Volete sapere quali sono i migliori aeroporti del mondo? Eccovi accontentati! Il portale online di booking eDreams ha diffuso i risultati di una ricerca che, grazie alla collaborazione di ben diciottomila clienti/recensori, ha letteralmente dato i voti ai principali scali aeroportuali del mondo, con due classifiche distinte: i dieci migliori e i dieci peggiori aeroporti del mondo.

A farla da padrone nella classifica "buona" è, un po' a sorpresa, l'aeroporto di una città non-metropoli: l'aeroporto di Dusseldorf, in Germania, valutato con un punteggio di 4,52 su 5: organizzazione "tedesca", controlli efficienti e non eccessivamente lenti, tanti e comodi collegamenti con la città e le destinazioni vicine.

 

 

Salgono sul podio anche lo scalo di San Francisco, che ha ottenuto un risultato di poco inferiore a quello di Dusseldorf, e lo Stoccolma-Arlanda, il più importante aeroporto della capitale svedese. Seguono in classifica l'aeroporto Narita di Tokyo, il Changi di Singapore (ormai da diversi anni nei piani alti di quasi tutte le classifiche di questo genere), l'Helsinki-Vantaa, il Trudeau di Montréal, l'aeroporto internazionale di Bangkok, il Franz Josef Strauß di Monaco di Baviera e, al decimo posto, il Chhatrapati Shivaji Airport di Mumbai, in India.

Passiamo al lato negativo, quello dei dieci aeroporti peggiori al mondo. Qui, purtroppo, si registra la presenza di uno scalo italiano, quello di Roma Ciampino (3,34/5), che non si è adeguato ai sempre maggiori flussi turistici (oltre 5 milioni di passeggeri ogni anno) e che presenta importanti carenze infrastrutturali.

Il peggior aeroporto del mondo è quello di Rio de Janeiro, che gli utenti di eDreams hanno valutato come caotico, lento e poco sicuro, problemi questi sicuramente importanti, anche in vista delle Olimpiadi del 2016. Pessimo risultato anche per lo Schönefeld di Berlino, con la capitale tedesca che attende ormai da anni l'apertura dello scalo di Brandenburg, che si "classifica" al secondo posto tra i peggiori.

Record poco invidiabili anche per il Rafic Hariri di Beirut (3° posto), il Mohammed V di Casablanca (4° posto), il Guarulhos di San Paolo del Brasile (6° posto), il Comodoro Arturo Merino Benitez di Santiago del Cile (7° posto), il Luton di Londra (8° posto), il Menara di Marrakech (9° posto) e quello di Cancun, al decimo posto.

(Foto in apertura: ©Sorbis / Shutterstock.com)

Ryanair e il San Valentino low cost. Le nuove proposte della principale compagnia aerea low cost europea, che in Italia serve ben 24 aeroporti, nasce con l'idea di fornire a tutti i viaggiatori soluzioni per visitare le città più romantiche del Vecchio Continente a prezzi decisamente vantaggiosi.

Come si legge dal comunicato stampa ufficiale, le città che potranno essere raggiunte grazie a queste offerte speciali saranno Atene, Budapest, Lisbona, Parigi, Varsavia e Venezia. Gli aeroporti di partenza saranno quelli di Roma Ciampino, Milano - Orio al Serio, Pisa, Bologna, Alghero, Cagliari e Lamezia, questi ultimi per i voli diretti sull'aeroporto di Venezia - Treviso.

 

 

Delle tariffe speciali, che riguarderanno i voli effettuati esclusivamente nel periodo 12-16 febbraio 2015, sarà possibile usufruire solamente sulle prenotazioni che verranno effettuate entro il 20 gennaio 2015, ovvero martedì prossimo. Di seguito, il riepilogo delle rotte disponibili per la speciale promozione di San Valentino, con evidenziate le città di destinazione.

  • Atene, da Roma Ciampino a €19.99 e da Milano (Orio al Serio) a €23.99
  • Budapest, da Roma Ciampino a €34.99 , da Milano (Orio al Serio) a €37.99 e da Pisa a €53.99
  • Lisbona, da Pisa a €27.99  e da Roma Ciampino a €40.99
  • Parigi (Beauvais), da Milano (Orio al Serio) a €26.99, da Roma Ciampino a €26.99  e da Pisa a €25.99
  • Varsavia, da Milano (Orio al Serio) a €17.99, da Roma Ciampino a €45.99 e da Bologna a €34.99
  • Venezia (Treviso), da Alghero a €19.99, da Cagliari a €39.99 e da Lamezia a €32.99.

John Alborante, Sales & Marketing Manager Ryanair per l’Italia, ha sottolineato nel comunicato stampa diffuso quest'oggi che "I consumatori italiani già scelgono Ryanair per le tariffe più basse, il servizio clienti leader di settore e l’ampia scelta di destinazioni. Ora possono anche prenotare i propri voli per un weekend romantico sul nostro migliorato sito web o con la nuova app mobile, trasportare un secondo bagaglio a mano gratuito di piccole dimensioni, godere di posti assegnati e della possibilità di utilizzare i propri dispositivi elettronici in tutte le fasi del volo".

Insomma, se avevate ancora dubbi su dove trascorrere San Valentino (dopo che vi abbiamo proposto una selezione di baiteB&B romantici e intere città romantiche), ora non avrete proprio più scuse, neanche quella dei costi proibitivi!

“Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”, perchè non prendere sul serio questo detto per Pasqua 2015? L’offerta di oggi riguarda una vacanza di tre notti nella capitale d’Ungheria, Budapest, città in via di forte innovazione e piena di attrazioni da scoprire.

L’offerta di oggi, proposta dal sito Logitravel.it permette di visitare Budapest, alla scoperta del Danubio e visitando il Memento Park, concedendosi momenti di relax nei famosi Bagni Széchenyi, le terme della città durante le vacanze pasquali con un soggiorno di tre notti in hotel a solo 351,60 euro a persona.

 

 

Golden Park Hotel, un gioiello al centro di Budapest

Il pernottamento sarà il Golden Park Hotel, albergo a quattro stelle nel centro di Budapest, vicino dunque nei principali luoghi d’interesse della città. L’Hotel, dotato di diversi comfort, come l’accesso ad Internet wi fi, bagni lussuosi con set di cortesia, centro benessere con sauna, e possibilità di utilizzare la navetta gratuitamente.

Volo A/R con Wizz! da Roma Fiumicino

A soli 351,60 euro a persona l’offerta di oggi comprende anche il volo diretto A/R con la compagnia aerea Wizz! con partenza dall’aeroporto di Roma Fiumicino su classe turistica. Partenza il 03 Aprile 2015 da Roma Fiumicino alle ore 12,40 e arrivo a Budapest alle 14,30, ritorno il 6 Aprile 2015 con volo dall’aeroporto di Budapest alle ore 10,15 e arrivo a Roma Fiumicino alle ore 12,05.

 

Ecco il link dell'offerta su Logitravel.it

Alitalia Light. La compagnia aerea di bandiera continua la sua "rivoluzione" che, dopo l'introduzione della nuova livrea e di interni rinnovati, introduce la tariffa low cost dedicata ai passeggeri che viaggiano in Italia e in Europa con il solo bagaglio a mano.

Disponibile su voli di andata e ritorno effettuati a partire dal 14 settembre 2015 sia su tratte nazionali che europee 'light' consente di risparmiare in media il 25% sulla tariffa di base.

Germania, Francia, Spagna, Inghilterra, Grecia, Turchia, Polonia, Romania, Georgia, Algeria ed Egitto i paesi raggiungibili dall’Italia a soli 79 euro A/R, con prezzi decisamente più bassi della media delle compagnie non low cost, e piuttosto vicini anche alla media dei biglietti Ryanair ed Easyjet, solo per fare alcuni esempi.




La tariffa low cost di Alitalia è compresa di catering a bordo e contribuisce all’accumulo delle miglia valide per il programma ‘Millemiglia’. I passeggeri che viaggiano ‘leggeri’ sono vincolati al check-in online, sul sito di Alitalia oppure attraverso le applicazioni per smartphone e tablet. Per chi è impossibilitato ad accedere ad internet sono disponibili, all’interno degli aeroporti, le postazioni preposte alle operazioni di ‘fast check-in’. Il posto a bordo dell’aeromobile viene assegnato automaticamente.

Ai soci di Club Freccia Alata Plus, Freccia Alata, Ulisse, Elite ed Elite Plus, oltre alla convenienza della tariffa light sono riservate ulteriori condizioni agevolate: imbarco gratuito del bagaglio in stiva più eventuale equipaggiamento sportivo, scelta del posto a bordo e accesso alla lounge (esclusivo per Freccia Alata Plus, Freccia Alata ed Elite Plus).

Il bagaglio a mano, per essere conforme alle condizioni previste dalla tariffa light, deve rientrare nei limiti di peso e dimensioni stabilite dalla compagnia aerea; il peso massimo non deve superare gli 8 Kg mentre le misure devono rientrare in 55 cm di altezza, 35 cm di larghezza e 25 cm di spessore, maniglie, tasche e rotelle incluse.

In caso di esigenze particolari il bagaglio può essere imbarcato pagando un’integrazione il cui ammontare varia a seconda del canale attraverso il quale la si acquista. La tariffa light è acquistabile su alitalia.com, tramite il call center al numero 89.20.10, presso le agenzie di viaggio e le biglietterie aeroportuali. Ariodante Valeri, chief commercial officer di Alitalia, sottolinea che la proposta commerciale “non nasce come una tariffa promozionale stagionale ma come componente stabile della nuova offerta Alitalia”. Light non è disponibile per i voli domestici in continuità territoriale che, secondo la normativa, già prevedono agevolazioni e tariffe dedicate.

Delusione per Sardegna e Sicilia; essendo interessate dalla continuità territoriale gli aeroporti delle due regioni sono stati esplicitamente esclusi dalla tariffa low cost.

 

Italians do it better. In fatto di cucina questo vale più di un mantra. In tutti i luoghi, anche in cielo. Anche il mensile americano “Global Traveler” non ha dubbi: la miglior cucina (anche quella d’alta quota), è quella di Alitalia, la compagnia di bandiera del Bel Paese. Com’è stata stilata questa classifica? Chiedendo opinione a circa 26 mila frequent flyer, ossia i viaggiatori che scelgono l’aereo con frequenza.  

Un questionario di tutto rispetto, dato che la celebre rivista statunitense pubblica questo sondaggio da ben undici anni. Ovviamente ci stiamo riferendo a menù da business class, ma c’è da dire che anche nei “piani bassi” (se di piani bassi si può parlare, visto che stiamo pur sempre parlando di aereo), il menù non è male. Torniamo per un attimo a sognare: seduti sulle comode poltrone della Magnifica (appunto, la business class targata Alitalia), potrete gustare autentiche prelibatezze. Qualche esempio? Medaglioni di manzo in salsa di vino bianco, accompagnati da rosette di patate. Oppure un buon Timballo di Taleggio Dop.

 

 

Lo scarto tra la cucina italiana e quella di altri competitors sta, come sempre, nell’accurata selezione, che tiene sempre in gran considerazione la regionalità di ogni prodotto, ma non è finita qui: una buona dose di espresso, tortine mignon e selezioni di dolci tipici è quello che vi aspetta se sceglierete di volare su uno degli A330 o B777 dell'Alitalia.

Vi starete chiedendo da dove vengono queste buone idee. Non si vince da soli infatti, e questo è il motivo per cui Alitalia realizza i suoi menù in collaborazione con ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana diretta da Gualtiero Marchesi; menù e sono accompagnati da vini selezionati in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier. Grazie alla collaborazione di oltre 60 grandi chef, Alma ha realizzato l'apprezzato progetto di “Cucina Italiana Contemporanea”. Al secondo e terzo posto, per vostra conoscenza, si classificano la Asiana Airlines, che presenta i classici della tradizione enogastronomica sudcoreana, e la Brussels Airlines, che risponde a colpi di cioccolato e delikatessen del Belgio.

Pasqua 2015 si avvicina, e con essa anche la voglia di fare una prima vacanza primaverile, assaporando le giornate che via via si allungano, le temperature che si rialzano e il tepore di aprile.

Quest'anno la Pasqua cadrà il 5 aprile, e permetterà di godere di un bel ponte di 4 giorni (3, 4, 5 e 6 aprile) contando anche la Pasquetta, e dunque ecco alcuni consigli utili, biglietto aereo alla mano, per godersi una vacanza rilassante di Pasqua sfruttando le nuove rotte delle compagnie aeree low cost.

Iniziamo da Bilbao, una città dal fascino antico e moderno allo stesso tempo, grazie al Guggenheim Museum di Frank Gehry e l'aeroporto di Norman Foster, che sarà collegata da Roma a partire dal 27 marzo grazie a Vueling, una delle massime compagnie low-cost europee, che proprio a Fiumicino ha una delle sue basi operative.

 

 

Vueling propone, negli stessi giorni, un'altra rotta che riguarda Roma Fiumicino, verso Stoccarda, pregevole città tedesca e "Mecca" per tutti gli amanti delle automobili, grazie alla presenza delle case produttrici, e dei musei, di Porsche e Mercedes Benz, ma anche di ottimi vitigni che la rendono una "città del sud", al nord.

Sempre in Germania, ma questa volta ad Amburgo. Città dal fascino antico, nonostante la quasi totale distruzione della Seconda guerra mondiale si è risollevata, ed è un luogo di attrazione turistica. La città sarà collegata con Bologna da Easyjet, con frequenza trisettimanale.

Altrettanto valida la proposta di Ryanair, che collegherà Palermo a Memmingen, un bel borgo della Baviera posto a circa 100 km da Monaco, e considerato per questo uno scalo economico per raggiungere la bellissima città dell'Oktoberfest.

La Air Horizont, una recente compagnia low cost spagnola, ha già annunciato che in primavera partiranno i primi voli diretti tra Roma e Saragozza, la bellissima città aragonese con la Basilica della Vergine del Pilar, uno dei templi mariani più antichi e belli del mondo.

Da Bergamo, infine, la WizzAir propone un interessamente collegamento diretto per Kosice, città della Slovacchia dalla ricchissima tradizione culturale, Capitale europea della cultura nel 2013 e già importante centro delle industrie slovacche.

Un’offerta valida fino a settembre e che, proprio per questo, vi permette di volare a Ibiza per trascorrere un’estate perfetta tra spiagge da sogno e una delle più intense vite notturne d’Europa. Siete già pronti a fare un tuffo a Platja d’en Bossa e a scatenarvi al Bora Bora, ma ancora non avete trovato l’offerta che fa per voi? Ci abbiamo pensato noi di Vita da Turista!

219 euro: questo il prezzo totale per volare nell’isola del divertimento, in cui sono comprese 5 notti in albergo con colazione inclusa, e il volo A/R Ryanair da Roma Ciampino o Bergamo Orio al Serio con bagaglio a mano.

 

 

L’hotel è il Club Cala Azul, che si trova a 10 minuti a piedi dalla spiaggia di Cala Lena e che è dotato di tutti i comfort: piscine, campi da tennis, palestra, sauna, un’ampia vasca idromassaggio e un ristorante sulla terrazza panoramica che offre una vista senza paragoni sul Mar Mediterraneo.

Cosa aspettate a cogliere al volo questa fantastica offerta? Ecco il link diretto a TravelBird!

Quante volte siete scesi dall’aereo e vi siete accorti di esservi dimenticati qualcosa a bordo? Succede molto più spesso di quanto possiate immaginare.

E un’altra cosa che non potete immaginare sono gli oggetti che vengono dimenticati in aereo, che sono davvero dei più strani. Certo, ce ne sono anche alcuni di uso comune come gli orologi i cappotti – e, negli ultimi anni, smartphone e tablet – ma noi vogliamo rifarci alla classifica stilata dalla British Airways che contiene delle incredibili e spassose sorprese!

 

 

Sapevate che solo sui voli della compagnia britannica ogni anno sono oltre 30.000 gli oggetti che vengono smarriti? In questa mole di materiale noi vogliamo soffermarci un attimo sulle cose più curiose che sono state ritrovate: ecco la lista delle 10 che sono davvero le più bizzarre e impensabili!

1. Una scatola di salsicce tedesche

2. Un massaggiatore a infrarossi

3. Un porta-dentiera

4. Un elmetto da cavallerizzo

5. Una stuoia da yoga

6. Un paio di bastoncini da nordic walking

7. Due cappelli da cowboy

8. Un seggiolino per auto da bambino

9. Un libretto delle preghiere

10. Un arazzo

Un’ultima curiosità: sembra che tra gli oggetti dimenticati più spesso ci siano anche le fedi nuziali, che spesso vengono ritrovate nelle toilette dell’aereo. Chissà quanti mariti e mogli smemorate riescono a recuperare il loro simbolo d’amore perduto?

In aereo a New York con 10 euro. No, non è uno scherzo e sì, la cifra è proprio quella, dieci euro. Stiamo parlando della proposta "choc", ma in senso positivo per gli amanti del low cost, di Michael O'Really, fondatore di Ryanair, che è atterrato in questi giorni negli aeroporti di Pisa e Bologna per incontrare i giornalisti italiani.

Il motivo? L’annuncio di tariffe straordinarie che rivoluzioneranno il modo di viaggiare. Si tratterà in questo caso di una rivoluzione 2.0 dal momento che il primo, grande, sovvertimento dell’ordine esistente delle cose Ryanair l’ha realizzato nel lontano 1985: chi si sognava prima di allora di fare un viaggio A/R in giro per l’Europa (o l’Italia, perché no), a meno di trenta euro?

 

 

Tanti anni sono passati, con gli europei diventati improvvisamente globetrotters low cost, ed oggi la nota compagnia irlandese annuncia un ulteriore svolta epica: la sfida è quella di portare i suoi viaggiatori (nel giro di qualche anno, è chiaro) a New York con soli 10 euro. L’Oceano Atlantico a poco meno del prezzo di un biglietto del cinema.

La domanda è: come sosterrà Ryanair le spese per mantenere queste promesse? Michael O’Really tranquillizza i curiosi. In primis il calo del petrolio che (a quanto pare e con una certa cautela preventiva), è sempre più in discesa. In secondo, il potenziamento della flotta con 40 nuovi aerei. Terzo punto, la possibilità di scali tecnici (magari in Islanda, per superare i rigidi regolamenti internazionali) che "spezzeranno" il viaggio in due tronconi, garantendo così, pur con orari più lunghi, il rispetto delle tariffe low cost proposte. Tutti ingredienti che, nel 2016, dovrebbero far abbassare ulteriormente le tariffe e portare finalmente i turisti a New York con 10 euro (più o meno).

Quali sono intanto le novità per gli aeroporti italiani? Da Roma sono state annunciate sette nuove rotte per l’estate a venire: da Ciampino per Copenaghen, Atene, Colonia, Fez, Lisbona, e Pafos, mentre da Fiumicino partiranno nuovi velivoli per Brindisi, Bari, Comiso, Marsiglia e Siviglia. Da Milano (in realtà si tratta dell’aeroporto di Orio al Serio di Bergamo), le rotte saliranno a un numero di 68, con oltre 1000 voli settimanali. E’ la legge dei grandi numeri. Aspettiamo di vedere i transoceanici, per arrivare a New York con 10 euro.

Il noto quotidiano britannico Telegraph ha stilato una interessante (ma per certi versi discutibile, e vedremo successivamente perché) classifica dei venti paesi più belli del mondo, secondo il giudizio, sindacabile per l'appunto, dei propri lettori.

Emerge un quadro geograficamente variegato, che spazia dall'Oceania ai Caraibi, senza peraltro risparmiare l'Europa che, però, piazza un solo paese nella top 20, e indovinate quale? Sì, avete indovinato, è l'Italia. Se, infatti, il Bel Paese riesce a battere la concorrenza della fascinosa Francia e della giovane Spagna, è pur vero che il suo piazzamento, al dodicesimo posto, è piuttosto basso per l'altissimo valore culturale, artistico e paesaggistico che l'Italia offre.

 

 

Al primo posto si classifica la Nuova Zelanda, scelta per una ampia gamma di valori, tra i quali la vita culturale molto attiva, la gastronomia ricca e variegata, ma soprattutto per la natura incontaminata e i paesaggi preziosi, che spaziano dal mare ai vulcani, ad ampie pianure selvagge dove la presenza dell'uomo sembra essere del tutto assente.

 

Asia e Africa i continenti più rappresentati

Secondo posto per le Maldive, che ottengono un ottimo punteggio in relazione alla qualità del mare e all'ambiente calmo e sereno, mentre in fondo al podio troviamo il Sudafrica, favorito anch'esso da una natura bellissima e unica, adattissima ai viaggiatori avventurosi ma scelta anche dalle famiglie perché offre luoghi piacevoli e bellissimi.

Scendendo, troviamo il Myanmar, che solo negli ultimi anni ha visto una riapertura più incisiva al turismo internazionale, grazie ai suoi meravigliosi templi e alla natura spettacolare, l'Australia e il Giappone, dove uomo e natura convivono in maniera eccezionale e i risultati sono ben visibili tanto al turista quanto al locale, oltre a Botswana Tanzania (il fascino selvaggio e intoccabile della natura africana), Perù (per la storia e i monumenti) e al decimo posto gli Stati Uniti, premiati per la vastità di paesaggi, urbani e naturali, che offre il suo territorio enorme.

 

Dal Canada ai Caraibi

Nel "lato destro" della classifica troviamo il Canada, una scelta piuttosto sicura per gli inglesi (il Canada, infatti, fa parte del Commonwealth guidato dalla Regina Elisabetta II) che ne apprezzano la natura, e al dodicesimo posto l'Italia, scelta per l'enorme patrimonio culturale che offre. Al 13esimo e 14esimo posto le Isole Mauritius e la Namibia, destinazioni prevalentemente naturalistiche e per un turismo più ricercato, e subito dopo SeychellesVietnamCubaIndia e, al 20esimo e ultimo posto, le Barbados, isole caraibiche dal clima e dagli ambienti meravigliosi.

Pagina 1 di 4