Pillole di Viaggio: Monterey, 17 Mile Drive e Carmel

Lasciati i parchi più belli della California, Mammoth Lakes e Yosemite National Park, i ragazzi di #Californiadream tornano lungo la costa per proseguire il loro viaggio on the road.

La meta è la cittadina di Monterey, situata a circa due ore da San Francisco. Una città costiera che si sviluppa turisticamente lungo il suo molo, il Fisherman’s Wharf e nota per il suo Acquario che è una delle attrazioni assolutamente da visitare.

Casette in legno colorate, un molo che costeggia l’oceano, un vento a tratti impetuoso ed un cielo sempre blu: così Monterey si svela in tutto il suo splendore. L’Acquario poi è davvero incredibile! Si possono ammirare lontre curiose impegnate a nuotare, pesci tropicali e meduse giganti. Non è un posto solo per famiglie e bambini, assolutamente no. Trascorrere un paio d’ore tra il silenzio di questi luoghi ammirando la natura sottomarina è davvero piacevole.

Se si è in cerca di souvenir, lungo il Fisherman’s Wharf ci sono numerosi negozietti carini, molti dei quali dedicati ai protagonisti di questi luoghi come i leoni marini e le lontre che, con il loro musetto, sanno davvero come intenerire i visitatori.

La California è anche questa, un’abbuffata di tramonti spettacolari che si mostrano al meglio percorrendo la 17 Mile Drive, la strada panoramica lungo la costa. La strada è privata e si paga un ingresso di 10 dollari ad auto. Tra ville lussuose e campi da golf, anche qui si possono incontrare dei dolcissimi cerbiatti e scattare quante più foto possibili ad un tramonto sull’oceano che è pura magia.

La strada conduce poi al villaggio di Carmel by the Sea, e in un attimo sembra di essere catapultati in un’atmosfera inglese tra cottage in legno, shops curiosi – come quello di “Alice nel Paese delle Meraviglie” – e pasticcerie già addobbate a tema Halloween.

Carmel è sicuramente una meta molto turistica, ma la sera, quando le lucine che decorano case e ristoranti si illuminano, è davvero romantica e suggestiva.

 

{loadposition adsensetestuale}

 

La giornata termina con una cena deliziosa da “Grasing’sRestaurant”, dove si rimane letteralmente senza parole. Il cibo è squisito: capesante, tonno scottato e salmone, il tutto con un dolce Bellini come aperitivo; una torta di mandorle per concludere, ed un’accoglienza straordinaria. Chi è che ha detto che in America si mangia male?

I ragazzi trascorrono la notte, piuttosto fredda, al caldo delle stanze del Casa Munras Hotel, uno degli alberghi più storici della città. Accendere il camino in camera ed addormentarsi con questo tepore è davvero una cosa che non si dimentica e che si sogna una volta tornati a casa.

Monterey e Carmel sono due cittadine vicinissime, a pochi chilometri l’una dall’altra, ma così diverse che vanno davvero esplorate entrambe. Non c’è da preoccuparsi se si incontra un po’ di nebbia, è un fenomeno più che normale da queste parti, ma qui il tempo cambia e grazie al vento, che spazza via ogni nuvola, può tornare il sole in un attimo.

Il consiglio è quello di esplorare entrambi i luoghi, senza dimenticare di soffermarsi ad ammirare i tramonti dalla 17 Mile Drive che sono di quelli che veramente rimangono nel cuore.

Non aspettatevi la California da cartolina, quella fatta di palme e lunghe spiagge di sabbia bianca. Qui il vento è forte, l’oceano imponente, le onde piuttosto alte, e le spiagge più selvagge, ma è questa bellezza così vera e naturale che rende il paesaggio genuino ed incantevole.

L’ultimo consiglio è quello di puntare nuovamente la sveglia all’alba e partire in direzione sud percorrendo un’altra strada panoramica scenografici: con il Big Sur lungo la Highway 1, si fa il pieno di emozioni!

VitaDaTurista

VitaDaTurista


Novità da Vita da Turista