Guida ai viaggi "green"



Viaggiare in maniera ecosostenibile vuol dire avere un basso impatto ambientale. E questo grazie a un po’ di pazienza, pochi soldi e zaino in spalla. Alcune di queste mete che vi proponiamo sono difficili da raggiungere, altre invece facilmente replicabili.

In compagnia o da soli, l'importante è che lasciate decidere al vostro intuito, perché ognuna di queste destinazioni racchiude in sé un potenziale attrattivo e turistico di particolare interesse, come scoprirete lasciandovi attrarre dal fascino dei viaggi green.

 

 

In transumanza dalla Val di Fiemme all’Adriatico

C’è ancora chi ama seguire gli antichi percorsi dei pastori e dei loro greggi. Cime del Lusia, Pozza di Fassa, Cavalese, la Valsugana, poi Colli Asolani, il Piave e il Livenza. E la risalita, verso San Martino di Castrozza e il Passo Rolle: avete solo che da provare, magari in tiepide settimane primaverili, e lasciarvi affascinare da colli e montagne sparsi per lo Stivale.

 

Croazia in kayak

Partenza da Krk e di lì Prvic, Goli Otok. Mare cristallino, costa rocciosa, condizioni atmosferiche impegnative, pioggia e vento. Assenza di acqua dolce e impatto con la natura davvero vertiginoso. Ma una volta approdati sulla costa la frittura di pesce avrà tutto un altro gusto.

 

Appennino in bici

Emilia Romagna, Abruzzo e Molise sono regioni da non sottovalutare, percorrendo le strade degli antichi “tratturi”. Tappe obbligate: l’antica città romana di Sepino e Matera, che vi suggeriamo come fine del percorso.

 

Antiche vie della seta verso Venezia, a piedi

Chi l’ha detto che il pellegrinaggio è solo verso Santago de Compostela? In Italia per esempio ci sono diversi sentieri, la Via Francigena, quella Romea di Stade, la Julia Augusta. Un percorso molto suggestivo è quello che parte da Tarvisio, al confine con l’Austria, e arriva a Venezia. I numeri? 260 chilometri per dieci giorni di cammino circa, ripercorrendo i sentieri della storia.