Italia: talmente bella da sembrare finta



L'Italia, vista da fuori. Il sito americano Buzzfeed, specializzato in liste, ha stilato una lista di luoghi del Bel Paese talmente belli da sembrare finti. D'altra parte il nostro è uno dei paesi più ammirati dagli americani, che non riescono a trattenere lo stupore di frotne alle meraviglie nostrane.

Vediamo allora quali sono, almeno secondo gli americani, questi luoghi “non creati da mente umana”, talmente belli che non sembrano neanche veri.

 

 

Burano - Venezia

Colore, colore, colore. E acqua, tanta acqua. Acqua, colore e luci che creano un mix unico, non riproducibile altrove. Tutti conosciamo Venezia per il suo fascino, la sua grazia di lusso. Eppure Burano è qualcosa di diverso, più "modesta" nell'impostazione, ma sicuramente non meno stupefacente. Viola, verde, giallo, rosso. Sono i colori delle case che si susseguono senza sosta per la gioia delle nostre retine. Uno spettacolo unico.

 

Dolomiti

Il fascino in rosa. Il magico cordone che racchiude la Val di Funes, la Val badia e la Val Gardena (conosciuto anche come gruppo delle Alpi Odie) sembra essere il Most Wanted degli americani. E non solo per lo yogurt!

 

I Cipressi di San Quirico d’Orcia

Cipressi della Val d'Orcia

Dal punto di vista americano, parlare di piante, e parlare di piante alte, vuol dire sequoie nel Parco di Yellowstone: avete presente il “generale Sherman”, l'albero dalla “timida” altezza di 83 metri? Ma i filari degli altrettanto timidi cipressi delle colline senesi sono qualcosa di diverso. Eleganza contro arroganza? Forse piacciono proprio per questo!

 

Spello

Vicoli stretti e sassi antichi, questi sconosciuti! Almeno per chi viene da Dallas. Spello è la perfetta incarnazione del "borgo antico" dell’immaginario dei turisti stranieri in Italia. Ed è anche terra di fiori: in estate a Spello viene realizzata una delle più belle infiorate d’Italia

 

Positano e Capri 

Mare, verde smeraldo, case bianche e colorate. Ma anche pesce fresco, spaghetti alle vongole e brezza marina. Senza dimenticare l’ironico pepe che condisce la Campania in ogni suo aspetto. Cos’altro potrebbe desiderare una persona che magari viene dalla fredda, neoclassica e ordinata Washington?