Torino: tutte le novità del Museo Egizio

Riapre una delle istituzioni culturali più importanti d'Italia. A Torino e in Piemonte tanti eventi e appuntamenti in occasione di Expo Milano 2015



Ha riaperto il 1 aprile una delle maggiori istituzioni italiane in campo culturale: il Museo Egizio di Torino, che negli ultimi cinque anni ha portato avanti un massiccio lavoro di riallestimento, rifunzionalizzazione e ampliamento dei suoi ben 10.000 metri quadrati. Molti i miglioramenti e gli esperimenti che nascono da questo rinnovamento, esigenza che nasce anche in vista di Expo2015 e del progetto EXPO-EXTO2015. Tutti gli eventi e le manifestazioni in programma sono disponibili sul sito www.inpiemonteintorino.it.

 

 

Un raddoppiamento degli spazi espositivi, un nuovo percorso museale che offre ancora più occasioni per scoprire la civiltà egizia e un’area tematica di grande impatto nota come la Galleria dei Sarcofagi, molti dei quali completamente restaurati: queste sono solo alcune delle novità che non aspettano che di essere visitate.

Originale l’idea di far vivere ai visitatori del museo un’esperienza ‘antica’, ma nel modo più moderno che c’è: sono infatti disponibili delle ricostruzioni virtuali di alcuni siti archeologici, video 3D basati su documenti di scavo e fotografie d’epoca. In questo modo prenderanno vita la Tomba di Kha, la Tomba di Nefertari e la Cappella di Maia e per il pubblico sarà come vivere un viaggio indietro nel tempo in prima persona.

Al piano terra, degna conclusione di un tour eccezionale, trovano posto le statue monumentali allestite dallo scenografo Dante Ferretti.  Con la sua nuova veste il Museo Egizio è insomma prontissimo ad ospitare numerosi e interessanti eventi, a partire da due rappresentazioni teatrali a tema naturalmente egizio: Antonio e Cleopatra di Shakespeare e Akhenaton di Agatha Christie, entrambe realizzate in collaborazione con il Teatro Stabile di Torino e che si svolgeranno dal 25 giugno al 19 luglio 2015.

Da questa collaborazione nasce anche un altro progetto che vede protagonista il nuovo Museo Egizio: alcuni allievi della Scuola per Attori daranno infatti voce a faraoni e divinità per permettere al visitatore di vivere un’esperienza nella storia che coinvolge non solo la vista ma anche l’udito, e che per un momento faranno vivere una seconda vita a queste mitiche figure del passato.