Gli hotel più futuristici che ci siano



In questi giorni, la vista di uomini e donne che riescono a stare sullo spazio per mesi, sospesi tra la forza di gravità ci sta certamente facendo sognare. Forse tra meno di 100 anni sarà così: con la stessa facilità con cui oggi prenotiamo un aereo per Barcellona e la raggiungiamo in meno di due ore, si potrà fare lo stesso discorso (opportunamente rapportato, s’intende), con località extraterrestri.

Chissà. Certo è che le novità in fatto di architettura ci fanno guardare già più al di là del nostro naso: hotel dalle forme stravaganti, quasi iperboliche. Diamo un’occhiata agli hotel che non sono ancora inaugurati e vediamo cosa succede.

 

 

Underwater Resort, Dubai. E dove poteva essere l’hotel subacqueo secondo voi? La struttura è ancora in costruzione, certo è che “avrà luogo” nei fondali del Golfo Persico. Il progetto è firmato dall’architetto Joachim Hauser, doveva essere già aperto, ma, si sa, costruire un hotel sotto il mare non è proprio come costruire un capannone nella Pianura Padana.

Lunatic Hotel. Per questo non possiamo ancora dare le coordinate gps precise. Si sa che è un albergo che dovrebbe esser inaugurato nel 2050. Sono al lavoro ingegneri, architetti e fisici per questo portento ingegneristico. Bene, sappiate che nel 2070 forse vostro nipote potrà festeggiare San Valentino all’interno di un cratere lunare…

Apeiron Island, Dubai. Ci troviamo sempre negli Emirati. Dove qui ormai è diventato un gioco da ragazzi costruire isole galleggianti sull’acqua. Quest’hotel (non ancora realizzato), avrà la forma di un vortice che sale verso il cielo, in materiale metallico specchiante. Come sarà facile immaginare, si potrà accedere ad esso solo tramite una barca privata. E a disposizione anche un ristorante sottomarino.

Css Skywalker. Anche in questo caso si tratta di una stazione spaziale, dove lavora Bigelow Airspace, un’azienda di Los Angeles. Per un milione di dollari a persona a notte, nel giro di pochi anni, potrete provare l’ebrezza di dormire in una vera e propria stazione spaziale contenente negozi, centri commerciali, alberghi e spa. Pensate che sia un’idea così futuristica? Neanche tanto, i primi test verranno effettuati ad aprile 2015.