Un tour in Europa fra "Caffè Sospesi"



Quante volte ci siamo ritrovati in gruppo al bar e, dopo aver gustato un buon caffè espresso, ci siamo ritrovati a disputare al momento di pagare? La tradizione napoletana ci racconta che in questi casi, nell'incertezza tra chi aveva consumato e chi riteneva di dover pagare per gli altri, si finisse per pagare un caffè che non era stato consumato.

Da lì nasce l’idea del caffè sospeso, ossia  quando un cliente ordina un caffè sospeso, si trova a pagare due caffè pur ricevendone uno solo.  In questo modo, quando una persona bisognosa entra nel bar può chiedere se c'è un caffè sospeso: in caso affermativo, riceve la consumazione di una tazzina di caffè come se gli fosse stata offerta dal primo cliente.

 

 

Questo gesto profondamente solidale ha caratterizzato la cultura napoletana negli anni, anche se, con il passare del tempo tale pratica era caduta in disuso. Negli ultimi anni, però, il caffè sospeso è stato riportato in auge, non solo in Italia attraverso l’istituzione della “Rete del Caffè Sospeso” nel 2011, ma anche all’estero, costruendo una rete di “caffè sospesi” in Europa e nel Mondo, trait d’union per organizzare un viaggio all’insegna della tradizione e della coesività, noi ve ne riportiamo alcuni

 

Spagna

Nato con il termine di el café pendiente dall’idea di Maurizio Del Bufalo che molti anni fa entrando in un bar a Napoli  fu testimone del pagamento di un caffè sospeso e ebbe l’idea di adottare questa pratica anche a Madrid. Per gli spagnoli rappresenta un sistema che permette a tutti di accedere al sistema culturale, anche per i meno abbienti. Difatti, coloro che partecipano all’iniziativa sono tanti, riconoscibili dall’adesivo con il logo di una tazza di caffè fumante all’ingresso del bar, dove si organizzano dibattiti su film cinematografici e spettacoli all'aperto o addirittura nelle prigioni.

 

Francia

Chiamato le café en attente, il conto viene tenuto su una lavagna alle spalle del bancone dei bar. I pensionati e gli studenti sono i principali consumatori di caffè sospesi, che sono serviti all'interno dei bistrot che aderiscono all’iniziativa. Un fenomeno che prende sempre più piede, e stupisce il temperamento dei francesi con questa insolita usanza italiana.

 

Belgio

Iniziativa molto più di stampo solidale dal nome un cafè sospendu, i clienti ricevono un buono da donare direttamente ai senzatetto o alle persone più bisognose che, in questo modo, recandosi al bar possono vedersi offerto un pasto o una bibita

 

Irlanda

Iniziativa particolarmente accolta dal popolo irlandese. Il Suspended Coffee vanta anche una pagina facebook con circa 286.000 fans, con l’obiettivo di creare un network di bar ed esercizi commerciali muniti del “Suspended Coffeee Sponsor”, con particolare vocazione aggregativa.