Viaggio da sola, idee per una vacanza al femminile



Nel giorno in cui si celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, un evento di fondamentale importanza sociale e culturale perché ci ricorda il ruolo delle donne nella nostra società e il bisogno di attuare politiche sempre più dure e repressive di femminicidi, stalking e comportamenti simili, noi di Vita da Turista vogliamo proporvi, tenendo fede al nostro ruolo, alcune mete per un viaggio tutto "al femminile", per donne che, magari da sole o in compagnia delle amiche, vogliono ritrovarsi e passare qualche giorno in mete particolari, dove la componente femminile del viaggio è messa ben in evidenza.

 

 

Bella Sky, l'hotel "rosa" di Copenaghen

Struttura moderna e monumentale, il Bella Sky è un nuovissimo hotel, sorto solo da alcuni anni nella parte centrale di Copenaghen, la capitale della Danimarca. In questo hotel, adattissimo a chi cerca spazi minimal e servizi di qualità, un intero piano è stato dedicato alle donne, con arredamenti, colori e spazi tutti riservati al pubblico femminile. L'attenzione alle quote rosa in Danimarca è altissima, basti pensare che il Capo di Stato e il primo ministro sono entrambi donne, e che di conseguenza anche alle turiste vengono garantiti diritti, prestazioni e agevolazioni di altissima qualità, per una vacanza che non potrà che lasciarvi soddisfatte.

 

Milano, sulle strade della moda

La donna "malata" di shopping è forse uno dei cliché più utilizzati della storia, un modo per gli uomini di scaricare in parte le loro fantasie spenderecce sulle amiche, mogli e compagne; è altrettanto vero, però, che il gusto femminile nella moda, nell'arredamento e in tutto ciò che è acquistabile è un dato di fatto, e dunque una donna che guarda spesso ai giochi cromatici, al buon gusto nell'abbigliamento e via discorrendo non potrà non sentirsi a suo agio a Milano, capitale mondiale della moda al pari di Parigi e New York. Via Montenapoleone e Via della Spiga, per sognare tra le grandi firme, ma anche le più popolari Via Torino e Piazza San Babila, il capoluogo lombardo, che si prepara a Expo 2015, offre non solo modi di svuotare il portafoglio, ma tantissima cultura e attrazioni studiate anche per una clientela donna.

 

Bath, ripercorrendo i sentieri di Jane Austen

Antesignana di una letteratura femminile sempre più preponderante negli scaffali di librerie e biblioteche, Jane Austen è una figura di grandissimo rilievo tra la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo. Scrittrice appassionata e attenta, seppe trasporre su carta emozioni e sensazioni con la sensibilità che solo le donne riescono ad offrire. Dal 1800 al 1806, la giovane Jane visse a Bath, l'elegante meta termale dei britannici, che qui vengono ogni anno a migliaia per rilassarsi nei grandi bagni (Bath, in inglese, significa proprio bagno). E così, anche una donna che decide di concedersi una vacanza di pura rilassatezza, non potrà non tenere conto di Bath, con i suoi viali eleganti e i monumenti vittoriani, magari concedendosi qualche ora per visitare la casa nella quale visse l'autrice di Orgoglio e pregiudizio Ragione e sentimento.

 

La scalata delle Alpi

"Donna avventura" potrebbe essere il titolo di questo paragrafo. Tra i sentieri che scalano le montagne d'Italia, Svizzera e Austria, infatti, una donna che non ha paura di "spezzarsi le unghie" potrà trovare soddisfazione alla sua voglia di muoversi e sentirsi attiva anche in vacanza, magari alloggiando al prestigioso Croce Bianca Leisure & Spa di Canazei, l'unico hotel delle Dolomiti ad offrire un servizio interamente dedicato al pubblico femminile, con zone wellness e Spa, servizi personalizzati e una cura dei dettagli assolutamente incredibile. Anche lo spazio più "riservato" delle malghe e dei rifugi, però, profuma di donna, con tante madri (e nonne) che hanno trasformato antichi luoghi abbandonati in accoglienti soste dove gustare prelibatezze straordinarie, dai formaggi alla polenta fino ai classici dolci di montagna