Cosa fare a Capodanno



Quando si fa qualcosa a Capodanno, la si fa tutto l'anno, almeno così recita il vecchio adagio. E così, un po' per scaramanzia e un po' per l'ingenuità che ogni nuovo anno ci porta in dono, cerchiamo idee curiose per riempire il primo giorno dell'anno, tra propositi buoni e concreti (mettersi a dieta, fare una passeggiata) e altri più intimi e personali, sui quali soprassediamo per rispetto dell'altrui pudore.

Insomma, noi di Vita da Turista vogliamo proporvi alcuni consigli utili, una "to-do list" delle cose da fare a Capodanno e che hanno, almeno in parte, una rilevanza turistica, aiutandovi così a riempire le ore che intercorrono dal risveglio post-Veglione all'addormentamento a orari molto anticipati, perché si sa, il 1° gennaio è festa, ma il 2 gennaio si torna a lavoro come sempre!

 

 

Gita fuori porta

Abitudine che rappresenta un mantra per i romani, divertimento elegante per i milanesi, la "gita fuori porta" è un must dell'estate, quando la calura della città si fa insopportabile e cerchiamo rifugio tra colline e laghi. Se il vostro cenone è durato meno del previsto, e siete rincasati a orari civili, potete pensare di svegliarvi alla buon'ora e, approfittando delle strade semivuote e di una calma che regna praticamente solo il primo giorno dell'anno per visitare un luogo che vi ha sempre incuriosito. La scelta è molteplici: dal Lago di Garda a quello di Como per gli abitanti del Settentrione, ai Castelli Romani per i capitolini, fino alle vette dell'Etna per i siciliani e le Cinque Terre per gli amici liguri. Seguite i consigli di una guida o lasciatevi trasportare dall'automobile: scoprirete destinazioni piacevoli e potrete così iniziare un anno all'insegna della... Vita da Turista!

 

Passeggiata sul Lungomare

Mare d'inverno, cantava Loredana Bertè. Per alcuni, il mare è quasi più attraente d'inverno che d'estate, complice lo spettacolo delle onde che si infrangono sul bagnasciuga silenzioso e gli ombrelloni chiusi in attesa di caldi raggi di sole che li facciano schiudere come fiori a primavera. Pura poesia, non trovate? E allora, se la pensate come noi, perché non passare un Capodanno in riva al mare? Dalla Riviera di Cattolica, Rimini e Riccione allo scenografico Lungomare Falcomatà di Reggio Calabria, passando per i lunghi vialoni a palme di Sanremo e senza dimenticare il paesaggio "tropicale" di Termoli, respirerete l'aria ricca di iodio e aspettative del nuovo anno, che chissà, potrà portarvi in crociera o in qualche meta esotica.

 

In giro per musei

Diciamoci la verità: anche quest'anno avete preferito lo stadio ai musei e alle tantissime mostre, suscitando le ire funeste di vostra moglie e non rendendo giustizia ai vostri diplomi e lauree varie. Beh, quando un anno nuovo inizia anche le abitudini possono rinnovarsi. Nonostante i festeggiamenti siano conclusi solo da qualche ora, sono numerosi i musei che prevedono aperture speciali, magari con orari ridotti, per Capodanno. Volete degli esempi? Palazzo Venezia e Villa Giulia a Roma, Villa Adriana e Villa d'Este a Tivoli, l'Anfiteatro Romano di Milano, Palazzo Reale e il Museo di Capodimonte a Napoli, e tanti altri ancora. La lista completa la trovate sul sito del Ministero per i Beni Culturali