Google Maps, un mondo di trucchi da scoprire



Google Maps sta trasformando la nostra esperienza di viaggio rendenodoci turisti perfettamente autosufficienti: mappe, direzioni, quiz connessi a ciò che si sta facendo in quel momento, in quel posto nel mondo in un certo momento.

Questo e altro propone una delle app più scaricate del pianeta, che ha superato ormai il miliardo di download sul Play Store, complice l'installazione automatica sui dispositivi Android, ma che successo sta avendo anche sui dispositivi Apple, con gli utenti che continuano a preferira la mappatura del gigante Google rispetto alla soluzione "di casa" della mela morsicata.

 

 

Misurare le distanze

Gli amanti della misurazione delle distanze ne saranno entusiasti. Clicchi con il tasto destro su un punto, poi su un altro a piacimento e una linea retta (o curvilinea, perché, come sapete, la Terra è rotonda!) ti racconta quanto distano l’uno dall’altro senza inserire indirizzi. Non serve a capire un percorso, ma la pura curiosità è soddisfatta.

Cercare le piste ciclabili

Una novità che ancora non è possibile avere in Italia (forse data la problematicità di questo argomento nelle nostre città?), ma che dopo le 150 città del 2010 (e grazie a una petizione), oggi raccoglie tantissimi itinerari su due ruote sia in America che in Europa.

Scoprire le edicole votive

Indovinate un po’, in Italia sono state le diocesi di Livorno e Ruvo di Puglia a prestarsi per prime a questa sperimentazione. Un modo per scoprire degli scrigni nascosti, magari in angoli bui delle città. Non vi basta ancora? Una piccola scheda illustrativa ne racconta storia e curiosità.

Scaricare le mappe offline

Questa è una vera rivoluzione per chi è all’estero e non dispone di connessione dati. Vi basterà solo cercare il vostro itinerario (quando avrete la rete, magari da casa prima della partenza), e salvare la mappa. Potrete recuperarla in ogni momento, zoomarla e meno a piacimento. Certamente più comodo dell'alternativa cartacea 1.0

Visitare luoghi immaginari

Perché no? Quelli dei videogiochi, per esempio Metal Gear Solid, gioco di fantascienza ambientato in Alaska. E potrete anche leggere le opinioni degli altri “turisti”, che sicuramente conosceranno a menadito questi luoghi, neanche fossero i centri storici del proprio paese natio!