Tutte le aurore boreali d'Europa



Il fenomeno delle aurore boreali si inserisce in un vasto campo di "spettacoli naturali" che l'uomo ha da sempre visto con un misto di ammirazione, stupore e, quando la conoscenza non era ancora così diffusa, paura. In fondo, il cielo che d'improvviso si colora di toni azzurro-verdi poteva lasciar presagire chissà cosa, ma quando si è scoperto che l'azione congiunta delle radiazioni solari e della ionosfera terrestre restituiva questi bellissimi filamenti colorati, allora si è potuto guardarle con stupore.

Si potrebbe quasi dire, per giustificare la bellezza delle aurore boreali e la loro attrattività, che vi sono dei turisti che vanno a caccia delle aurore boreali nel mondo, in una sorta di turismo curioso e appassionato della natura, e ai quali vogliamo oggi rivolgerci (in realtà lo facciamo a tutti, convinti che la bellezza dell'aurora boreale sia universalmente riconosciuta e apprezzata) per consigliare alcune destinazioni dove ammirare questi fenomeni al meglio, e magari scoprire anche luoghi meravigliosi.

 

 

Isole Lofoten, Norvegia

Arcipelago scoperto soltanto a metà del Quattrocento da un esploratore di Venezia che era dato per disperso durante l'esplorazione dei mari del Nord, le Isole Lofoten, in Norvegia, sono uno dei massimi punti mondiali per la pesca e la trasformazione del merluzzo in stoccafisso, forse il piatto norvegese più conosciuto all'estero. Trovandosi oltre il Circolo Polare Artico, le Isole Lofoten permettono di ammirare le aurore boreali in maniera unica e indimenticabile, immersi in una natura selvaggia e incontaminata, nella quale l'uomo ha raggiunto un equilibrio stabile ed efficace.

 

Ininshowen, Irlanda

No, non ci siamo sbagliati e sì, l'Irlanda si trova davvero molto più a sud del previsto per un argomento come le aurore boreali. Eppure, Ininshowen è una penisola che sfida latitudini e longitudini, e nella quale l'aurora boreale, grazie a una complessa serie di fattori, può essere ammirata tranquillamente anche a un migliaio di chilometri più a sud del "normale". Oltre a questo fenomeno, la zona di Ininshowen offre reperti archeologici e una natura davvero tutta da scoprire.

 

Reykjavik, Islanda

Torniamo al nord del Circolo Polare Artico, e precisamente in Islanda, nella sua fascinosa capitale Reykjavik. Da qui potrete partire all'esplorazione di questa isola così unica e speculare, che dista diverse ore di viaggio dall'Italia, ma che offre una miriade di bellezze naturalistiche da scoprire, dalla Laguna Blu al Parco di Þingvellir, dove venne proclamata l'Indipendenza della nazione. Se la notte porta consiglio, in Islanda porta anche splendide aurore boreali, che possono essere ammirate in tutto il loro splendore grazie alla quasi totale assenza di inquinamento luminoso.

 

Rovaniemi, Finlandia

Concludiamo questa nostra carrellata con una meta particolarmente conosciuta, soprattutto dai bambini. Parliamo di Rovaniemi, il principale centro della Lapponia, la regione più settentrionale della Finlandia. Qui le aurore boreali, grazie alla scarsissima presenza di centri abitati, si possono ammirare al meglio, circondati tra una natura incredibile fatta di foreste, laghi e neve che ricopre tutto per la maggior parte dell'anno. Tra un'aurora e l'altra, poi, fermatevi a scoprire il Villaggio di Babbo Natale, dove vive il vecchio Santa Claus, oppure esplorate l'Ametistikaivos, una delle pochissime miniere di ametisti al mondo, un luogo adatto a tutta la famiglia (no, non si possono ottenere campioni omaggio, se è quello che vi chiedevate!)