Roma, San Basilio "rinasce" con la Street Art

Ecco come un popolare quartiere di Roma cambia immagine grazie ai "graffiti d'autore"



A San Basilio sbarca la Street Art, e lo fa in grande stile. Dopo la devastazione subita dalla Barcaccia, la celeberrima fontana di Gian Lorenzo Bernini in Piazza di Spagna, una buona notizia per quanto riguarda il mondo dell'arte e della bellezza a Roma, una città che certo è come un museo a cielo aperto, soprattutto in termini di arte "tradizionale", almeno fino ad ora.

Il quartiere San Basilio, uno dei tanti popolatissimi angoli periferici della Capitale, ha infatti accolto con grande favore il progetto SanBa, un'opera di riqualificazione artistica promossa da Walls, un'associazione no profit che ha coinvolto alcuni importanti artisti della street-art nazionale e internazionale per decorare le grandi facciate dei palazzi del rione.

 

 

Dopo le prime opere, promosse nel 2014 da Walls con la collaborazione degli artisti Agostino Iacurci e Liqen, quest'anno i nuovi murales sono stati affidati a Hitnes, altro nome molto conosciuto della scena artistica contemporanea, che ha realizzato opere di particolare pregio.

Tra di queste, i cittadini (e tutti i curiosi che passeranno per San Basilio) potranno ammirare il profilo di un gatto rosso circondato da uccelli mullticolor e piante rampicanti, un fenicottero dalle forme sottili e affusolate, oltre a scene floreali assolutamente uniche, che contribuiscono a migliorare l'aspetto generale del quartiere, oltre a donargli una ricchezza artistica di non poco conto.

L'idea di portare l'arte fuori dai classici confini dei musei e delle gallerie d'arte, peraltro uso piuttosto comune nelle metropoli statunitensi e in diverse città del mondo, inizia dunque a coinvolgere anche Roma e l'Italia in maniera più completa e organica, in una sorta di "riscoperta" e "ritorno alle origini" che, visto i recenti fatti di cronaca, non può che far piacere per quanto riguarda la diffusione e la tutela della bellezza, in tutte le sue forme.