Voglia d'estate? Viva Sydney



Siamo in autunno, l'inverno sta aprendo le sue porte. Tutti noi però continuiamo ad avere voglia d'estate. Un'estate vera, possibilmente, non come quella appena trascorsa. Dove possiamo trovarla ... Pensa che ti ripensa abbiamo trovato la soluzione: a Sydney! E così siamo partiti, solo con la mente purtroppo. E vogliamo raccontarvi tutto quello che abbiamo visto, cominciando dal viaggio!

Sydney è lontana, molto lontana, forse troppo lontana. Ore inquantificabili di viaggio in aereo, condite anche da scali in Kazakistan o in Cambogia se siete proprio sfortunati (con un po' di fortuna, invece, vi toccano Dubai e Singapore). Appena arrivati, abbiamo subito deciso (sempre virtualmente, eh) che ne sarebbe valsa la pena. Siamo andati in giro per questa città che sta riscoprendo la primavera ed ecco la nostra personalissima top five.

 

 

1. Opera House. Un genio, questo Jorn Utzon, architetto danese che, dopo James Cook, sembra esser entrato di diritto nella sfera dei colonizzatori di quello che una volta era chiamato il  “nuovissimo” continente. Vele che sembrano tuffarsi nella baia, che diventano incredibili con i fuochi a Capodanno. Le visite guidate al teatro sono possibili tutto l’anno, e non dimenticate di prendere un caffè nella mitica terrazza panoramica!

Sydney Opera House

 

2. Sydney Harbour. Uno dei porti naturali più belli del mondo: 240 chilometri di linea costiera intervallata da corsi d'acqua. Lungo questo percorso frastagliato, il Sydney Harbour National Park (inserito nella lista dei Patrimoni UNESCO) è una vera scoperta, insieme a piccoli antri dove trovare, nella modernità, perle rare di cultura aborigena. Un melting pot unico.

Sydney Harbour Bridge

 

3. The Rocks. Il quartiere storico della città. Qui i primi colonizzatori europei trovarono riparo nel nuovo mondo. Cosa rimane oggi di questa storia? Un piccolo angolo di Vecchio Continente, fatto di un insieme di stradine e vicoli ciechi in pietra arenaria. Non mancano tour guidati tra i fantasmi.

Sydney: The Rocks 

 

4. Bondi Beach. Cerchiamo l'estate e non possiamo non trovare la spiaggia. E che spiaggia! Distante solo dieci minuti dal centro è il luogo ideale dove rilassarsi dopo una giornata da turista. Surfisti, mercatini, mostre d’arte e feste sulla spiaggia. Ce n’è per tutti i gusti e tutti i portafogli.

Bondi Beach

 

5. Mardi Gras. Questo purtroppo ce l'hanno solo raccontato. Ma d'altra parte, chi l’ha detto che il copyright sul carnevale è solo veneziano? Lontano dal Mediterraneo (e anche dalla samba carioca), a febbraio si celebra il Gay e Lesbian Mardi Gras. Esplosione di colori e joie de vivre, con i carri che percorrono Oxford Street, con il loro must sono colori e paillettes.

Mardi Gras a Sydney