EasyJet, si restringe il bagaglio a mano



Estate, crisi permettendo, fa rima con vacanza. Se avete programmato il vostro volo con easyJet, però, fate attenzione alla novità introdotta dalla compagnia low cost inglese in tema di bagaglio a mano. A partire dal 2 di luglio, infatti, easyJet ha deciso di ridurre le dimensioni 'garantite' (ovvero sicuramente imbarcate nelle cappelliere o sotto il sedile) dai 'vecchi' 56x45x25 cm a 50x40x20 cm.

In pratica, chi vuole potrà comunque continuare ad avere come riferimento le misure standard, ma col rischio - qualora il volo risultasse particolarmente carico (la compagnia viaggia ormai su una percentuale di 'load factor' del 90%) - di vedersi sistemare il bagaglio nella stiva con relative sconvenienza pratica (impossibilità di servirsi si oggetti personali durante il volo) e attesa al ritiro una volta giunti a destinazione.

 

 

Al momento, come sottolineato da easyJet tramite comunicato stampa, non è prevista alcuna modifica tariffaria e non ci sono quindi sconti per i passeggeri che si vedranno caricare il bagaglio nella stiva. Le uniche eccezioni riguardano invece i titolari della carta Plus e coloro che hanno acquistato biglietti Flexi Fare, posti Up-Front o Extra Legroom, entrambi non oggetti (ma con un solo bagaglio a disposizione) della novità appena introdotta.

La notizia arriva proprio in un periodo particolarmente 'caldo' in tema di bagagli e valigie. Airbus ha infatti lanciato sul mercato la nuova valigia intelligente 'Bag2Go', dotata di ricevitore Gps per poter essere sempre localizzata e capace - attraverso un'applicazione IPhone - di comunicare in tempo reale al possessore l'eventuale superamento del peso consentito nonché informazioni su possibili aperture non autorizzate e danni vari.

Ma le utilità della valigia intelligente non finiscono qua. E' già attivo un sensore di codice a barre (QR code) in grado di comunicare con la compagnia aerea facilitando le operazioni di ckeck-in, mentre in un futuro prossimo sempre Airbus intende aggredire il mercato (già esistente) della 'presa in carico porta a porta' del bagaglio attraverso tariffe inferiori (da 25 a 8 euro) di quelle attualmente in vigore.

Fonte: ansa.it