Data: mar 10 febbraio 2015

Marco Raffaeli

Labbra come colline. Un sorriso stretto dietro ai contorni sinuosi, scappa all'improvviso. Schiena scolpita in un brivido senza stagione. Arriva puntuale e corre veloce ogni volta che gli occhi e le bocche si scoprono troppo vicini per non incastrarsi.