Come prenotare un hotel risparmiando



Trivago ha stilato una classifica dei mesi in cui sarebbe una “best practice” viaggiare. Soprattutto se viaggiando mirate a risparmiare, analizzando l’andamento dei prezzi degli hotel in 25 città. Insomma, quella che vi proponiamo oggi è una guida alla prenotazione dell'albergo con risparmio.

A scanso di ogni previsione (soprattutto italiana), i mesi più cari per viaggiare non sono luglio-agosto (periodi durante i quali chiudono l’80% delle imprese), ma maggio e settembre. Soprattutto per l’Italia: il primo perché è la primavera, quando il tepore del timido caldo fa venire la voglia di weekend alle città d’arte. Settembre perché il mese della ripresa, quello legato alla riapertura di molte iniziative che portano le persone a spostarsi e pertanto prenotare un viaggio.

 

 

Pensate solo a quello che può essere Venezia a settembre: c’è ancora la Biennale e soprattutto il Festival Del Cinema. Mentre maggio è il mese in cui solitamente apre un altro grande evento internazionale, La Biennale. La città lagunare è inoltre quella in cui la differenza tra il mese più caro e quello meno caro raggiunge picchi esorbitanti, arrivando a un 132% tra uno stesso posto letto prenotato per gennaio e per il mese primaverile. Ma Edimburgo batte tutta l’Europa: qui la differenza tra i mesi più o meno cari (in tandem sempre gennaio e maggio) arriva a picchi del 153 %.

Fanalini di coda? Parigi a giugno costa il 48% in più che ad agosto, Roma a maggio è l'86% più salata che a febbraio. Insomma, "se li conosci li eviti".