Arriva il freddo e cresce la voglia di montagna, di neve e di sci. Che ne dite di fare un salto in Alto Adige, nella zona di Merano e dintorni? I comprensori sciistici di Merano2000, Schwemmalm, Plan, Monte San Vigilio e Val Senales mettono d'accordo tutti gli amanti della montagna e permettono a grandi e piccoli di migliorare le proprie competenze sugli sport invernali, o partire da zero e arrivare al termine della vacanza a essere degli sciatori provetti.

Per Hannes Laterner, maestro di sci in Val Senales da ben 24 anni, la pista più bella della zona è quella dell'Angolo del diavolo, con una "lunghezza che varia da 1.900 a 2.270 metri" ma che, ci tiene a precisare, "consiglio solo agli sciatori provetti". In Val Senales, l'Angolo del diavolo è parte integrante di un complesso che copre decine di chilometri e che, grazie all'altezza ragguardevole (fino a 3.212 metri) può essere praticato senza particolari difficoltà per tutto l'anno.

 

 

Chi è in vacanza con la famiglia sarà sicuramente d'accordo con Herbert Ennemoser, direttore della scuola sciistica di Plan, che racconta: "Il nostro comprensorio è a misura di famiglia. La pista Gampen è ideale per principianti e sciatori poco esperti, con un tracciato lungo 400 metri ed esposto al solo". Plan, infatti, è il sito del Comprensorio di Merano e dintorni più adatto agli sciatori principianti, che però vogliano scoprire le loro reali capacità su sci e snowboard.

Merano2000 è l'unica area a vantare un maestro donna, Irma Hölzl Alber, che ci tiene ad elogiare le bellezze paesaggistiche del suo complesso: "La nuova seggovia a quattro posti permette di raggiungere la pista, con una splendida vista sulle Dolomiti e sulla cappella di Sant'Osvaldo". A Merano 2000, infatti, la particolare conformazione geografica risulta essere adattissima ai più "freddolosi", ma anche a chi cerca una abbronzatura fuori stagione.

Ottimi suggerimenti per una vacanza di successo ci arrivano, infine, da Lucas Kuntner, che dirige la zona di Monte San Vigilio, e che consiglia "la pista Seehof, molto facile e adatta per famiglie, bambini e sciatori inesperti" e da Gottfried Paris, maestro di sci di caratura nazionale impegnato in Val d'Ultimo, che raccomanda le piste "Mutegg e Asmol che permettono di scendere al ritmo e alla velocità che si predilige, e che consiglio agli sciatori esperti".

In Alto Adige c'è solo l'imbarazzo della scelta. E vi sto che l'inverno è sempre più vicino, non sarebbe male farci un pensierino.

Da oggi e fino a domenica 2 novembre, Modena è la capitale degli sport invernali. Nel complesso di ModenaFiere, infatti, si tiene la 21esima edizione di Skipass, la manifestazione promozionale-turistica dedicata alle destinazioni dell'inverno, al mondo dello sci e dello snowboard. Skipass è un evento di particolare interesse turistico ed economico: ogni anno è visitato da centinaia di migliaia di persone, alla ricerca di idee, suggerimenti e novità per quanto riguarda il turismo d'alta quota. Vi partecipano non solo le città più importanti delle zone alpine e appenniniche, ma anche commercianti piccoli e grandi, rappresentanti di marchi sportivi internazionali e una buona partecipazione sarà anche garantita dalle mete estere, che puntano ad ampliare la quota turistica proveniente dal nostro paese.

Durante la kermesse saranno premiati gli atleti che hanno preso parte alle Olimpiadi invernali di Sochi dello scorso febbraio, in uno show organizzato e gestito dalla FISI - Federazione Italiana Sport Invernali che consegnerà i premi di Atleta dell'anno. Spazio anche al mondo degli sport paralimpici, con convegni e conferenze di particolare interesse per un ambiente, quello dello sport e disabilità, che sta conoscendo un sempre maggiore interesse da parte del grande pubblico.

 

 

La principale attrazione di Skipass, però, è la Ski Area, un complesso sportivo per dilettanti e professionisti che potranno cimentarsi con il mondo degli sport invernali nel pieno di Modena. All'interno di questa struttura, infatti, sono state realizzate una pista da sci (la più grande mai costruita al mondo in un contesto urbano), una zona per il pattinaggio artistico, un percorso per gli amanti dello snowboard e un complesso per freestyle e freeride, discipline da poco introdotte nella grande famiglia degli sport sulla neve.

Tanto spazio, poi, per bambini e ragazzi, che avranno modo di scoprire queste attività grazie alla collaborazione di maestri qualificati FISI, in tutta sicurezza e mentre gli adulti visiteranno la mostra. Dimenticavamo, i prezzi! Il biglietto standard costerà 15 euro per le giornate di giovedì, sabato e domenica, e 8 euro per quella di venerdì, ma solo per donne e ragazzi. Da 0 a 6 anni ingresso gratuito, da 7 a 13 anni biglietto ridotto a 13 euro. Un'occasione imperdibile per togliere sci e scarponi dall'armadio, e prepararsi alla lunga stagione bianca.

Un video mozzafiato con una raccolta dei migliori fuoripista che possiate immaginare! Non bastano gli sci per creare lo spettacolo, ci vuole anche un pizzico di follia! E forse molto più di un pizzico...

C'è lo sci, quello classico, quello "aperto a tutti". E poi c'è il freeski, una versione estrema di questo sport, aperto soltanto a chi nella vita non riesce proprio a rinunciare alla follia! Vi proponiamo un video con le clip più assurde e spettacolari di sci fuoripista e freeski estremo. Quando il gioco si fa duro ... succede quello che state per vedere!

 

 

Niente male, no? Ci vuole un bel po' di coraggio per fare certe cose. Lo sci estremo è una disciplina in continua evoluzione, con sempre più "adepti". Alcune "piste" molte gettonate si trovano anche in Italia, come la parete est del Monte Rosa, teatro di una delle discese più ardite, o come la parete nord del Gran Paradiso, conquistata nel 1975 da Heini Holzer, uno dei pionieri di questa disciplina. Insomma, quando le piste classiche, anche quelle più difficile e per sciatori esperti, diventano noiose, non si può fare altro che guardare faccia a faccia la neve e dirle: "Vediamo chi è più forte?!". E la risposta, ovviamente, non è sempre così scontata!

 

Una settimana bianca, magari fuori dall'Italia, è proprio quello che ci vuole per dare quel tocco in più all'inverno. Certo, ci vorrebbe (come sempre) una soluzione capace di abbinare divertimento, sport e portafogli. Perfetto, allora non potrete perdere questa offerta. La meta scelta è l’Austria, l’Hotel il Boutique Hotel al lago Wörthersee, il più grande lago della Carinzia, poco lontano dalla cittadina di Klagenfurt, un vero scrigno di questa regione montana, circondata da vari e tanti laghetti.

 

 

La stessa Klagenfurt merita una visita; si tratta infatti di una tranquilla cittadina di provincia, con un elegante impianto settecentesco, dalla quale si possono facilmente raggiungere le piste e dedicarsi allo sci. E se la giornata si rivela fin troppo stancante, la soluzione per la sera è farsi coccolare in hotel, con una bella e buona cena di quattro portate. Per i più sportivi, c'è anche un’ora di tennis gratuita alla settimana mentre chi ama il relax può dedicarsi a rilassanti sedute. Un sogno in bianco, che costa solo 179 euro per persona.

L'offerta completa e maggiori dettagli sono disponibili sul sito travelbird.it.