Date un'occhiata alla vostra bacheca Facebook. Se avete più o meno la nostra età (non vi diremo mai quanti anni abbiamo, ma ve lo lasciamo immaginare), la vostra bacheca si riempie ogni giorno di sposini, coppiette, bebè. Abbiamo perciò deciso di schierarci dalla loro parte e di aiutarli a ricevere il regalo giusto: il viaggio di nozze. Sì, non ci sono altre soluzioni, l'idea migliore secondo noi è farsi regalare la luna di miele. E vi spieghiamo anche perché.

La lista nozze (che ha salvato molte coppie da premature crisi matrimoniali) resta sempre valida: gli sposi scelgono quel che vogliono ricevere. Però ora che molte coppie arrivano al matrimonio dopo una collaudata convivenza, suppellettili, elettrodomestici e televisori, i classicissimi della lista nozze, sono più inutili che in passato.

Altro regalo sempreverde è la busta, praticata soprattutto da chi ha qualche anno in più e da chi non vuole correre rischi (o non ha fantasia). Immortale perché permette di ammortizzare i costi del matrimonio, certo, però è meglio se quei soldi abbiamo già uno scopo, altrimenti si spendono senza nemmeno accorgersene.

 

 

E allora, nuova vita al contante. Ma per il viaggio di nozze. Aprite un conto corrente, legatelo alla luna di miele e fate capire ai vostri invitati di “riempirlo” come meglio credono. Userete quei soldi per girare il mondo. Per questo fidelizzate gli inviatati alla vostra “causa”, per fare in modo che la vostra idea abbia successo (che in termini pratici vuol dire cifre a tanti zeri sul vostro conto corrente). Fate in modo di lasciare tracce qua e là del vostro viaggio. Avete pensato di mettere qualche indicazione, una foto o una frase tipica del posto che volete visitare, sulle partecipazioni?

Se poi volete anche risparmiare, seguite queste tre mosse fondamentali.

1. Top secret. Se andate in agenzia di viaggi non comunicate assolutamente che si tratta del vostro viaggio di nozze. Ogni tour operator (così come ogni gioielliere, ogni fiorista), quando sente la parola “matrimonio” vede davanti a sé tante banconote verdi (non usiamo i dollari, ma rendono meglio in questo tipo di immagini). Quindi siate vaghi e parlate di un generico viaggio di coppia.

2. Organizzatelo da soli. Se siete molto bravi, saltate il punto 1. Non è difficile. In fondo il vostro conto corrente è slegato da quelle delle agenzie viaggi.

3. Scegliete itinerari e posti tra loro vicini. Ecco, magari non predisponete un tour che tocchi il Nepal, Zanzibar, passando per New York. Avete anni e anni di vita insieme per girare ogni angolo del mondo, concentratevi su un’area: la Polinesia, l'America e dintorni (magari potete arrivare fino in Messico o in Canada). In questo modo, la cultura di un popolo resterà nella vostra memoria e risparmierete un bel po' di euro.

E ora, buona fortuna e ... congratulazioni!

La rivista statunitense Forbes, la Bibbia di tutti i Paperon de' Paperoni del mondo, ha stilato una lista degli alberghi più lussuosi del mondo. Fin qui niente di strano: basta avere una buona carta di credito che lo permette (come diceva la famosa pubblicità? Per tutto il resto, c'è Mastercard!). 

Ma avete mai immaginato di dormire sott'acqua, nella profondità negli abissi? Se pensate che tutto ciò non sia possibile, "bastano" qualche migliaio di dollari per ricredersi. Qui si parla di acqua vera, non di materassi ad acqua, che per molti rappresentano l'unica associazione possibile tra l'acqua e l'idea stessa di dormire.

 

 

L'hotel da sogno di cui stiamo parlando è il Poseidon Undersea Resort, è il primo resort sottomarino del mondo e si trova alle isole Fiji.

Aiutiamo la vostra immaginazione. Si inizia prendendo un ascensore che vi porterà a 12 metri di profondità. Una volta accomodati nella vostra suite (ce ne sono 30), noterete che solo una parete spessa di 10 centimetri vi separa dal mondo marino: una parete a cupola, il che vuol dire che la prima cosa che vedrete al vostro risveglio saranno gli squali bianchi che nuotano sulla vostra testa. Per i naturalisti, c'è anche uno speciale bottone che permette di nutrire direttamente la fauna marina.

Il romanticismo raggiunge vette inesplorate di notte, quando è possibile spegnere tutte le luci e "illuminare il mare". Il costo? Abbastanza sostenuto, d'altra parte si parla di Forbes: 12 mila dollari a settimana. Chissà, potrebbe essere un’idea per un viaggio di nozze.

Mancano pochi mesi al vostro matrimonio, avete prenotato la sala per il ricevimento e già comprato il vostro vestito da sogno e adesso state pensando a dove andare in luna di miele, perché dopo la cerimonia e i fasti del pranzo (o della cena, o magari entrambe!) è quello il passaggio più "problematico" delle nozze.

Vorreste organizzare un viaggio di nozze da favola ma non volete spendere troppo, o magari non vorreste affidarvi a tour operator perché non siete amanti delle soluzioni preconfezionate. Bene, Vita da Turista ha la risposta giusta per voi. Ecco 3 mete turistiche per organizzare un viaggio di nozze economico senza rinunciare ai vostri sogni:

 

 

Tour in Sicilia

La vostra valigia sarà piena di costumi e pareo e vi basterà solo una macchina, anche presa in noleggio. La vostra luna di miele in tour vi permetterà di visitare le molteplici sfaccettature che l’isola offre, dalla Riserva dello Zingaro in provincia di Trapani con mare incontaminato e contatto con specie naturali in via di estinzione, l’arabeggiante Palermo, con le sue note specialità culinarie e la Spiaggia di Mondello, Agrigento e la sua Valle dei Templi per rivivere lo spirito della Magna Grecia, e la visita sull’Etna con suggestive escursioni fino ai crateri sommitali del vulcano.

 

Costiera Amalfitana

Territorio dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, la Costiera Amalfitana offre un’idea di viaggio di nozze in un territorio accogliente ed incantevole poco lontano da casa vostra. Si parte da Amalfi, dove è possibile visitare il Duomo e la suggestiva struttura ad archi intrecciati del Chiostro del Paradiso, passando per la sofisticata Positano nota per le sue spiagge incantevoli, fino ad arrivare a Sorrento, meta rinomata per immersioni e per il Limoncello.

 

Costa Smeralda

Raggiungibile in nave o in aereo, la Costa Smeralda rappresenta ad oggi una destinazione turistica dagli scenari più suggestivi, composti da spiagge incontaminate, coste frastagliate e mare turchese. Meta per gli appassionati di eventi mondani e sportivi, come sfilate di moda e regate, offre particolari visite presso la località di Arzachena con il Nuraghe Albicciu e la Tomba di Giganti Coddu Vecchiu, fino all’escursione sulle isole dell’arcipelago della Maddalena, sette isole dal sapore mediterraneo e selvaggio.

Sposarsi, si sa, è una delle cose più belle della vita. Farlo con una cerimonia sfarzosa, in compagnia di tutta la famiglia e degli amici più cari, è quasi un obbligo. Una lunga ed esotica luna di miele, poi, è la ciliegina sulla torta. Alex Pelling e Lisa Gant, però, hanno ben pensato di sposarsi non una, ma ben 66 volte (sempre tra di loro, ovviamente!) e, nel farlo, di scegliere per ben 66 volte una location diversa. Insomma, nel corso di due anni, questa bella coppia di Manchester, alla quale certamente non è mancato un budget piuttosto cospicuo, si è spostata in lungo e in largo per il mondo, rinnovando di volta in volta i loro voti matrimoniali.

Il curioso "esperimento", o come preferiamo chiamarlo noi un viaggio di nozze (decisamente) allungato è stato raccontato su un blog creato ad hoc, e seguito su Facebook e Twitter da migliaia di persone, certo molte con un pizzico di invidia, per questi sposini che hanno celebrato il loro matrimonio in Perù, in abiti bianchi e tra grandi corone di fiori, alle Hawaii in una grande piscina con delfini che spruzzavano acqua da ogni lato, in Pakistan in tradizionali e sfolgoranti abiti locali, a Tahiti durante un volo aereo, ma anche a New York, in Guatemala, e in decine di altri paesi.

 

 

Il progetto, che prende il nome di 2people1life (2 persone, 1 vita), è iniziato nel 2011 e terminerà a fine anno, dopo un completo giro del mondo, che avrà portato Alex e Lisa in tutti i continenti, partendo dal Regno Unito e terminando (chissà) in Australia. Una esperienza meravigliosa, non trovate?