Le capitali più fredde del mondo



Amanti del freddo, ecco i vostri nuovi paesi! Quest'oggi vogliamo infatti proporvi un interessante, quanto adatto per il periodo, viaggio tra le capitali più fredde del mondo, dal Kazakistan al Canada, passando soprattutto per l'Europa.

Città dai profili architettonici interessanti, assolutamente da scoprire in chiave turistica, e accomunate da un profilo unico: le bassissime temperature, che tuttavia non le rendono invivibili d'inverno, anzi, ne accrescono il fascino e la bellezza.

 

 

Astana, Kazakistan

Capitale del Kazakistan solo da qualche anno, Astana è una città che dalla riconquista dell'indipendenza si è totalmente rinnovata, eliminando buona parte dei riferimenti architettonici sovietici e trasformandosi in una metropoli modernissima, con ampi viali, grattacieli e monumenti dal fascino incredibile. Qui, le temperature si spingono fino a picchi estremi, con un record di -51,6 gradi che la rendono la seconda capitale più fredda al mondo.

 

Ottawa, Canada

Capitale del Canada, sebbene non sia né la città più grande né la più conosciuta e apprezzata del paese, Ottawa è una città che ben richiama i profili urbanistici del Canada. Basti pensare alla sua Collina del Parlamento, dove si trovano le massime istituzioni dello Stato (una monarchia il cui capo è la Regina Elisabetta II del Regno Unito), che unisce natura e monumenti in un palcoscenico di grande effetto. Città molto fredda in inverno, raggiunge temperature di poco superiori ai -40 gradi.

 

Ulan Bator, Mongolia

Capitale della Mongolia, Ulan Bator è la città più fredda del mondo considerando sia la temperatura media annuale che i prolungati periodi di freddo invernali. Nonostante ciò, è una città che merita di essere visitata per le sue architetture post-sovietiche ma anche per la grande e variegata cultura mongola, particolarmente durante il periodo del Naadam, i giochi estivi di luglio nei quali si raduna gran parte della cittadinanza.

 

Helsinki, Finlandia

Capitale della Finlandia, Helsinki è una città dal classico clima scandinavo, con estati tiepide (benché non siano rare le giornate estive con la colonnina di mercurio intorno ai 30 gradi) e inverni molto freddi, con un record di -34,3 gradi raggiunto in gennaio. La città è un misto di architetture antiche e contemporanee, dominata dal profilo candido della sua Cattedrale e dalla monumentalità della fortezza di Suomenlinna, patrimonio dell'Umanità UNESCO.

 

Bucarest, Romania

Capitale della Romania, Bucarest entra nella classifica delle capitali più fredde del mondo, nonostante la sua vicinanza al Mar Nero, data la zona continentale nella quale si trova. La città in sé è un elegante miscuglio di elementi della dittatura comunista di Ceasescu, la cui memoria si ritrova nel monumentale Palazzo del Popolo (uno degli edifici più grandi al mondo), e di opere artistiche, come il Palazzo CEC e l'Ateneo Romano, che ricorda vagamente il Pantheon romano o quello di Parigi.