutti i giorni.

 

Germania terra della birra… e del bratwurst

Poco tempo e tanta voglia di sperimentare il cibo locale? La parola è una sola: bratwurst, il simbolo della gastronomia tedesca. È una salsiccia di notevoli dimensioni, spesso accompagnata da salse come la senape, e dalle immancabili patate. Si può gustare anche al centro di una piazza importante come Alexanderplatz, prendendola da uno dei numerosi venditori ambulanti. E non dimenticate di innaffiare il vostro spuntino con un’adeguata dose di birra.

 

"Incartami un gyros pita, per favore"

Equivalente in salsa greca del kebab turco, il gyros pita è il cibo di strada ideale se avete fretta di fare un tuffo nelle acque cristalline di Mykonos o di ammirare l’Acropoli di Atene. Generalmente viene servito avvolto nella carta, e dunque si può continuare a camminare e contemporaneamente soddisfare il proprio palato con questo panino ripieno di carne di maiale e condito con una speciale salsa di yogurt chiamata tzatziki.

PHOTO: © mykafkaesquelife.blogspot.it

 

Parigi, la città delle luci e degli innamorati, capitale della Francia e di un turismo che guarda al bello e all'ideale, in questo luogo che commina passione, tradizione e modernismo. Non è un caso se Parigi sia gemellata esclusivamente con Roma, in un rapporto duale tra l'Urbe e la fu Lutezia che affonda le sue radici nelle origini dell'Impero romano.

Oggi vogliamo proporvi una selezione fotografica, basata sul semplice parare di spettatori passivi di fronte a cotanta bellezza, dei dieci monumenti più belli di Parigi, in un viaggio che non disdegnerà né l'antico né il contemporaneo, ma che non potrà che lasciarvi a bocca aperta. Pronti allo spettacolo?

 

 

Tour Eiffel

Progettata da Gustave Eiffel per l'Expo del 1889, doveva essere smantellata al termine della fiera, ma rimase austera come simbolo di una Parigi che tendeva al futuro, e lo fa ancora oggi

 

Notre-Dame

La cattedrale che conosciamo quasi più per la favola del Gobbo è in realtà uno dei massimi capolavori del gotico francese, imponente e maestosa nei suoi profili marmorei

 

Hotel de Ville

Imponente e maestoso, il palazzo dell'Hotel de la Ville, ovvero il municipio parigino, richiama le grandi architetture monarchiche e i fasti della corte del Re Sole

 

Museo del Louvre

"Casa" di tante opere celebri, come la Nike di Samotracia e la Gioconda, il Louvre si contraddistingue per la sua monumentalità, alla ricerca di un connubio tra vecchio e nuovo (la Piramide)

 

Arco di Trionfo

Costruito nell'Ottocento per celebrare le trionfali battaglie di Napoleone, l'Arco di Trionfo parigino si ispira alle opere dell'antichità classica, delle quali riprende forme e dimensioni

 

Montmartre

Collina immortalata dagli impressionisti, e non solo, Montmartre culmina nella sua magnifica basilica di stile neo-bizantino, dalle numerose cupole e dal profilo immacolato

 

Centre Pompidou

Museo d'arte dall'architettura modernissima, ben rappresentata dagli elementi tubolari progettati da Renzo Piano, il Pompidou è uno dei più importanti poli museali della città

 

Pantheon

Ispirato all'omonimo, e omologo, edificio romano, il Pantheon di Parigi ospita le sepolture dei personaggi che hanno reso celebre e inorgoglito la Francia nel mondo

 

Reggia di Versailles

Dimora che trasuda lusso e ostentazione in ogni suo punto, Versailles è una delle espressioni massime della ricchezza imperiale a cavallo tra XVII e XVIII secolo

 

Place Vendome

Meta dello shopping più chic, Place Vendome è un monumento a cielo aperto, una bellissima piazza circondata da palazzi nobiliari e dominata al centro dalla colonna monumentale

 

Volo economico: prenotato. Ostello da dieci euro a notte: preso. Bagaglio in stiva: no, solo quello a mano. Tutte le misure necessarie per una vacanza low cost sembrano essere state adottate, ma… lo shopping? Di certo non si farà tappa in Via Condotti a Roma o sugli Champs Elysees a Parigi, ma non è detto che si debba tornare a casa a mani vuote.

 

 

Dai boulevard al mercatino delle pulci

Il mercato di St. Ouen di Parigi è da molti considerato il mercatino delle pulci più grande non solo della città, ma di tutta Europa. La scelta, in effetti, è ricchissima: la merce d’antiquariato fa da padrona, ma se si rovista bene le bancarelle possono regalare giocattoli, libri, fotografie e dischi in vinile. Per non parlare, poi, di bellissimi vestiti vintage!

Il mercato è inoltre vicinissimo a Montmatre, e se proprio le tasche sono talmente provate da non poter comprare nemmeno un piccolo cimelio francese, ci si potrà consolare passeggiando nel suggestivo quartiere degli artisti.

Se si ha ancora un po’ di tempo e si è appassionati lettori, la passeggiata lungo la Senna è un must: lì ci sono moltissime bancarelle piene di libri che aspettano solo di essere comprati. E a pochi euro!

 

Dio salvi la regina dello shopping low cost

Londra è da sempre il regno del low cost ed è conosciuta anche per i suoi meravigliosi mercatini, alcuni dei quali sono entrati nella leggenda.

Leggendario, appunto, il mercato di Portobello Road, il più famoso della città e uno dei più importanti al mondo. Si trova davvero di tutto, dagli oggetti d'arte e d'epoca all’oggettistica, da articoli da collezione (magari introvabili) ai gioielli più particolari, scarpe e vestiti.

Altra zona, altro mercato: quello di Camden è bizzarro e coloratissimo, ed espone una quantità di oggetti infinita. Capi e accessori vintage, mobili etnici e altri oggetti che non avranno mai alcuna utilità, ma che vorrete fortemente per un motivo che sfugge anche a voi stessi.

 

Berlino che vai, shopping alternativo che trovi

Shopping low cost a Berlino vuol dire una sola cosa: mercato di Mauerpark. È ricco di prodotti vintage, come ogni buon mercatino che si rispetti, magliette, maglioni o borse stampate che sembrano quasi delle opere d’arte.  I prezzi sono accessibili, e possono scendere ulteriormente se si è in grado di contrattare con i venditori, molti dei quali hanno merce molto simile: uno splendido tubino anni ’40 potrebbe costare diversi euro in meno semplicemente spostandosi qualche metro più avanti.

Se poi si vuole prestare maggiore attenzione alla qualità, bisogna andare al mercato di Arkonaplatz che ha dei prodotti ineccepibili. Sperimentare la perfezione, però, costa un po’ di più.

 

Espadrillas? Sì, grazie

Barcellona è un luogo pieno di arte e di imprevedibilità, ed è famosa per questo suo aspetto. Tra i mercati più importanti e che attira il maggior numero di turisti sicuramente c’è il Mercadillo de la Plaça de Sant Josep, luogo di ritrovo – e di mostra – di artisti. Le vere chicche, però, si trovano al Mercat Dels Encants, uno dei più grandi e amati mercati delle pulci dell’intera città. Come ogni mercatino delle pulci che si rispetti, anche questo offre una gran quantità di materiale: oggettistica, elementi d’arredo e abbigliamento. Qui è possibile comprare non solo un paio di tipiche espadrillas da portare a casa come ricordo, ma addirittura vestiti alla modica cifra di… un euro. Se non sono affari questi!!

A caccia di quartieri innovativi nel mondo. Ci sono luoghi, nelle principali città del mondo, dove musica, creatività, tendenze di moda, artisti e street art hanno dato un importante contributo alla ristrutturazione e al miglioramento delle città stesse.

Da Milano a Miami, vi portiamo in un viaggio alla scoperta dell'innovazione fatta urbanistica, con risultati spesso molto validi e che hanno incrementato anche l'attrattività turistica delle città prese in esame. Pronti a un viaggio... nel futuro? Partiamo!

 

 

Milano, Isola

Alla vigilia dell’Expo, il quartiere che più di tutti sta beneficiando di questa nuova virata positiva è sicuramente Isola, vicino alla stazione di Porta Garibaldi. Negozi vintage, botteghe artigiane e locali hipster e alla moda (come il Frida), oppure dei classici sempreverdi per gli amanti di serata condita da musica jazz, come il Blue Note. Si trova dietro la torre Unicredit (il grattacielo più alto d’Italia) e l’avveniristica quanto bella piazza Gae Aulenti.

 

Amsterdam, Noord

Un classico della riconversione: spazi industriali riconvertiti in quartieri culturali in mezzo a villaggi rurali come Nieuwendam, adatti per gite in bici. Qui è stato appena aperto il Museo del Cinema e spazi di co working per creativi, oltre a una pista per skater al coperto. Dulcis in fundo, MTV ha appena trasferito i suoi uffici qui. I locali al top? Il caffè Noorderlicht, sotto una cupola trasparente, e l’IJ-Kantine, brasserie con terrazza vista fiume.

 

Miami, Wynwood

Laboratori, negozi di artigianato, spazi multifunzionali. Questo quartiere si trova nel Midtown, verso la 25esima strada ed è un vero e proprio incubatore di creatività. E poi, a renderla un museo a cielo aperto, sono le opere di street art di Obey e Banksy. Un aperitivo tra i bar è d’obbligo. Tra i migliori, il Panther, per skaters e mercanti d'arte, il Del Toro, e la pizzeria Joey's.

 

Parigi. Butte-Aux-Caille

Pensavate che il quartiere Bohèmien della Capitale Francese fosse Montmartre? Siete un po’ indietro con i tempi. Si trova nel 13° arrondissement e lo contraddistinguono casette a un piano, strade dai vicoletti stretti e un’inconfondibile aria da piccolo villaggio. Fanno il resto atelier di pittori e bistrot.

Pagina 1 di 3