easyJet annuncia le 7 nuove destinazioni raggiungibili da Napoli entro la fine di Marzo 2016.
La compagnia britannica low cost continua ad investire sul capoluogo campano che ormai da un anno fa parte delle basi italiane insieme a Venezia e Milano.

Un quarto aeromobile, un Airbus A319, sarà dislocato a Capodichino per incrementare le rotte italiane ed europee coperte dal vettore aereo.

Venduti alle tipiche tariffe low cost a partire da 29 euro i 7 nuovi collegamenti che easyJet opererà in partenza da Napoli; le città europee interessate saranno Amsterdam, Barcellona, Vienna, Praga, Cagliari, Lione e Minorca.

La nuova offerta porterà a 32 il numero delle rotte ‘napoletane’ e a 25 quello delle partenze giornaliere con un aumento dei voli settimanali pari al 20%.




La decisione di rafforzare la presenza sulla base di Napoli scaturisce da un successo che a partire dal 2000, anno in cui è stato operato il primo volo da Capodichino a Londra, ha visto volare ben 13 milioni di passeggeri.
I dati rilevati nel 2014 in relazione alla domanda turistica supportano il nuovo investimento: un incremento del 20% del turismo internazionale e dell’8% della spesa media per viaggiatore.

Un quarto aeromobile in cifre si traduce in 40 nuovi addetti e un traffico di passeggeri stimato intorno ai 2,2 milioni l’anno.

All’interno del programma di investimento dedicato a Napoli easyJet ha previsto anche la predisposizione di una serie di facilitazioni presso l’aeroporto di Capodichino per rendere l’esperienza di viaggio rapida ed efficiente; accessi ai varchi di sicurezza dedicati, imbarchi prioritari, servizi per i possessori di carta easyJet Plus e la possibilità di portare in cabina un secondo bagaglio a mano.

Frances Ouseley, direttore di easyJet Italia, ha sottolineato il grande successo ottenuto fino ad oggi dai tre aerei, sia in termini di passeggeri che di posti di lavoro per la città.
Il prossimo anno la compagnia low cost prevede di contribuire in maniera considerevole allo sviluppo del turismo e ai flussi di interscambio con l’estero.

La scelta di destinazioni come Barcellona, Amsterdam, Vienna, Praga, Cagliari, Lione e Minorca è stata effettuata tenendo in parte presente anche i gusti dei napoletani per le proprie vacanze.

Armando Brunini, amministratore delegato di Gesac, si è detto soddisfatto ed orgoglioso della decisione presa dalla compagnia low cost di includere nell’offerta easyJet da Napoli 7 nuove destinazioni.
Oltre a potenziare la base napoletana l’incremento delle rotte conferma il potenziale della città che sta registrando risultati eccellenti sotto il profilo del traffico internazionale; l’incremento rilevato negli ultimi due anni è pari al 40%.

 

easyJet inaugura una nuova base a Venezia; si tratta della terza in Italia, dopo Milano Malpensa e Napoli, e della ventisettesima in Europa.

Protagonista dell’inaugurazione, tenutasi ovviamente presso l’aeroporto Marco Polo, è stato un aeroplano della compagnia inglese che, attraverso una livrea raffigurante una gondola, promuoverà l’immagine della città lagunare nei 32 paesi serviti dal vettore.

L’evento inaugurale è stato preceduto di qualche ora dalla manifestazione clou del Carnevale di Venezia, il celebre ‘Volo dell’Angelo’, al quale la compagnia aerea low cost ha partecipato vestendo di arancione la Colombina.
Lanciatasi dal Campanile la giovane fanciulla è atterrata, come di consueto, al centro di Piazza San Marco, sull’inconfondibile logo del vettore sistemato sul palco di  atterraggio.


Con l’apertura della nuova base a Venezia easyJet mira a potenziare l’offerta rivolta alla domanda del target di coloro che viaggiano per affari; non a caso sono stati potenziati i collegamenti giornalieri per Londra e Parigi (fino a 6 voli al giorno), Napoli (4 voli giornalieri) e Berlino (2 voli giornalieri), destinazioni dalla vocazione spiccatamente business.

I nuovi collegamenti easyJet riguardano invece Edimburgo, Copenaghen, Praga, Bristol, Bordeaux, Stoccarda, Mykonos, Minorca, Santorini e Olbia.

Carolyn McCall, Ceo di easyJet, ha espresso tutto il suo entusiasmo per l’inaugurazione della nuova base a Venezia e ha ricordato l’anno in cui la compagnia aerea ha iniziato a servire la città lagunare collegandola con Londra; da quel lontano 1998 il numero dei passeggeri trasportati è arrivato fino a 12 milioni, cifra che ha portato easyJet a diventare la prima compagnia aerea con all’attivo il 24% della quota di mercato.

Stando a quanto riportato dall’amministratore delegato un veneto su quattro, tra tutte le compagnie aeree, preferisce proprio easyJet.

McCall ha concluso evidenziando l’investimento nella nuova sede che conta attualmente 50 voli al giorno, propone orari estremamente comodi che consentono di volare al mattino presto e offre una vasta scelta di voli per effettuare andata e ritorno nella stessa giornata.
Il tutto in perfetta linea con le esigenze di chi si sposta di frequente per motivi di lavoro.

La scelta di inaugurare a Venezia la terza base del Bel Paese, conferma la grande attenzione che il vettore ha nei riguardi dell’Italia; entro il 2016 sono attesi ulteriori investimenti per gli altri due aeroporti scelti dalla compagnia inglese: Milano e Napoli.

La previsione per l’anno in corso è quella di arrivare ai 17 milioni di passeggeri trasportati, operando ben 180 rotte e impiegando circa 1.100 persone tra piloti, assistenti di volo e personale di terra.

easyJet, la compagnia aerea inglese specializzata in voli low cost, festeggia 20 anni; in occasione del compleanno lancia una nuova campagna pubblicitaria ed in contemporanea il concorso #inostri20anni che mette in palio un biglietto aereo valido per due persone.

Nato nel 1995 da un’idea di Stelios Haji-Ioannou, il marchio si è immediatamente focalizzato sul cliente contribuendo a rivoluzionare completamente il mondo del trasporto aereo in Europa; attraverso il proprio core business easyJet ha dato inizio ad un processo che ha portato ad una ‘storica’ democratizzazione dei voli.
La compagnia ha offerto la possibilità a moltissime persone di avvicinarsi per la prima volta al trasporto aereo; tale opportunità ha contribuito a modificare stili di vita e a favorire le relazioni, per un risultato che ha fortemente incentivato lo sviluppo e la crescita, sia individuale che economica.




La nuova campagna pubblicitaria, in perfetto stile easyJet, è incentrata sulle storie di un gruppo di persone che rappresentano la ‘generation easyJet’; il video si sviluppa intorno ad una ruota panoramica, simbolo degli incontri che la compagnia in vent’anni di storia ha consentito proprio grazie alla capacità di offrire trasporti aerei a tariffe accessibili a tutti, su un’ampia rete di collegamenti.

Attualmente la compagnia aerea low cost collega 21 paesi europei; in Italia vanta la presenza in ben 27 aeroporti.
176 le destinazioni distribuite in Italia, in Europa, in Nord Africa e in Medio Oriente.
Restando in tema di cifre easyJet trasporta ogni anno 15 milioni di passeggeri.

Oltre allo spot televisivo la campagna pubblicitaria prevede una diffusione multicanale: affissioni nelle principali città d’Europa e un’intensa attività sui social network.

easyJet concorso
https://20anni.easyjet.com/

Per ringraziare i milioni di passeggeri e festeggiare con loro i 20 anni di attività easyJet ha lanciato un concorso sul web identificato con l’hashtag #inostri20anni.
Per partecipare all’iniziativa è sufficiente registrarsi sul sito dedicato, caricare le foto scattate in Europa durante i viaggi effettuati dal 1995 ad oggi e condividerle sui social.

Le immagini più belle e rappresentative verranno utilizzate per realizzare un mosaico che comparirà sulla livrea di un aeromobile easyJet.

Fra tutte le fotografie partecipanti al concorso, inviate entro il 14 ottobre 2015, verranno selezionate quattro immagini i cui autori vinceranno un biglietto di andata e ritorno, per due persone, verso una delle destinazioni presenti nella rete di collegamenti della compagnia low cost.

Noemi Frisoli, marketing manager di easyJet Italia, ha dichiarato la soddisfazione e l’orgoglio della compagnia aerea low cost nell’aver raggiunto un tale importante traguardo; la campagna pubblicitaria lanciata in occasione del 20esimo compleanno rappresenta la grande capacità di democratizzazione del volo che da sempre contraddistingue il vettore.
La manager ha inoltre annunciato una serie di iniziative rivolte a ringraziare i clienti e a renderli protagonisti della campagna stessa e dei festeggiamenti.

 

Estate, crisi permettendo, fa rima con vacanza. Se avete programmato il vostro volo con easyJet, però, fate attenzione alla novità introdotta dalla compagnia low cost inglese in tema di bagaglio a mano. A partire dal 2 di luglio, infatti, easyJet ha deciso di ridurre le dimensioni 'garantite' (ovvero sicuramente imbarcate nelle cappelliere o sotto il sedile) dai 'vecchi' 56x45x25 cm a 50x40x20 cm.

In pratica, chi vuole potrà comunque continuare ad avere come riferimento le misure standard, ma col rischio - qualora il volo risultasse particolarmente carico (la compagnia viaggia ormai su una percentuale di 'load factor' del 90%) - di vedersi sistemare il bagaglio nella stiva con relative sconvenienza pratica (impossibilità di servirsi si oggetti personali durante il volo) e attesa al ritiro una volta giunti a destinazione.

 

 

Al momento, come sottolineato da easyJet tramite comunicato stampa, non è prevista alcuna modifica tariffaria e non ci sono quindi sconti per i passeggeri che si vedranno caricare il bagaglio nella stiva. Le uniche eccezioni riguardano invece i titolari della carta Plus e coloro che hanno acquistato biglietti Flexi Fare, posti Up-Front o Extra Legroom, entrambi non oggetti (ma con un solo bagaglio a disposizione) della novità appena introdotta.

La notizia arriva proprio in un periodo particolarmente 'caldo' in tema di bagagli e valigie. Airbus ha infatti lanciato sul mercato la nuova valigia intelligente 'Bag2Go', dotata di ricevitore Gps per poter essere sempre localizzata e capace - attraverso un'applicazione IPhone - di comunicare in tempo reale al possessore l'eventuale superamento del peso consentito nonché informazioni su possibili aperture non autorizzate e danni vari.

Ma le utilità della valigia intelligente non finiscono qua. E' già attivo un sensore di codice a barre (QR code) in grado di comunicare con la compagnia aerea facilitando le operazioni di ckeck-in, mentre in un futuro prossimo sempre Airbus intende aggredire il mercato (già esistente) della 'presa in carico porta a porta' del bagaglio attraverso tariffe inferiori (da 25 a 8 euro) di quelle attualmente in vigore.

Fonte: ansa.it

easyJet annuncia l’introduzione della geolocalizzazione tra le funzionalità della sua app ufficiale; da oggi sarà possibile tracciare gli aerei in tempo reale.

Grazie alla partnership avviata dal vettore con Flightradar24 i passeggeri che volano con la compagnia aerea low cost hanno la possibilità di monitorare, attraverso l’applicazione per iPhone, tutti i movimenti dell’aereo sul quale si imbarcheranno; il controllo può essere effettuato in qualsiasi momento e fino a tre ore prima dell’orario previsto per il decollo.
I parenti e gli amici dei passeggeri possono invece effettuare il monitoraggio dell’aereo sul quale viaggiano i propri cari prima dell’atterraggio.

Lo speciale software, sviluppato da Flightradar24, utilizza un segnale GPS che viene inviato dagli oltre 240 aeromobili della compagnia.
Le informazioni reperibili grazie alla nuova funzionalità di monitoraggio integrata nell’app easyJet riguardano il tipo di aeromobile, la rotta, la velocità, la distanza già percorsa e quella mancante per l’arrivo a destinazione.


Per agevolare i passeggeri e rendere i viaggi sempre più piacevoli sotto ogni punto di vista, la compagnia aerea, soprattutto negli ultimi anni, ha concentrato una consistente parte delle sue risorse nell’ambito del digitale.
Non a caso l’applicazione easyJet scaricabile dall’App Store risulta tra le più veloci delle compagnie aeree e conta complessivamente ben 14 milioni di download, di cui 2 milioni solamente in Italia.

Il nuovo servizio si aggiunge alla funzionalità 3D Touch, che consente agli utenti in possesso di un iPhone 6S e 6S plus di accedere più velocemente, attraverso una pressione prolungata sull’icona, alle aree principali dell’app: ‘prenota volo’, ‘i miei voli’, ‘carta di imbarco’ e ‘flight tracker’.

James Millett, capo della sezione digitale di easyJet, ha espresso tutto il suo orgoglio per l’introduzione nell’app della tracciabilità dei voli geolocalizzata in tempo reale.
L’head of digital ha sottolineato l’importanza della novità per gli oltre 800.000 passeggeri che ogni settimana utilizzano l’applicazione; l’integrazione mira infatti a rendere ancora più semplice i loro viaggi con easyJet.

Per quanto riguarda la tecnologia, a commentare lo sviluppo della funzionalità è stato Philip Plantholt, vicepresidente strategy & business development di Flightradar24.
La sua immensa soddisfazione scaturisce dal vedere applicato il monitoraggio dei voli sull’app di un vettore aereo che si mostra innovativo e costantemente attento a rendere l’esperienza di volo qualitativamente superiore.

Grazie alla collaborazione con Flightradar24, easyJet diventa la prima compagnia aerea al mondo ad aver integrato tra le funzionalità della sua app gli aggiornamenti in tempo reale.