Dormire nella Puglia delle tradizioni

Masserie e trulli, la Puglia più tradizionale diventa un "albergo diffuso" dagli scenari unici e suggestivi



La Puglia, oltre a regalare spiagge mozzafiato, paesaggi rurali di incontrastata bellezza e luoghi storicamente interessanti, offre anche la possibilità di vivere momenti indimenticabili all'interno di strutture uniche e originali.

Prime fra tutte le masserie di Puglia che, un tempo erano aziende agricole, mentre oggi rappresentano luoghi dove poter trascorrere il proprio tempo libero fra natura e relax. Una delle masserie più interessanti è senza dubbio quella di Lama di Luna (http://www.lamadiluna.com/home.html), situata a 300 mt dalle ultimi propaggini della Murgia nord orientale, vicino a Montegrosso, tra Canosa di Puglia e Andria. Una bio masseria che segue i canoni della bioarchitettura e del feng-shui. 180 ettari immersi tra oliveti, vigneti, mandorleti e pascoli; la masseria risale all’800 e al suo interno ci sono nove stanze.

 

 

Una seconda masseria, questa volta affacciata sul mare, è la Masseria Cimino, costruita nel 1700 sul lungomare di Savelletri, tra il San Domenico Golf Club e gli scavi archeologici della città romana di Egnatia (VI sec. a.C.). A conduzione familiare, vanta la presenza di una piscina e incantevoli alloggi in pietra bianca, caratterizzati da un design mediterraneo arricchiti da particolari elementi, quali letti in pietra o in ferro battuto

Sempre in Salento, appena fuori dal comune di Maglie, sorge Masseria la Torre (http://masserialatorre.sitonline.it/), una tradizionale masseria pugliese circondata da uliveti, ampi seminativi e boschi. Mirto, Olivo, Lavanda e Gelsomino, questi i nomi degli appartamenti a forma caratteristica di trullo, completamente immersi nella natura. Un luogo in cui poter godere di pace e tranquillità a stretto contatto con l’ambiente circostante, con barbecue e area pic-nic, dove è possibile anche acquistare prodotti fatti in casa. Riconosciuta fattoria didattica dalla Regione Puglia, Masseria la Torre, grazie al bosco circostante, si rivela una vera e propria scuola a cielo aperto, dove poter conoscere le diverse tipologie di flora e di fauna. Qui infatti vengono anche organizzati progetti didattici con diverse scuole della zona. In provincia di Taranto, invece, si trova la Masseria in Vigna, una masseria seicentesca intorno a cui si articola il progetto sul vino, che ha come obiettivo quello di lavorare con i vitigni autoctoni.

Ma la Puglia è conosciuta in tutto il mondo soprattutto per la presenza dei trulli, piccole strutture con i soffitti a cupola e tetti a forma di cono, realizzati con blocchi di pietra calcarea. Oggi i trulli sono tutelati come patrimonio dell’Umanità UNESCO.

La loro storia parte dal 1500 a.C. e ancora oggi molte sono le teorie che tentano di spiegare la loro origine. La zona dove sono maggiormente presenti è la Valle d’Itria, in particolare la città di Alberobello. Qui, se desiderate trascorrere qualche giorno all’interno dei famosi trulli, c’è la struttura Joyful People (www.joyfulpeople.it), dove ci sono cinque stanze matrimoniali con bagno privato, wifi, tv. C' è la colazione in giardino o tavernetta con prodotti tipici.

La particolarità risiede soprattutto nell'originalità dell’arredamento delle singole stanze; infatti ognuna di queste è un progetto di un artista diverso, quindi ogni stanza ha un tema differente e, nel rispetto del tema, le stanze sono dinamiche. Sono presenti molte installazioni artistiche e tutto è stato realizzato con materiali di recupero. Un’altra particolarità della struttura è data dalla possibilità di partecipare a progetti culturali quali il book crossing alberobello, il lotus, il kaki tree project e il joy space.

A questo punto, non ci resta che augurarvi di trascorrere una vacanza indimenticabile in una terra magica e ricca di fascino e storia.

 

Nicole Cascione