Dieci luoghi da fiaba in Italia



Luoghi che ispirano il sentimento, suscitano emozioni e fanno brillare i flash delle fotocamere più e più volte alla ricerca dell'inquadratura perfetta, quella che possa finire su Instagram, perché oramai l'album fotografico e le stampe 10x15 sono superate da un pezzo. Luoghi che hanno contribuito alla storia, al fascino e alla conoscibilità dell'Italia nel mondo, attirando turisti da ogni parte del mondo, incantati da panorami e paesaggi unici.

Questi sono i dieci luoghi da fiaba in Italia, scelti da Vita da Turista per rappresentare idealmente la bellezza del Bel Paese, tra una lista che potrebbe essere tendenzialmente infinita, ispirandoci alla meraviglia che scrittori hanno trasferito su carta, pittori hanno reso su tela, musicisti hanno riprodotto su pagine pentagrammate che ancora oggi ascoltiamo con il cuore in festa. Il cuore degli italiani che non rinunciano alla Grande Bellezza dei propri borghi, delle città e delle campagne che li circondano.

 

 

Palmanova, la città fortificata

Quando si parla di Palmanova, si pensa subito a due cose: le fortificazioni, e la forma di una stella. Tutto ciò è davvero riunito nella pianta di questo borgo friulano, la cui origine risale a un progetto veneziano del 1593. La cittadina venne costruita dalle parti di Udine, con la curiosa forma di una stella a nove punte, con le strade che si riunivano entro una piazza circolare al suo centro.

 

Il centro storico di Urbino

Patrimonio dell'Umanità UNESCO, Urbino è una città dal fascino assolutamente incredibile, che riesce a inserirsi con grazia, ma senza eccedere, nel vicino contesto naturalistico. Patria della famiglia dei Montefeltro, fu durante il Medioevo un faro di cultura e arte in Italia, assurgendo a una gloria, se non identica, quanto meno simile a quella di Firenze, Milano e Roma.

 

La piana di Castelluccio di Norcia

Castelluccio è una piccola frazione del comune di Norcia, dal quale dista quasi trenta chilometri. Per raggiungerlo si attraversa la Piana di Castelluccio, un altopiano che durante il corso dell'anno è colorato prima dalle nevi, poi dalle fioriture primaverili ed estive. Qui la natura si comporta come un artista, e i risultati cromatici sono spesso meravigliosi.

 

Le Cinque Terre

Ammirate e visitate ogni anno da migliaia di turisti, di cui molti sono stranieri (soprattutto britannici e statunitensi), le Cinque Terre sono quel piccolo ma incredibile tratto di costa ligure inscritto nei comuni di Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. Ognuno con le sue peculiarità, uniti da sentieri panoramici, sono dei gioielli urbanistici che convivono con la natura.

 

Isola Bella a Taormina

Cantata dagli uomini che, tra il Settecento e l'Ottocento, si recavano in Italia per il Grand Tour, Isola Bella è una piccolissima isoletta situata davanti la costa di Taormina. Appartenne a Florence Trevelyan, nipote della Regina Vittoria del Regno Unito, ma è ora di proprietà della città, che la preserva come monumento naturalistico e culturale tra i più ammirati della Sicilia.

 

Castell'Arquato, ritorno al Medioevo

Rimasto pressoché intoccato dal Medioevo fino a metà del Novecento, Castell'Arquato è uno dei borghi medievali meglio conservati d'Italia, nel quale le strutture sono state preservate anche a scopo turistico. Tra revival medievali, feste e grandi spettacoli, Castell'Arquato si è conquistato un posto d'onore tra le mete turistiche dell'Emilia Romagna.

 

Civita di Bagnoregio, la città che muore

Quasi nessuno può dire non di aver sentito parlare, almeno una volta, di Civita di Bagnoregio. Questa piccola frazione del comune di Bagnoregio, infatti, si trova su un masso tufaceo che tende a sgretolarsi, ed è collegata al comune da un lungo ponte pedonale. Abitata da sole dodici persone, Civita è un gioiello che narra la bellezza e la fragilità delle opere dell'uomo.

 

I presepi di San Gregorio Armeno a Napoli

Rituale irrinunciabile per chi visita Napoli durante il periodo natalizio, i presepi di San Gregorio Armeno sono conosciuti in tutto il mondo, per la qualità delle statuine e anche per la loro capacità di narrare e interpretare la modernità. Il quartiere di San Gregorio Armeno, con vicoli stretti e angusti, è tra i più caratteristici della città, e vi si respira l'autentico clima partenopeo.

 

Castel del Monte, il fascino "numismatico"

Lo vediamo spesso, questo castello, in quanto è raffigurato sulle monete da due centesimi di euro coniate in Italia. Castel del Monte, in Puglia, si trova su una collina delle Murge a circa 500 metri di altezza, e con la sua imponente struttura ottagonale, voluta da Federico II di Svevia, è tra i monumenti italiani più iconici e amati.

 

Piazza Gae Aulenti, l'omaggio al moderno

Chiudiamo questa nostra carrellata con un luogo diverso. Piazza Gae Aulenti è il grande progetto di recupero urbanistico voluto a Milano in zona Porta Garibaldi, e sulla quale affaccia la Unicredit Tower, uno dei grattacieli più alti d'Italia. Dedicata alla memoria del grande architetto da poco scomparso, questo luogo dimostra come l'Italia riesca ad eccellere anche nel moderno, e non solo dell'antico. Un "passaggio di consegne" indolore, che porta un'aria nuova nella tradizione costruttiva e urbanistica del Bel Paese.