Gubbio, torna l'appuntamento con La Festa dei Ceri



Come ogni anno, anche nel 2015 torna a Gubbio la sua manifestazione storica più importante e, come ogni anno, anche nel 2015 si tiene il 15 maggio: la Festa dei Ceri

Il 15 maggio è infatti il giorno della vigilia della festa del patrono di Gubbio, Sant'Ubaldo, e sua è infatti una delle tre statue (chiamate appunto Ceri) che vengono portate a spalla dai Ceraioli in una corsa molto particolare che anima ogni angolo e strada della cittadina umbra.

 

 

I festeggiamenti seguono un calendario sempre uguale, fortemente legato alla tradizione, e cominciano già alle prime luci del mattino con il passaggio del gruppo dei tamburini per le vie della città che svegliano i Capitani e i Capodieci.

Proseguono con il suono del Campanone, la più grande campana del Palazzo dei Consoli, che ha invece il compito di svegliare tutto il resto della città. Questi primi momenti della manifestazione sono un assaggio e una preparazione a quello che è considerato il momento fondamentale della Festa dei Ceri, l'Alzata dei Ceri in Piazza Grande, dove si trova il Palazzo dei Consoli.

Il momento più atteso, però, quello che ogni anno attira per quest'evento moltissimi visitatori e curiosi, è quello della Corsa del Ceri, un percorso lungo più di 4 chilometri è poi quello che vi anticipavamo: i ceraioli reggono tre enormi strutture di legno di ben 4 quintali sormontate dai ceri di Sant'Ubaldo, San Giorgio e Sant'Antonio.

Con questo notevole peso sulle spalle corrono attraverso le stradine cittadine sostenuti dalla folla. La sfrenata corsa, che inizia al grido di Via, ch'eccoli, si conclude sulla vetta del monte Ingino, dove c'è la basilica dedicata a Sant'Ubaldo.