Le mostre della Primavera 2015 in Italia

Da Modigliani a Matisse, questa primavera sarà il periodo delle mostre nel nostro paese, con tante possibilità per gustare i capolavori dei più grandi artisti della storia



La primavera ci invita a uscire di casa (e dal letargo invernale), scoprire luoghi unici e immergerci nella vastissima offerta culturale dell'Italia. In particolare, oggi noi di Vita da Turista vogliamo portarvi non a Milano per l'Expo, non a Roma per il Giubileo in dirittura d'arrivo, ma in giro per il Bel Paese delle mostre.

Eh già, perché il 2015, forse anche con il contributo (in)volontario dell'Esposizione universale meneghina, sarà un anno denso di mostre ed eventi da scoprire. Ed ecco dunque le mostre più belle che ci offre questa primavera 2015 in Italia.

 

 

Modigliani e la Bohème Di Parigi, GAM – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino

Livornese di nascita, parigino di adozione. Amedeo Modigliani è figura che incanta per la sua storia turbolenta, per le sue donne senza occhi e per un amore incontrastato, quello verso Jeanne Hebouterne, che ritrae sempre bella e malinconica. Intorno alla figura centrale di Modigliani, si presenta l’atmosfera culturale creata dalla “École de Paris”, la corrente che ebbe protagonisti alcuni artisti attivi nel primo dopoguerra, spesso esuli ebrei perseguitati nel loro paese di origine, che si raccolsero intorno ai quartieri parigini di  Montmartre e Montparnasse. In questo frangente, la creazione dei capolavori, si affianca un’esistenza fatta di alcool e miseria che, uniti alla morte prematura, hanno contribuito ad avvolgere il personaggio in un'aura di leggenda. Saranno esposte circa 90 opere, tra cui sessanta capolavori provenienti dal Centre Pompidou di Parigi e da importanti collezioni pubbliche e private d’Europa.

 

Arts&Food, Museo della Triennale, Milano

La città lombarda è regina incontrastata di questo 2015 per via dell’Expo. Arts&Food è la mostra allestita al Museo della Triennale, una selezione di 800 opere che hanno a che fare con il cibo, dal 1851 ad oggi. Pubblicità, cinema, arte e design, con un tema che mostra chiaramente le tangenze con l’evento che da Milano sta avendo il suo eco nel mondo. Quando? Dal 10 aprile.

 

Matisse, Arabesque, Scuderie del Quirinale, Roma

Roma celebra l’artista post-impressionista che ha scelto di vivere gli ultimi anni della sua vita nella ridente Provenza, a Nizza per la precisione, dopo aver viaggiato in lungo e in largo per l’Europa e non solo: Marocco, l’Oriente, l’Africa e Russia. Da questa eredità visiva Matisse apprende un senso della decorazione che riesce poi a traslare nella sua pittura in modo moderno, quasi astratto. Per questo la mostra, prende il titolo di Arabesque. Dal 5 marzo, al 21 giugno 2015.

 

Henri Rousseau, Il candore arcaico, Palazzo Ducale, Venezia

 Uno dei geni “borderline” dell’arte europea tra la fine dell’800 e il futuro e prossimo Novecento, tanto che si dice abbia avuto una sua influenza anche sul grande Pablo Picasso. Rousseau è artista che dipinge con la leggerezza e l’intelligenza di un bambino, ritraendo paesaggi e personaggi in contesti reali ma favolistici allo stesso tempo. Al Palazzo Ducale di Venezia, in Piazza San Marco, fino al 5 luglio 2015.