Freddo negli USA. Gelo anche in Florida e alle Hawaii



Gli Stati Uniti sono nella morsa del freddo polare. Già l'anno scorso si era contraddistinto per il Polar Vortex e per un inverno particolarmente freddo, ma quest'anno inverno e forti nevicate sono in anticipo rispetto al solito. E non riguardano solo gli Stati e le città che siamo abituati a vedere "in bianco" ma anche quei posti, come le Hawaii e la Florida, in cui il freddo sembra non dover arrivare mai.

Nel complesso, metà degli Stati Uniti sono coperti da una bianca coltre di neve. E non mancano, purtroppo, le vittime. Lo stato in cui la situazione è più complessa è quello di New York: a soffrire non è tanto la Grande Mela quanto la città di Buffalo, al confine con il Canada e affacciata sulle cascate del Niagara. In poche ore è caduta la quantità di neve che di solito scende in un'intera stagione e la città si trova sotto uno strato di circa 2 metri.

 

 

Fa freddo, tanto freddo, anche dove non dovrebbe e dove di solito, in questa stagione, si continua tranquillamente ad andare al mare. L'isola di Big Island, una delle più grandi dell'arcipelago delle Hawaii, ha visto la colonnina scendere sotto lo zero. Stessa sorte anche a Panhandle, la zona delle Florida che si affaccia sul Golfo del Messico: anche qui le temperature sono scese fino a -7° C.

Se avete già il vostro biglietto per la Florida, però, non preoccupatevi. La situazione, almeno nel sud degli Stati Uniti, dovrebbe presto tornare normale e le temperature dovrebbero rientrare nelle medie stagionali. Più complessa la situazione nel nord del paese, dove il freddo dovrebbe continuare. Sperando che il maltempo nel frattempo non causi altre vittime e disagi.