Norvegia

Gabriele in Norvegia, il Diario – part. 1

Norvegia in invernoLe strade della Norvegia in inverno

Il primo diario di viaggio di Gabriele Saluci è arrivato. Ecco cosa ci racconta al suo rientro dalla magica Norvegia di Destinations by #italiansintheworld

È passato qualche giorno dal mio rientro dallo splendido viaggio in Norvegia. Eccomi qua, giusto il tempo di riordinare le foto, soprattutto i pensieri e scrivere un piccolo resoconto della piccola avventura.

La cosa che ricordo con più piacere della permanenza in Norvegia è la pace e la tranquillità in cui questo splendido Paese è immerso. E non è solo una sensazione personale, ma una sensazione reale che ho cercato di trasmettere anche nei miei precedenti articoli, ad esempio quelli sui cetacei e sull’aurora boreale.

Ci tenevo anche a spiegare il perché di tutta la pace che c’è lassù, perché per tutto c’è una bella spiegazione scientifica. Ma lo farò molto brevemente… non vorrei rovinare la poesia.

La neve non è altro che un materiale poroso, che riesce ad assorbire anche il suono, proprio come i materiali che si usano negli studi di registrazione. Questo avviene perché il suono resta intrappolato e viene smorzato dagli strati di neve al suono e i rumori non riescono a percorrere grandi distanze, ecco perché c’è così silenzio nei paesaggi innevati.

Quindi è vero, la pace è per tutti, oggettiva e perenne e non è solo una mia sensazione.

Questa è solo la prima parte dei racconti di Gabriele, da pochissimo tornato dal suo viaggio in Norvegia. Per leggere tutti gli altri, clicca qui.

Commenta