Shopping low cost in giro per l'Europa



Volo economico: prenotato. Ostello da dieci euro a notte: preso. Bagaglio in stiva: no, solo quello a mano. Tutte le misure necessarie per una vacanza low cost sembrano essere state adottate, ma… lo shopping? Di certo non si farà tappa in Via Condotti a Roma o sugli Champs Elysees a Parigi, ma non è detto che si debba tornare a casa a mani vuote.

 

 

Dai boulevard al mercatino delle pulci

Il mercato di St. Ouen di Parigi è da molti considerato il mercatino delle pulci più grande non solo della città, ma di tutta Europa. La scelta, in effetti, è ricchissima: la merce d’antiquariato fa da padrona, ma se si rovista bene le bancarelle possono regalare giocattoli, libri, fotografie e dischi in vinile. Per non parlare, poi, di bellissimi vestiti vintage!

Il mercato è inoltre vicinissimo a Montmatre, e se proprio le tasche sono talmente provate da non poter comprare nemmeno un piccolo cimelio francese, ci si potrà consolare passeggiando nel suggestivo quartiere degli artisti.

Se si ha ancora un po’ di tempo e si è appassionati lettori, la passeggiata lungo la Senna è un must: lì ci sono moltissime bancarelle piene di libri che aspettano solo di essere comprati. E a pochi euro!

 

Dio salvi la regina dello shopping low cost

Londra è da sempre il regno del low cost ed è conosciuta anche per i suoi meravigliosi mercatini, alcuni dei quali sono entrati nella leggenda.

Leggendario, appunto, il mercato di Portobello Road, il più famoso della città e uno dei più importanti al mondo. Si trova davvero di tutto, dagli oggetti d'arte e d'epoca all’oggettistica, da articoli da collezione (magari introvabili) ai gioielli più particolari, scarpe e vestiti.

Altra zona, altro mercato: quello di Camden è bizzarro e coloratissimo, ed espone una quantità di oggetti infinita. Capi e accessori vintage, mobili etnici e altri oggetti che non avranno mai alcuna utilità, ma che vorrete fortemente per un motivo che sfugge anche a voi stessi.

 

Berlino che vai, shopping alternativo che trovi

Shopping low cost a Berlino vuol dire una sola cosa: mercato di Mauerpark. È ricco di prodotti vintage, come ogni buon mercatino che si rispetti, magliette, maglioni o borse stampate che sembrano quasi delle opere d’arte.  I prezzi sono accessibili, e possono scendere ulteriormente se si è in grado di contrattare con i venditori, molti dei quali hanno merce molto simile: uno splendido tubino anni ’40 potrebbe costare diversi euro in meno semplicemente spostandosi qualche metro più avanti.

Se poi si vuole prestare maggiore attenzione alla qualità, bisogna andare al mercato di Arkonaplatz che ha dei prodotti ineccepibili. Sperimentare la perfezione, però, costa un po’ di più.

 

Espadrillas? Sì, grazie

Barcellona è un luogo pieno di arte e di imprevedibilità, ed è famosa per questo suo aspetto. Tra i mercati più importanti e che attira il maggior numero di turisti sicuramente c’è il Mercadillo de la Plaça de Sant Josep, luogo di ritrovo – e di mostra – di artisti. Le vere chicche, però, si trovano al Mercat Dels Encants, uno dei più grandi e amati mercati delle pulci dell’intera città. Come ogni mercatino delle pulci che si rispetti, anche questo offre una gran quantità di materiale: oggettistica, elementi d’arredo e abbigliamento. Qui è possibile comprare non solo un paio di tipiche espadrillas da portare a casa come ricordo, ma addirittura vestiti alla modica cifra di… un euro. Se non sono affari questi!!