Scopri la Germania sulle orme d’un viaggiatore d’altri tempi

Città, castelli e fortezze sulle tracce di Martin Lutero e della Riforma.



Nel 500° anniversario della Riforma protestante, seguendo alcune tappe della vita di Lutero, si può andare alla scoperta di città meno note della Germania, ma di sicuro interesse storico e artistico.
Partiamo da Wittenberg, situata circa 115 km a sud-ovest di Berlino, dove nel 1517 furono affisse le 95 tesi di Lutero al portale della chiesa del castello. Da vedere, oltre a questa chiesa, la casa di Lutero (ex monastero degli agostiniani) che ospita il museo sulla storia della Riforma, la piazza del mercato, sulla quale sorge il municipio rinascimentale, e la chiesa gotica di St. Marien con altare dipinto da Cranach il Vecchio.

Dopo Wittenberg, si può proseguire per la regione della Turingia e precisamente per la città di Gotha, dove Lutero si fermava spesso durante i suoi viaggi. Da non perdere il castello barocco di Friedenstein con un giardino all’inglese, un sontuoso salone delle feste, un interessante museo e il piccolo teatro Ekhof.

 

 

 

 

A pochi chilometri da Gotha si trova la Wartburg, fortezza medievale che fa parte del patrimonio culturale dell’umanità. Dalla fortezza, costruita su un’altura a sud di Eisenach, si gode uno splendido panorama sulla Selva di Turingia. Ospitato in incognito nella Wartburg dopo essere stato scomunicato, Lutero vi rimase per 10 mesi e si dedicò alla traduzione in tedesco del Nuovo Testamento. Ad Eisenach si trova anche la casa dove Lutero aveva alloggiato da studente, oggi museo sulla vita e le opere del riformatore.

Quindi si può raggiungere la cittadina di Schmalkalden, anch’essa in Turingia, dove Lutero predicò nella chiesa di St. Georg. Nel bel centro storico sorgono numerose case a graticcio ben conservate e il municipio gotico. Da visitare anche il castello rinascimentale di Wilhelmsburg, i cui fastosi interni sono decorati con affreschi e stucchi.

Lasciata la Turingia, ci si può dirigere verso ovest ed entrare nella regione dell’Assia per visitare Marburg, luogo importante per Lutero in quanto vi risiedeva un fervente sostenitore della Riforma, il langravio Filippo I d’Assia che in questa città fondò, nel 1527, la prima università protestante. Oggi, in una parte dell’imponente castello è allestito il Museo di storia della civiltà. Merita senz’altro una visita anche la chiesa di Santa Elisabetta, in stile gotico, risalente al 1200.

Ulteriori informazioni su queste e altre località legate alla Riforma sul sito internet www.germany.travel